Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Il Complotto Ebraico

L'antisemitismo islamico da Maometto a Bin Laden

Lindau
Disponibile in copia unica
€ 19,00
Quantità

pp. 288
data stampa: 2005
codice isbn: 978887180544

Nei paesi islamici e nelle comunità musulmane in Europa trionfa l’antisemitismo. Ma i musulmani non sono antisemiti per lo «scandalo» della nascita di Israele, della politica di Israele. Né è stata l’Europa a esportare il suo antisemitismo nei paesi islamici. All’opposto, l’Europa razzista ha importato dal Corano la teoria del «complotto ebraico», base dell’antisemitismo moderno. Teoria che vuole che gli ebrei, tutti gli ebrei, complottino sempre contro le comunità che li ospitano. Per l’islam, gli ebrei hanno falsificato la Bibbia, violato la propria Legge e si infiltrano nella comunità musulmana per distruggerla, praticando falsamente la fede in Allah. Per l’islam, questo infinito «complotto ebraico» è la colpa eterna degli ebrei. La rifondazione dell’islam dopo la scomparsa del califfato, alla fine della prima guerra mondiale – ben prima della nascita di Israele – si è sviluppata su questo antisemitismo delle origini. Ne è un esempio il commento del Corano di Hamza Roberto Piccardo, leader dell’Ucoii, la più grande organizzazione di musulmani in Italia, in cui si legge: «È grazie a queste falsificazioni che la gran parte del popolo di Israele è diventato il campione di quella doppiezza morale in base alla quale nei confronti dei non ebrei è accettabile e impunita qualsiasi nefandezza, mentre la rettitudine morale è un obbligo soltanto verso i correligionari». «Panella ha scritto un libro destinato a sollevare polemiche. La tesi di fondo è che nel mondo arabo-musulmano non solo sussista un pregiudizio antiebraico, ma che esso abbia precise radici teologiche, culturali e storiche. […] In particolare, è in quelle fonti che l’autore identifica i costrutti della “teoria del complotto”, la moderna versione dell’antisemitismo, che ha fornito gli strumenti per le derive più deliranti. Da questo punto di vista, l’ostilità musulmana nei confronti degli ebrei non sarebbe quindi un prodotto di reazione. […] Non è difficile ascrivere le affermazioni di Panella al campo ideologico dei cosiddetti neoconservatori. […] il volume, a tratti molto accurato nella disanima delle fonti, altre volte incline alla mera polemica, merita di essere letto come testimonianza del disagio che accompagna studiosi e pubblicisti dinanzi ai cambiamenti che attraversano le nostre società.» Claudio Vercelli, «L’Indice dei libri», novembre 2005 L'AUTORE Carlo Panella è commentatore parlamentare per le reti Mediaset e collabora con «Il Foglio». Ha pubblicato Piccolo atlante del jihad. Le radici del fondamentalismo islamico; Saddam. Ascesa, intrighi e crimini del peggior amico dell’Occidente; I piccoli martiri assassini di Allah e, con Franco Frattini, Cambiamo rotta. La nuova politica estera dell’Italia.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.