Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


da Dante alla Lingua Selvaggia

Sette secoli di dibattiti sull'italiano

Carocci
€ 16,00
Quantità

pp. 268, Roma
data stampa: 2009
codice isbn: 978884304810
Tra tutti i paesi d'Europa, l'Italia non è stata l'unica nazione in cui si è svolto un dibattito sulla lingua, ma è stata la nazione in cui tali discussioni sono state più ricche, durature, vivaci, interessanti. La trattatistica relativa alla grammatica e alla norma si è sviluppata a partire dal Medioevo (con il De vulgari eloquentia di Dante) e ha coinvolto prima di tutto letterati, filologi, scrittori, poeti. Tutti i grandi scrittori italiani hanno dovuto fare i conti con la "questione della lingua", spesso in maniera tormentata. La definizione della norma fu la condizione preliminare per l'esistenza e la legittimità di una letteratura di livello "alto", per reggere il paragone con la tradizione latina. Più avanti, la "questione della lingua" determinò i caratteri delle grammatiche, le linee portanti del "buon gusto", il successo di certi autori. Il primato fiorentino tentò persino di farsi dittatura, e le reazioni non mancarono: molti intellettuali si batterono allora contro l'Accademia della Crusca e contro i pedanti, per scrollarsi di dosso la tirannia linguistica, trasformatasi in un cappio al collo della cultura italiana. Con l'approssimarsi dell'Unità, infine, il dibattito sulla "questione della lingua" assunse un carattere sempre più marcatamente politico e sociale. Ancora oggi i temi delle minoranze, dei diritti dei dialetti, del corretto uso dell'italiano, suscitano interesse e non di rado provocano reazioni risentite, legandosi alle spinte autonomistiche. Questo libro attraversa tutti questi eventi, dibattiti, scontri, a volte molto vivaci. Li ricostruisce in un quadro complessivo mai erudito, ma che si collega con la storia, la società, l'attualità culturale delle varie epoche. Un'attenzione particolare è dedicata al Novecento, alle vicende linguistiche della seconda metà del secolo, fino alla "crisi dell'italiano" che potrebbe sfociare, secondo alcuni, nella sua definitiva obsolescenza come grande lingua di cultura, con la conseguente riduzione a dialetto.
  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.