Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Del Sublime


Edizioni Fussi
Disponibile in copia unica
€ 16,00
Quantità

a cura di Lina Ferro, testo greco a fronte
pp. 154, Firenze
data stampa: 1957
codice isbn: 6494

Un trattatello di retorica, ma singolare; e rivelatore di una meno nota tendenza del pensiero antico; certo tale da stupire il lettore sprovveduto, a cui la parola retorica suggerisce solo il ricordo di un fastidioso quanto inutile sistema di precetti, e che potrà invece ravvisare qui insospettate prospettive; chi però consideri la latitudine degli interessi e delle attenzioni che la retorica coinvolse, e i suoi continui rapporti con la filosofia, e inoltre come facilmente dall'intento di trovare i mezzi atti alla persuasione - suo precipuo intento - essa potesse essere indotta a trapassare all'indagine della natura dell' arte, invadendo il campo della poetica, potrà non stupirsi di trovare in quest'opera, pur attraverso consuete partizioni e denominazioni, una pensosa ricerca delle intime scaturigini della parola, e quindi della poesia, un'indagine cioè del problema fondamentale di ogni critica letteraria.

Indice:

Prefazione. Il trattato Del Sublime e le concezioni retorico estetiche dell'antichità


La questione dell'autore

Esame dell'opera

Conclusioni

DEL SUBLIME

INTRODUZIONE

Argomento e scopo del trattato. Dedica (cap. I)


Giustificazione della validità e opportunità di una trattazione teorica del sublime (cap. II)

DIFETTI NEI QUALI FACILMENTE INCORRE CHI TENDE AL SUBLIME 

L'enfasi, la puerilità, il falso entusiasmo (cap. III)

Esempi di puerilità (cap. IV). Origine di tale difetti 

IL VERO SUBLIME

Necessità di saper distinguere il vero sublime (cap. VI)

Criteri per distinguere il vero sublime (cap. VII)

LE FONTI DEL SUBLIME (cap. VIII)

LA PRIMA FONTE DEL SUBLIME: L'ELEVATEZZA DI PENSIERO

In che cosa consiste tale dote (cap. IX)

Mezzi sussidiari per ottenere l'elevatezza di pensiero: scelta e collegamento delle particolarità inerenti al soggetto (cap. X) L'amplificazione (cap. XI) Dell'amplificazione e del sublime (cap. XII) Un'altra via che conduce al sublime: l'imitazione (cap. XIII) Utilità dell'immaginare di aver come giudici i grandi scrittori del passato ed i posteri (cap. XIV)

La fantasia (cap. XV)

Cause della decadenza delle lettere (cap. XLIV)


LA SECONDA FONTE DEL SUBLIME

La passione (cap. XLIV, 12)

LA TERZA FONTE DEL SUBLIME

Le figure: l'apostrofe, l'interrogazione retorica, l'asindeto, l'asindeto insieme con l'anafora e la diapotiposi, l'iperbato, il poliptoto, la perifrasi (capp. XVI-XXIX)

LA QUARTA FONTE DEL SUBLIME

La nobiltà dell'elocuzione: la scelta delle parole (cap. XXX); l'elaborazione dell'espressione con l'uso dei traslati (capp. XXXI-XXXII)

Impeccabilità e grandezza (cap. XXXXIII) L'eccellenza di uno scrittore dipende non dal numero, ma dalla grandezza dei suoi pregi (cap. XXXIV)

Disprezzo della meticolosità e perfezione dei particolari da parte dei grandi scrittori (cap. XXXV)

La grandezza val più della perfezione (cap. XXXVI)

L'elaborazione dell'espressione con l'uso dei traslati (capp. XXXVII-XXXVIII)

LA QUINTA FONTE DEL SUBLIME


Composizione armonica del periodo (XXXIX-XLIII)

Note

Piano dell'opera (secondo la disposizione della materia tramandataci dai manoscritti)

Supposto piano dell'opera (secondo la disposizione della materia annunciata nel cap. VIII e da noi seguita)

Note al testo

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.