Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Storia di Giuseppe (La)

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Dal Mysterium Magnum.

Laterza
€ 7,75
Quantità

Rist. Anast. 1938
pp. 256
data stampa: 1982
codice isbn: 978884202013

Al termine di una vita tutta dedicata ad approfondire e sviluppare un'intensa esperienza religiosa e speculativa, Jakob Bohme (1575-1624) raccoglie e condensa nel Mysterium Magnum (1623) il frutto delle sue meditazioni sul primo libro di Mosè. L'opera è destinata a spiegare la rivelazione della parola divina, la creazione, il regno della natura e della grazia, affinché l'uomo possa giungere a comprendere meglio che cosa sia Adamo e che cosa sia Cristo, come debba considerare se stesso nella luce della natura e in che cosa consista la sua vita temporale ed eterna. Contro le forme di interpretazione dottrinale ed erudita che minacciavano di ridurre l'incontro vivificante con la Scrittura a semplice decifrazione storico-filologica di una « lettera» morta e mortificante, Bohme propone una lettura della Genesi fondata sullo sforzo di riportare il testo sacro alla tensione insieme storica ed eterna tra l'uomo caduto e l'uomo redento. Rivelazione e redenzione vengono viste così in un quadro che è insieme cosmico e storico e nel quale confluiscono e si intrecciano in una sintesi non sempre perspicua, ma per molti aspetti suggestiva, motivi mistici ed alchimistici, teosofici e naturalistici, che avranno notevole risonanza anche nel romanticismo e nell'idealismo tedesco. Alla grandiosità dello scenario e alla complessità dei contrasti nei suoi elementi corrisponde un linguaggio ricco di immagini e di simboli inteso a ricreare con forza poetica e profetica insieme quel legame profondo tra microcosmo e macrocosmo - motivo anche questo assai caro all'« età di Goethe» - dal quale soltanto l'anima può trarre la forza per comprendere il proprio destino di salvezza e riesprimere con parola visibile la parola invisibile da cui deriva ed è sostanziata l'intera creazione. Nei personaggi e negli eventi biblici si possono così ravvisare « figure » che anticipano ed esprimono il senso tanto di ogni singolo uomo quanto dell'intera umanità e cristianità. Di questo grande affresco biblico è presentata qui l'ultima parte che tratteggia ed interpreta la storia di Giuseppe, una figura che non ha mancato di affascinare anche grandi artisti, da Goethe a Thomas Mann. Giuseppe rappresenta per Bohme l'intera condizione del cristiano di fronte a Dio e al mondo e la sua storia ci insegna come Adamo possa diventare Cristo o, meglio, come Cristo assuma in sé la natura umana caduta per rigenerarla e trasfigurarla inmooo da renderla nuovamente degna del mondo celeste. La storia di Giuseppe si conclude con il T estamento di Giacobbe dove il processo di redenzione si dispiega come una vera e propria teologia della storìa in cui Bohme, nella linea delle grandi interpretazioni delle diverse epoche in chiave biblica e profetica, descrive simbolicamente, attraverso il destino delle tribù di Israele, « tutto il temo po che dura il mondo da Adamo alla fine ». (Valerio Verra)

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.