Martedì 21 Gennaio 2020
 alle 20.00
presso la Libreria Aseq, Via dei Sediari, 10


Alessandro Sbordoni
 presenta 
La Libertà come Metodo.
Introduzione all'iniziazione liberomuratoria
nelle sue relazioni con le pratiche del quotidiano
Edizione Tipheret


Intervengono Bernardino Fioravanti,
Bibliotecario del Grande Oriente d'Italia
e Francesco Borgognoni,  
Gran Segretario del Grande Oriente d'Italia



È ravvisabile un'identità attuale della Libera Muratoria moderna, che le consenta di slanciarsi verso il futuro? Per quanto suoni come un paradosso, si può rispondere a questa complessa domanda solo facendo della libertà, di quella libertà del tutto particolare che costituisce il fondamento stesso della Libera Muratoria, un vero e proprio metodo. Lavoro introspettivo e conoscenza di sé, comportamenti etici, dialogicità della comunicazione interpersonale, intreccio tra visione spirituale e vita concreta: l'iniziazione massonica coinvolge tutta la vita, fin nei più insignificanti aspetti del quotidiano. Pur conservando infatti l'iniziazione tutta la sua vertiginosa e profondissima spiritualità, essa deve però trovare un punto di applicazione nella realtà contestuale dell'iniziato: questo sembra essere il "messaggio", davvero attuale, di quel particolare tipo di iniziazione operativa e speculativa insieme che è l'iniziazione massonica. La deriva globalizzata dell'economia travalica ormai con evidenza gli stati nazionali, mettendo in crisi le conquiste di democrazia, uguaglianza e libertà delle quali la Massoneria è da sempre convinta portatrice. La Libera Muratoria mondiale ha quindi un'altissima responsabilità, non solo nei suoi stessi confronti ma anche nei confronti di tutta la nostra difficile e complessa epoca storica: la responsabilità di perseguire una civiltà futura davvero «umana», in tutta la complessità e «dignità» che tale termine comporta.

Alessandro Sbordoni
, compositore. Si è formato accanto a compositori come Guaccero, Evangelisti, G. Manzoni, Henze. Ha diretto dal 1986 per vari anni l'associazione Nuova Consonanza, e ha fatto parte dell’omonimo Gruppo di Improvvisazione. Da diversi anni si dedica all’improvvisazione, conducendo anche una ricerca sulla sua estetica. Ha inoltre al suo attivo più di settanta partiture. Nella sua produzione: Durch die Lieb’allein per orchestra (1990); Siriusconcerto per fisarmonica e orchestra (2009); Il «melologo comico» Quattro intermezzi, su testi di Stefano Benni (2003); Sehn-sucht, atto lirico in 6 quadri dal Wilhelm Meister di Goethe (1995); «Sì vulnerabil polpa», dal Falstaff di Verdi, su testi di Vittorio Sermonti (2007); Lighea (1988); Fabula, da Poliziano (1994).

Francesco Borgognoni, Gran Segretario del Grande Oriente d’Italia, membro della R. L. Labirinto n. 1372 Or. Firenze, Presidente del Collegio dei Maestri Venerabili della Toscana per due mandati dal 2013 al 2016 e dal 2016 al 2019. 

Bernardino Fioravanti, Bibliotecario del Grande Oriente d’Italia, membro della R. L. Giuseppe Leti n. 1206 Or. Roma, è stato nominato Gran Maestro Onorario nella Gran Loggia del 2019. 



Ingresso libero fino ad esaurimento posti (circa 60).
Per qualunque altra informazione potete contattare la Libreria Aseq allo 06 6868400 oppure all'indirizzo email info@aseq.it