Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Processo di Dante

Celebrato il 16 aprile 1966 nella Basilica di San Francesco in Arezzo

Mimesis
€ 22,00
Quantità

a cura di Morris L. Ghezzi
pp. 246, Milano - Udine
data stampa: 2011
codice isbn: 978885750565

Dante Alighieri fu condannato a morte. Non tutti ricordano questa vicenda che porta il sommo poeta all’esilio da Firenze a causa del suo impegno politico. Solo oggi il comune toscano ha tolto questa condanna. Questo volume si occupa della ricelebrazione nella Basilica di San Francesco in Arezzo nel 1966 della vicenda giudiziaria di Dante Alighieri, risalente ad oltre sei secoli addietro. Documenti antichi si sommano a testimonianze attuali di avvocati e giudici talvolta non di professione, talvolta esponenti assolutamente di spicco della vita politica italiana, come il futuro presidente della Repubblica Giovanni Leone, qui nella parte di uno dei giudici dell’Alighieri. Il fatto riporta all’attualità la nostra storia profonda: ecco il libro per capirla. Per capire perché un intellettuale impegnato per un futuro migliore rischiava e rischia la vita.

Morris L. Ghezzi è professore ordinario di Filosofia e Sociologia del Diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano, ha insegnato Teoria Generale del Diritto, Sociologia della Devianza e Sociologia del Lavoro in varie Università italiane ed estere ed è avvocato iscritto presso il Foro di Milano. Presidente della Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo e del Comitato Scientifico dell’Associazione Italiana Avvocati d’Impresa, componente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Permanente sulla Criminalità Organizzata (O.P.C.O.), nonché consigliere della Società Umanitaria e della Socrem. È stato componente della Commissione ministeriale di studio per la riforma del processo civile.

Indice:

PRESENTAZIONE di Morris L. Ghezzi

PREMESSA

IL PROCESSO DI DANTE

COMPOSIZIONE DELLA CORTE

ESTRATTI DALLE SENTENZE DI CONDANNA DEL 27 GENNAIO 1302, DEL 10 MARZO 1302 E DEL 6 NOVEMBRE 1315

ERNESTO EULA

I TESTIMONI
ERNESTO SESTAN: Comportamento e attività di Dante in Firenze come uomo politico e di parte

PIERO BARGELLINI: «Il figliuol d'Alaghieri»: Dante, uomo privato


GUIDO PAMPALONI: I primi tempi dell'esilio. Da Gargonza a S. Godenzo. L'Universitas Partis Alborum e il «governo» bianco in Arezzo

FANCESCO MAZZONI: Il fuoruscito «bianco» dal 1304 al 1310. Comportamento di Dante da quando si ebbe «fatta parte per se stesso» fino all'elezione di Arrigo VII a Re dei Romani


HANS RHEINFELDER: Dante e Arrigo VII. Le «Epistole» del 1310 e del 1311. La componente sveva nell'ideologia dell'Impero


ANDRÉ PÉZARD: La politica antifrancese di Dante. I regalisti francesi dell' epoca di Filippo il Bello e l'idea imperiale


MONS. MICHELE MACCARRONE: Il processo alla «Monarchia» di Dante


PIER GIORGIO RICCI: La «Monarchia» dantesca e l'idea dell'Impero nella sua realtà giuridica e politica al tempo di Dante

ALBERTO CHIARI: L'epistola all' amico fiorentino

VITTORIO VETTORI: L'Exul immeritus. L'utopia di Dante


SILVIO ABBADESSA: Dante soldato nelle guerre contro Arezzo e contro Pisa. Cause politiche che le determinarono

L'ACCUSA
Requisitoria di Antonio Bellocchi

LA DIFESA
Arringa di Dante Ricci

I GIUDICI
GIAN GUALBERTO ARCHI: Contrasto fra l'ideologia politica di Dante dopo l'esilio e quella della Firenze del suo tempo


UMBERTO BOSCO: Dante e la politica del Papato

ALFREDO DE MARSICO: La vicenda giudiziaria di Dante. Valutazione complessiva della sua personalità come «imputato» nei processi del 1302 e del 1315

GIOVANNI LEONE: Natura giuridica e consistenza delle accuse mosse a Dante nel processo del 1302. Legittimità giuridica della presunzione di colpevolezza e della prova «publica fama referente»

GIUSEPPE GUIDO LOSCHIAVO: Legalità giuridico-processuale della condanna del 1315. Consistenza e fondamento delle accuse

PIETRO MANCA: Regolarità e legalità del processo e delle condanne del 1302

BRUNO MIGLIORINI: Comportamento di Dante nei confronti di Firenze durante il lungo esilio. Valutazione della sua condotta in rappolto alle accuse mossegli

CARLO PELLEGRINI: Dante e la politica dei Re di Francia. L'idea dell'Impero e il nazionalismo francese

VINCENZO RENIs: Legalità processuale delle condanne del 1302. Validità delle notificazioni e citazioni in giudizio


NICCOLÒ RODOLICO: Dante uomo politico e di parte prima e durante l'esilio

MARIO SALMI: Le Epistole ai «Signori e popoli d'Italia», ai «fiorentini intrinseci» e ad Arrigo VII come elemento di prova dell'accusa di ribellione e di ghibellinismo

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.