Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Atti di Adorazione


De Agostini
Disponibile in copia unica
€ 18,00
Quantità

traduzione dal giapponese all'inglese di John Bester, traduzione dall'inglese di Gaspare Bona.
pp. 224, Novara
data stampa: 1991
codice isbn: 978884029089

Questi sette racconti ora pubblicati per la prima volta in Italia, a vent'anni dalla morte dell’Autore, appartengono a vari momenti della vita dello scrittore e riflettono perciò sensibili variazioni di contenuto e di stile. Ma i tratti fondamentali sono comunque quelli del miglior Mishima, ossia I abilità di suggerire diversi piani di significato che si svelano in successive riletture, la bellezza del linguaggio figurato, la capacità di avvolgere ogni singola vicenda in un atmosfera particolare.
I racconti, che esigono un impegno di lettura per essere gustati fino in fondo, sono soprattutto diretti ad approfondire l’osservazione psicologica dei turbamenti adolescenziali, condotta con uno stile che alterna passi oggettivamente descrittivi a virtuosismi di coloriture molto raffinate, con la ricerca di effetti surreali.
L’esile conflitto tra un giovane e la sua ragazza, metaforizzato nel racconto Pane all'uva, la protesta patetica dei giovani ne La spada, ambientato nel mondo del kendo con tante implicazioni del rapporto padre-figlio, il richiamo-rifiuto per la civiltà occidentale riscontrabile in Tramonto sul mare, l'inquietudine per l'insorgere della sessualità in un adolescente, delicatamente affrontata ne La sigaretta, uno dei brani di maggior valore letterario, la rappresentazione del contrasto tra artista e uomo d'azione simboleggiato in Martirio sono alcuni dei motivi d'interesse di queste pagine, che si prestano, come si è detto, a diversi piani di interpretazione. Il racconto più completo e anche più compiutamente definito è senza dubbio quello da cui ha preso spunto il titolo del libro, Atto di adorazione, ispirato dalla reale figura di un noto studioso giapponese; ma al di là di questa identificazione-limitazione, la narrazione è tutta retta da una tensione di enigma e di poesia che coinvolge in una particolarissima esperienza di lettura.

Yukio Mishima (il cui vero nome era Kimitake Hiraoka), nato a Tokyo nel 1925 e morto suicida nel 1970, ha lasciato 40 romanzi, 18 opere teatrali, 20 volumi di racconti. Oltre che scrittore, fu attore, regista di cinema e di teatro, direttore di un'orchestra sinfonica. Praticava il culturismo ed era un esperto schermidore. Tra i romanzi tradotti in italiano si segnalano: Colori proibiti (De Agostini), Morte di mezza estate, Dopo il banchetto, Cavalli in fuga, Il sapore della gloria, La via del samurai.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.