Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Donna Delinquente, la Prostituta e la Donna Normale (La)

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x



et al.
€ 32,00
introduzione di Mary Gibson e Nicole Hahn Rafter, prefazione di Cesare Lombroso, traduzione di Marina Morpurgo.
pp. XIV-626, 8 tavv. b/n illustrazioni originali del 1893, Milano
data stampa: 2009
codice isbn: 978886463005

A distanza di ottantaquattro anni dall’ultima edizione, et al./ edizioni ripropone la prima edizione (1893) de La donna delinquente, la prostituta e la donna normale, completa di tavole e apparato iconografico. Si tratta di un’opera significativa nel panorama culturale dell’Italia post-unitaria, di cui Cesare Lombroso, medico e giurista, fondatore dell’antropologia criminale, fu un grande protagonista.

Si tratta di un viaggio dal sapore darwiniano e positivista nell’universo criminale femminile di fine Ottocento. Come vent’anni prima ne L’uomo delinquente, la misurazione di varie parti del corpo – crani, denti, occhi ecc. –, l’analisi di tatuaggi e oggetti di artigianato prodotti in carcere e altre tecniche d’indagine che oggi farebbero sorridere, portano il criminologo a sostenere l’esistenza di criminali occasionali e criminali nate. Queste ultime si distinguono dalla donna normale, ovvero da colei che non delinque, per la presenza di anomalie fisiche che Lombroso chiama caratteri degenerativi.

L’opera ebbe un notevole impatto sulle riflessioni successive. Lo spiegano bene nella prefazione Mary Gibson e Nicole Rafter, rinomate studiose dell’opera lombrosiana e della criminalità femminile. Al contrario de L’uomo delinquente, ben presto condannato per la sua inconsistenza scientifica, La donna delinquente fu considerata un’opera attendibile, poiché forniva una giustificazione dell’inferiorità biologica della donna. E fu proprio per questo che influenzò gli studi sulla devianza femminile fino agli anni settanta del Novecento.

La pseudo-scientificità del metodo lombrosiano è oramai un dato assodato. Vanno tuttavia riconosciuti i tratti moderni e innovativi del fondatore della criminologia, sottolineando l’attenzione di Lombroso per temi e argomenti inusuali considerati tabù nell’epoca in cui li propose, come il lesbismo e la sessualità femminile.

Mary Gibson insegna Storia presso il John Jay College of Criminal Justice e il Graduate Center della University of New York. Insieme a Nicole Hahn Rafter, criminologa, ha tradotto e curato l’edizione inglese de La donna delinquente pubblicata da Duke University Press.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.