Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


L'Abbandono dei Bambini in Europa Occidentale

Demografia, diritto e morale dall'Antichità al Rinascimento

Rizzoli
Disponibile in copia unica
€ 24,00
Quantità

prefazione dell'autore, traduzione di Francesca Olivieri.
pp. 528, 17 tavv. f.t., Milano
data stampa: 1991
codice isbn: 978881733171

In questo saggio sconvolgente e rivelatore, John Boswell affronta un tema curiosamente e colpevolmente trascurato dagli storici: l'abbandono dei bambini. Incuriosito dai numerosi riferimenti a questa pratica nella letteratura cristiana del primo millennio, Boswell ha deciso di approfondire il problema: utilizzando numerose e disparate fonti (codici civili e leggi ecclesiastiche, archivi di tribunali, parrocchie, orfanotrofi e altre istituzioni, ma anche opere d'arte), è riuscito a squarciare il velo che occultava un aspetto significativo della storia della civiltà.
In primo luogo Boswell dimostra che, in epoche in cui la contraccezione era assai problematica, l'abbandono dei bambini svolgeva un ruolo fondamentale nella pianificazione familiare e nel controllo demografico. Si tratta di un fenomeno di drammatica diffusione, anche in tempi relativamente recenti: per esempio, a Lione tra il 1750 e il 1789 veniva abbandonato un bambino su tre; a Firenze, all'inizio del XIX secolo, i trovatelli erano il 43 per cento dei battezzati.
In secondo luogo i bambini lasciati dai genitori sulle soglie di chiese e conventi e in altri luoghi deputati spesso sopravvivevano: per essere allevati in altri focolari, diventare chierici, venire utilizzati come schiavi o prostitute. Per secoli, le autorità civili e religiose hanno provveduto a controllare e regolare una pratica che la nostra sensibilità giudica riprovevole e in ogni caso eccezionale. L'abbandono dei bambini offre dunque una sorprendente investigazione sul nostro passato e sull'evoluzione della mentalità e della moralità occidentali, e riscopre il fondamento storico di uno dei topoi più classici della. mitologia e della letteratura, a partire da Edipo e Mosè.
Ma Boswell non è solo un brillante erudito, uno studioso che utilizza un inedito metodo d'indagine storica. La sua prosa sempre viva e appassionata ci fa comprendere la disperazione dei genitori che si trovavano costretti a liberarsi della loro prole; e ci fa apprezzare in misura ancora maggiore la generosità di coloro che a questi bambini offrivano il cibo, un tetto e un'educazione. È questa l'aliena misericordia, la « gentilezza degli estranei» così spesso evocata, che getta su un passato per molti aspetti crudele e spietato un raggio di compassione e di umanità.

John Boswell, docente di storia all'università di Vale, è autore di saggi di profonda erudizione, dedicati in particolare ai problemi della tolleranza sociale delle minoranze. Tra le sue opere ricordiamo The Royal Treasure, The Three Religions of Medieval Spain e Cristianesimo, tolleranza, omosessualità (pubblicato in Italia nel 1989), che ha vinto nel 1981 l'American Book Award per la storia.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.