Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Cultura Francese nell'Età della Restaurazione


Mondadori
Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 20,00
Quantità

pp. 272, Milano
data stampa: 1946
codice isbn: 900000006547
Estratto dalla Introduzione



Quest'opera di cui ora appare la prima parte è nata dal concetto del Risorgimento italiano solidalmente unito alla civiltà d'Europa, concetto maturatosi nelle mie ricerche sulla storia italiana nel secolo scorso. La cultura francese in cui vissero e si temprarono i nostri esuli, qui si è presentata perciò in primo piano, e a me ha rilevato che un compito mondiale era stato assolto sopra tutto dagli uomini della Restaurazione francese, compito di cui mi pare che la Francia non abbia adeguata coscienza: 'Che pur dopo le siècle des lumières la cultura francese ha avuto un' efficacia mondiale a cui tutto l'Occidente, e non l'Occidente soltanto, è debitore. Certo i contemporanei, in ispecie quando sfiorirono intellettualmente negli anni della monarchia di luglio e del secondo Impero, avevano, sopra tutti il Guizot e il Rémusat, orgogliosa coscienza del compito assolto. Un epigono, il Renan, condivideva tale coscienza e poi - con qualche tendenziosità - la tesi è riaffiorata in Giorgio Sorel. Ma la definizione della funzione storica di quest' epoca è sempre mancata.

Gli studi particolari francesi su questo periodo sono molti, ma nella valutazione è stata d'impaccio la concezione politico-nazionalistica che considera fase di decadenza quella seguita alla caduta di Napoleone (confondendo spesso tutta l'epoca con la piccola politica dei Borboni restaurati) e l'ingiusto scadimento di quella Francia contemporanea ha subito la tradizione della civiltà rivoluzionaria. E si aggiunge anche qualcos' altro. In Francia molta parte della vita intellettuale è concepita in funzione di un concetto tutto proprio: l'esprit e per un ovvio trapasso, da l'esprit ci si volge all'interesse e alla curiosità psicologica. Di solito, dagli studiosi di Francia, un pensiero vien valutato per l'ambiente in cui fu pronunciato - salotto, giornale, assemblea - per gli echi che suscitò, per il legame che poté avere con motivi personali, erotici, economici, per l'eificacia oratoria, di sorpresa di replica, per bagliori improvvisi ed epigrammatici di verità. E forse in moltissimi dei protagonisti il pensiero valeva soltanto nella funzione sociale de l'esprit....
  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.