Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Anatomia del Male

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x

Natura e cultura dell'aggressività - Gli istinti e i valori morali universali: le implicazioni etiche e filosofiche delle più recenti scoperte di biologia, etologia e antropologia.

Garzanti
€ 21,00
Quantità

prima edizione, traduzione dal tedesco di Umberto Gandini.
pp. 158, Milano
data stampa: 1991
codice isbn: 978881159897

L'uomo è naturalmente malvagio? Il «vero bene» è il frutto della specificità della natura umana, mentre il «vero male» scaturisce dall'istinto? O forse è vero il contrario, e il male è un frutto della civiltà e della cultura?

Nel corso della storia, filosofi e biologi hanno disputato senza sosta a favore dell'una o dell'altra tesi. Konrad Lorenz, per esempio, sostiene che il «cosiddetto male» - l'istinto aggressivo predisposto a fin di bene dal grandioso progetto dell'evoluzione - avrebbe subito nell'uomo una fatale distorsione, causata dalle condizioni di vita imposte dal processo di civilizzazione.

Questo saggio brillante e informatissimo, basato sulle più recenti indagini di genetisti, antropologi ed etologi, dimostra invece che, per quanto attiene alla morale, la natura è del tutto indifferente.

Secondo Christian Vogel, l'uomo - protagonista di un'impresa evoluzionistica di enorme portata - si è trovato costretto a superare la propria eredità biogenetica e il principio basilare dell'egoismo; in questo modo, si è assunto la responsabilità di confrontarsi con le nozioni autonome di «vero bene» e di «vero male», e di scegliere tra egoismo e altruismo, i due poli opposti ma indissolubilmente interconnessi della nostra esistenza. Nell'essere umano, l'assassinio, il piacere di uccidere, le torture e i massacri appaiono complementari alla pietà, alla fratellanza, alla filantropia, alla disponibilità a soccorrere il prossimo: è questo, afferma Vogel, l'onere che il destino ha imposto alla nostra specie, impegnata in un'eterna lotta contro una natura riluttante.

Christian Vogel, nato a Berlino nel 1933, è direttore dell'Istituto di antropologia dell'Università di Gottinga. Come ricercatore, si è occupato principalmente del comportamento dei primati e di biologia umana. È autore di diversi saggi sulla teoria dell'evoluzione e sulle premesse antropologiche dell'etica.

Indice:

Introduzione

1 La selezione naturale e il principio dell'egoismo
2 La biologia dell'evoluzione e la "doppia morale"
3 Dall'uccidere all'assassinare

Conclusione
Note

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.