• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La religione degli italiani. Vol. 2

La struttura della religione romano-italiana: animo religioso, pietas e culto del Divino

Victrix
€ 34,00
€ 32,30 Risparmia 5%
Quantità

pp. 424, Forlì
data stampa: 2021
codice isbn: 978883196622


L’opera La Religione degli Italiani è suddivisa in tre volumi: nel primo volume ha trattato delle origini e dei fondamenti della via religiosa romano-italiana; in questo secondo volume esamina gli aspetti strutturali della religione stessa, a partire dall’animo religioso che consente la pietas e il culto rivolto al Divino.
Un elemento imprescindibile del culto è il rispetto del Mos Maiorvm.
In senso generale il Mos è l’insieme degli institvta maiorvm, nel quale si trovano le misure della condotta religiosa della civitas e, più in generale, del civis romanvs, in quanto il Mos è institvtvm vitae capere. Il Mos patrivs costituisce il principio invariabile di misura da cui dipende tutta la metretica assiologica, religiosa e civile, dell’homo romanvs, perché il Mos è una misura divina oggettiva dell’azione che inerisce all’essenza del Genio romano, attraverso la quale esso attua la sua natura, il suo ufficio e il suo fine, dunque il suo bene. Se non segue il Mos patrivs l’uomo romano-italiano si colloca al di fuori dalla retta attuazione del suo essere, perciò i Padri hanno sempre indicato i Mores Maiorvm come criterio di verità sapienziale e di rettitudine civile e morale della condotta religiosa che ogni homo romanvs deve osservare strettamente. In sostanza ciò che è conforme a Mos è sempre ivstvs, ciò che non è conforme a Mos è sempre inivstvs, fra Mos e Ivs esiste dunque una stretta relazione.
La religione della civiltà romano-italiana non è una vaga, confusa, sentimentale aspirazione dell’uomo verso il sovrannaturale, né si riduce alla devozione irrazionale ad un ente superiore, non è nemmeno una ricerca razionale a tentoni del Principio di tutte le cose, ma è un’attività specifica della mens sapiens, dunque è un’azione che procede dalla conoscenza vera ed oggettiva dell’Ordine Divino dell’Essere, nel quale sono fondate tutte le cose. La religione è la rispettosa attuazione di una Lex Divina Aeterna che fonda la Giustizia Universale e regola il Tutto, in accordo con l’essere necessario del Dio Supremo.
L’animo dell’uomo, in quanto ultimo grado della teofania divina dell’Animo Supremo, è ciò attraverso cui la Gloria Divina viene resa immanente nel piano umano, esso ha un ufficio trascendente da compiere con il suo essere religiosvs, costituire nell’immanenza dell’Orbe l’ultimo grado della Regalità Divina con il dispiegamento completo della Sovranità di Dio nell’intera Esistenza Universale. L’animo non può esimersi dal suo compito, perché viene “giudicato” dal Sommo Dio a seconda della sua obbedienza al compito che gli ha assegnato.
L’animvs pivs è il solo che permane conforme al suo essere proprio, radicato nell’essere di Dio, egli è stabile nel Bene. Perciò l’animvs pivs è anche beatvs e fruisce della beatitvdo a diversi livelli. In quanto stabile nella sua natura, l’animo pio è sempre conforme alla Volontà di Dio, perciò tutti i suoi atti sono sempre concordi con l’Ordine Provvidenziale Eterno, quindi il pivs è anche felix in diverso grado. Il termine felicitas è proprio della religione romano-italiana, con esso si indica il pieno accordo dell’azione umana con la Provvidenza Divina, da cui deriva la fruizione stabile e la disposizione religiosa del Favore Divino da parte dell’animo pio.



  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.