Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Struttura Interna Dell'I King

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Astrolabio
€ 32,00
Quantità

prefazione di Zentatsu Baker-Roshi (Abate del San Francisco Zen Center), premessa dell'autore, introduzione di John Blofeld, traduzione di Giuliano Giustarini.
pp. 216, nn. ill. b/n, Roma
data stampa: 1998
codice isbn: 978883401289

Prima di diventare un libro di divinazione, l'I King era soprattutto un libro di sapienza, un libro con una struttura che esprimeva una chiara visione del mondo. Ed è proprio la ricerca di tale struttura che ha condotto Govinda da uno studio analitico e matematico dei rapporti tra i trigrammi (la base del sistema divinatorio) a una visione globale che traduce spazialmente la complessità del Libro dei Mutamenti, rendendola immediatamente leggibile e accessibile al lettore.

Govinda è riuscito a rintracciare la vera anima di questo testo sacro, magico e antichissimo, riconciliandone le due versioni storiche, quella di Fu Hi e quella del re Wen, ripristinando inoltre la posizione di alcuni esagrammi, il cui ordi ne era stato invertito nella notte dei tempi.

Una volta scoperta la struttura interna dell'I King, molte sue 'sentenze' si arricchiscono di nuovi significati, e diventano in questa luce più pregnanti e più ricche di possibilità e sfaccettature. Infine, nasce anche la possibilità di una tipologia psicologica basata sull'I King, che ovviamente si ispira anche alla psicologia del profondo junghiana.

Lama Anagarika Govinda (Ernst Lothar Hoffmann) è uno di quei pochi personaggi, come Alexandra David-Neél, Christmas Humphreys e Alan Watts, per nominarne alcuni, che hanno fatto da 'interpreti' delle filosofie orientali in Occidente.

Nato nel 1898 in Germania, era di interessi vastissimi: aveva studiato filosofia, architettura, arte, archeologia, e aveva viaggiato in quasi tutti i paesi buddhisti (prima a Ceylon, poi in India e Birmania, infine in Tibet), in un continuo pellegrinaggio spirituale. Nel 1929, dopo esser stato ordinato anagarika (pellegrino senza dimora), si dedicò allo studio della lingua pali; nel 1931 incontrò il buddhismo tibetano, e divenne discepolo di Tomo Geshe Rinpoche. Dopo la seconda guerra mondiale la sua fama si diffuse. Tenne conferenze in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone, e pubblicò numerosi libri, tra cui I fondamenti del misticismo tibetano. È la sua opera più importante, perché può essere definito il primo resoconto sul buddhismo tibetano visto dall'interno.

Così Govinda descrisse se stesso: "un uomo di nazionalità indiana, di ascendenza europea e di fede buddhista, che appartiene a un ordine tibetano e crede nella fratellanza dell'uomo".
È morto negli Stati Uniti nel 1985.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.