• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Renata di Francia (1510-1575)

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Un'eresia di corte

Utet Libreria
€ 24,00
€ 22,80 Risparmia 5%
introduzione dell'autrice.
pp. XIX-408, Torino
data stampa: 2011
codice isbn: 978880208421

Fiera e oltremodo orgogliosa della propria origine francese e del lignaggio, generosa protettrice di umanisti e finanziatrice di eretici d'ogni parte d'Europa, la straniera Renata di Francia duchessa d'Este è sempre stata considerata da storici e letterati un personaggio d'eccezione. La sua importanza nel quadro del Rinascimento italiano è testimoniata dal numero di opere che fanno riferimento alla sua lunga avventura e a quella della sua comunità ereticale.

Renata di Francia (1510-1575). duchessa d'Este, è una delle grandi figure del Cinquecento europeo.
Figlia di Luigi XII e Anna di Bretagna, fondò a Ferrara una piccola cerchia ereticale: in realtà un vero laboratorio del dissenso religioso, dove si coniugava il calvinismo all'indifferentismo e si proteggevano eterodossi d'ogni tipo. Esempio unico nell'era della Riforma e Controriforma, la comunità di Renata sopravvisse trent'anni in un contesto avverso, minacciata dal marito Ercole Il e dall'Inquisizione, soggetta a una diplomazia tirannica, alle guerre per il dominio d'Italia, alle aspirazioni di Calvino e degli eterodossi italiani; fino a un processo infamante che disperse i suoi membri, sancendo il ritorno della duchessa in Francia. Il libro prende in esame scenari assai diversi: la corte francese di Francesco I, culla dell'umanesimo, dell'evangelismo e della dissimulazione dottrinale; la Ferrara estense, dove il Rinascimento di arti e lettere accompagnava l'anelito alla rinascita religiosa; l'Italia del concilio di Trento, tra calvinisti, anabattisti e libertini, inquisitori intransigenti e principi ricattati; ancora la Francia di Caterina de' Medici, straziata dalle guerre di religione e alla ricerca di una nuova stabilità politica. Attraverso il racconto di una vicenda straordinaria si aprono nuove prospettive sul mondo protestante europeo, sulla leadership religiosa femminile e sulla genesi della libertà di coscienza.

Eleonora Belligni è ricercatrice di storia moderna presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Torino. È autrice di Lo scacco della prudenza. Pubblicistica politica e esperienza storica in Virgilio Malvezzi (1999) e «Auctoritas» e «potestas» Marcantonio De Dominis tra l'Inquisizione e Giacomo I (2003).

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.