Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Raccolta dei Frammenti, Interpretazione e Commentario di Salomon Luria

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Bompiani
€ 40,00
Quantità

testi greci e latini a fronte, versione russa in appendice, introduzione di Giovanni Reale, Bio-bibliografia di S. Luria di Svetlana Maltseva, traduzione dal russo di Anastasia Krivushina, traduzione e revisione dei testi greci di Diego fusaro.
pp. LIV-1738, Milano
data stampa: 2007
codice isbn: 978884525804

Democrito di Abdera può essere considerato il punto di arrivo di tutta la filosofia natura lista presocratica, per la sua geniale soluzione in senso pluralista delle aporie eleatiche sull'essere e sul nulla (da lui reinterpretati come atomi e vuoto) e per la sua traduzione fisica del pitagorismo matematico; già in epoca antica, le sue intuizioni sulla struttura atomica della materia, la vastità della sua produzione scientifica, e la profondità delle sue sentenze morali, gli meritarono una menzione speciale come uno dei più importanti pensa tori da porre sullo stesso piano di Platone e Aristotele; a Democrito, del resto, risale ogni tradizione materialista, passando per Epicuro e giungendo fino a Marx, che non a caso dedicò la sua tesi di dottorato a questi due filosofi dell'antichità. La presente edizione, con traduzione, commento e numerosi apparati, è il capolavoro del filologo russo Salomon J. Luria (1891- 1964), frutto degli studi di tutta la sua vita, e pubblicato postumo a Leningrado nel 1970; la raccolta dei frammenti superstiti di Democrito raddoppia per estensione la sezione sugli Atomisti antichi della classica edizione tedesca di Diels e Kranz, ma soprattutto il vastissimo commentario ci restituisce un Democrito precursore della scienza antica a tutto campo, e, per certi versi, molto più "moderno" di Aristotele sul versante della fisica e della biologia. L'interpretazione di Luria mira poi a ricostruire una vera e propria polemica tra i "materialisti" e gli "idealisti" del pensiero greco, con un'evidente tendenza ad attribuire ai primi la palma della vittoria; nello stesso tempo, Luria offre una innovativa storia degli effetti del pensiero democriteo, che ha avuto esiti impensabili non solo nella tradizione materialista, ma persino nella teologia cristiana gnostica di Valentino e nelle raccolte bizantine di massime morali. In appendice è riprodotta anche la versione russa dei frammenti democritei, un'importante testimonianza della presenza della filosofia antica in Unione Sovietica nel periodo del comunismo.

"Platone voleva dare fuoco agli scritti di Democrito, almeno a tutti quelli che fosse stato in grado di raccogliere, ma gli fu impedito dai Pitagorici Amicla e Clinia, poiché non era un gesto di alcuna utilità, in quanto quei libri erano già diffusi tra molte persone. Ed è evidente che ciò è successo perché Platone, pur citando tutti gli antichi filosofi, non si ricorda mai di menzionare il solo Democrito, neanche quando dovrebbe controbattere le sue posizioni, ben sapendo che, in tal caso, l'agone sarebbe insorto con il migliore dei filosofi." (dall'Introduzione di Salomon Luria)

Salomon J. Luria (Moghilev, 1891 - L'vov, 1964) è stato uno dei maggiori filologi classici in Unione Sovietica. Ha insegnato nelle Università di Samara, di Leningrado e di L'vov, ed è autore di più di duecento lavori scientifici (per lo più in russo) riguardanti la storia antica greca e latina, la letteratura, la linguistica, l'epigrafia, l'etnologia, la filosofia e la storia della matematica greca. Tra le sue opere su Democrito pubblicate anche in tedesco, ricordiamo Die Tnfinitesimaltheorie der antiken Atomisten (1932) e Zur Frage der materialistischen Begriindung der Ethik bei Demokrit (1964).

Giovanni Reale (1931) è uno dei massimi studiosi del pensiero antico e la sua sterminata produzione scientifica spazia dagli inizi della filosofia greca fino all'influsso di questa sul pensiero cristiano tardo-antico; dei Presocratici si è occupato a varie riprese: oltre al primo volume della sua Storia della filosofia greca e romana (Bompiani, 2004), dedicato all'Orfismo e ai Presocratici naturalisti, ha pubblicato negli anni Settanta l'edizione dei frammenti e delle testimonianze di Melisso di Samo; in questa collana ha pubblicato l'edizione di Parmenide, Sulla natura (200 l) e ha curato la prima traduzione integrale con testi originali a fronte dei Presocratici (2006), nella raccolta di Diels e Kranz. La presente edizione italiana del Democrito di Luria è stata condotta in collaborazione con una équipe di studiosi italiani e russi, composta da Svetlana Maltseva, Anastasia Krivushina, Diego Fusaro e Giuseppe Girgenti.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.