Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Assisi nel Medio Evo

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x

Leggende - Avventure - Battaglie

Edizioni Roma
€ 48,00
Quantità

pp. VIII-630, Roma
data stampa: 1940
codice isbn: 5931

Uomini di fede e di generosità antica, come quel Francesco Antonio Frondini, padre della storia assisana, che trascorse i suoi ottantatre anni di vita copiando pergamene, riordinando archivi, trascrivendo interi volumi di documenti, compilando regesti, decifrando iscrizioni latine, pago solo di questa ricerca assidua, senza che mai gli passasse per la mente di dare alle stampe quelle preziose raccolte, che furono in gran parte disperse e in parte andarono a formare il nucleo delle opere di altri autori successivi.

Canonici venerandi della cattedrale di San Rufino, Tommaso Loccatelli Paolucci, Giuseppe Elisei, cui piaceva, nei lunghi silenzi che seguivano al rintoccare festoso dei bronzi, interrogare le mute lapidi e suscitare i fantasmi delle età scomparse. Foste voi ad insegnarci con quale disperata passione si può rimanere attaccati a queste care città nostre, dove ogni pietra annerita e consunta dalla pioggia, dalla neve, dal sole di dieci secoli, è una pagina aperta di storia e di poesia.

Vecchie città taciturne dalle mura cadenti, dai torrioni smantellati, che vivono in ginocchio davanti alle loro belle cattedrali, ripensando le feste e le battaglie dei tempi trascorsi. L'erba cresce nelle vie e nelle piazze deserte, davanti ai cupi palagi, sulla soglia dei santuari venerandi.

Ma se il silenzio è grande, se la vita sembra assopita, un nulla può bastare a ridestare il turbine delle memorie: il bagliore d'incendio che il sole al tramonto suscita sulla cima di un' antica bertesca, il cupo palpitare delle stelle nell' apertura di una finestra vacua che sfonda all'infinito, l'urlo del vento che si ingolfa nei corridoi delle fortezze in rovina, un fremito di vette, un suono di campane, un canto di primavera, uno squillar di trombe, un grido, un richiamo.

Qui e non altrove è la vita e l'anima della vecchia gente italica; qui il fuoco di cui si alimenta l'ara della Patria. Guai al giorno in cui si pensasse che queste città millenarie, donde venne all' Italia la grandezza e la gloria, non possano valere che come freddi musei di remote bellezze! La forza di una Nazione non va giudicata soltanto dal numero dei fumaioli delle sue fabbriche o dal moltiplicarsi delle operazioni bancarie. Vi è una vita più severa e più profonda e questa è la nostra bella tradizione nazionale collegata intimamente con la tradizione delle nostre città medioevali.

Indice:

Prefazione

Cap. I - Il dono del mattino

La castellana longobarda - La leggenda dell'armo Mille - L'orrore dell'ultima notte - Il dono del mattino - L'Imperatore adolescente - Il castello feudale - L'omaggio alla castità - La promessa - Il rito nuziale - L'alba d'amore

Note al cap. I

Cap. II - Le leggende dei Santi Martiri

Storia e leggenda - San Feliciano - I primi Vescovi Martiri - San Savino - La leggenda di San Rufino - Il supplizio di San Vittorino - La prima casa del popolo - L'arca santa degli amanti - Il miracolo dei colpi di spada - Il Samo del Comune - La nuova Cattedrale - Il culto del Patrono al tempo di San Francesco - Il trionfo degli oppressi - La festa - L'ora ignota

Note al cap. II

Cap. III - Frate Elia

Frate Elia e San Francesco - La tomba Prodigiosa - Gregorio IX - La canonizzazione - La guerra contro l'Imperatore - Lotte e contrasti intorno alla nuova Basilica - Il favore del Pontefice - La traslazione - Il tumulto intorno all'arca del Santo - Il Capitolo - L'anatema di Gregorio IX - Frate Ginepro - La capitale spirituale della Cristianità - Fra Salimbene - La disgrazia di Frate Elia - L'ultima dimora in San Francesco - Giovanni da Brienne

Note al cap. III

Cap. IV - La guerra dei Saraceni

La patria di Federico II - La guerra - I Saraceni - La devastazione del contado - L'ansia delle Damianite - L'assalto al monastero - L'assedio di Assisi - Il miracolo della vittoria - Frate Elia al seguito dell'Imperatore - La congiura - La battaglia di Foligno - La morte del primo compagno - Il tramonto dell'idea imperiale - La Corte papale in Assisi - Il trionfo dei Guelfi - Il Voto

Note al cap. IV

Cap. V - Non dica Ascesi, ma Oriente

Il Nuovo Oriente - L'Angelo del Sole Levante - Clara claris preclara meritis - I vetrai di Venezia e gli scalpellatori assisani - San Bonaventura - La nuova grandezza del Comune - Assisi e i Papi - Guido da Montefeltro - La nuova arte italiana - Giotto - La vita di Assisi nelle pitture giottesche - Dante

Note al cap. V

Cap. VI. Gli eretici

I Fraticelli - Muzio di ser Francesco - La rivolta dei Ghibellini - La persecuzione contro i Guelfi - La guerra con Perugia - Il furto sacrilego - La scomunica di Giovanni XXII - L'assedio di Cante Gabrielli da Gubbio - La crociata contro Assisi - La maledizione di Dio e degli Uomini - I pittori senesi - I miracoli del Perdono - Il fantasma sul mare - Il figlio morto - L'anima di Frate Corrado - Le visionl dei pellegrini intorno alla Chiesa degli Angeli - L'incendio portentoso sul sepolcro del Santo - La vita nella città - Il cardinale Albornoz - Gli eremiti di Monte Subasio

Note al cap. VI

Cap. VII - Parte di sopra e parte di sotto

Parte di sopra e parte di sotto - L'eccidio degli uomini di parte di sopra - La signoria di Guglielmo di Carlo - La lotta dei fuorusciti - Il supplizio di Andrea dei Nepis - La nuova guerra contro Perugia - Neri di Sinibaldo - La cacciata di Guglielmo - I bandi contro i ribelli - Odio di parte - Il nuovo colpo di stato - La morte del tiranno

Note al cap. VII

Cap. VIII - I venturieri

Il Papa in Assisi - Biordo Michelotti - I nuovi lavori alla Rocca - La morte di Biordo - Broglia di Trino - I Visconti - Braceio Fortebraccio - Il Montefeltro - La battaglia del Mercatale - La lotta delle fazioni - La carta della pace - La congiura di Sbaraglino del Corazza - Nella Rocea - La notte dei morti del 1433 - Niccolò Fortebracci - Ferro e fuoco - Il Frontespizio - Bracceschi e sforzeschi

Note al cap. VIII

Cap. IX - Il sacco del Piccinino

XXVIII Novembre 1442 - Niccolò Piccinino - L'odio contro Assisi - Le prime spedizioni - L'assedio - Nebbia d'autunno - La messa funebre - Sulle mura - Tedio e pioggia - L'assalto notturno - Il pianto delle donne - Le monache di Santa Chiara - Gli orrori del sacco - Le reliquie di San Francesco

Note al cap. IX

Cap. X - Rinascita

Squallore e rovina - Il pianto del popolo d'Israele - Il primo risveglio - Iacopo e Francesco Piccinino - Niccolò V - La leggenda della tomba del Santo - L'ultima dominazione dei condottieri - Stato IV - La nuova lotta tra le fazioni

Note al cap. X

Cap. XI - Perchè la Madonna pianse

La Madonna del pianto - I Nepis e i Fiumi - L'eccidio nel Palazzo dei Priori - La nuova bufera - Un predicatore di penitenza - La corruzione dilagante - Le lacrime della Vergine - Gli inutili bandi - Il paese maledetto - La guerra contro i Baglioni - L'assedio della città - L'assalto alle mura di Sant'Antonio - L'agguato di Porta San Francesco - Fame e moria - I rapinatori - Girolamo di Giovanni - La pace - Il culto di oggi

Note al cap. XI

Cap. XII - L'agonia della città

Lo sfinimento mortale - Le ultime convulsioni - Fine di Galeotto - Clemente VII - Come fu che Magone perdette la sua spada alla festa del Perdono di Assisi - I figli di Galeotto - La caduta dei Nepis - Il tramonto delle fazioni - Il silenzio dei secoli

Note al cap. XII

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.