Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Mistici Medievali


Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 12,00
Quantità

prefazione di Divo Barsotti
pp. 152, ill. b/n, Torino
data stampa: 1956
codice isbn: 300000001101

Che cos'è la mistica vien detto già dal primo che qui scrive su Francesco d'Assisi: quasi a prevenire ogni confusione, i poeti e gli scrittori, cui è dato di volta in volta la parola in questo piccolo libro, tengono a sottolineare l'originalità dell'esperienza mistica riguardo all'esperienza poetica e a prevenire la confusione che vede nella mistica il frutto naturale di una certa età; essi anche ci dicono che pur appartenendo a una civiltà, pur muovendosi in un certo ambiente storico i mistici sono gli uomini più liberi dai legami del tempo. Sono in comunione fra loro come in una sola famiglia anche se ognuno ha una sua propria esperienza. Tuttavia vi è certo una ragione nel fatto che alcuni poeti abbiano avuto a presentare dei mistici, e una ragione ancora nella scelta del tempo in cui essi fiorirono.

Nelle pagine in cui si parla dell'Hadewijch giustamente si accusa il nostro spirito moderno che troppo spesso accetta dalla poesia una «mistica di ritorno senza le sue basi legittime, una mistica spuria, letteraria, disunita dall'atto che realizza il mistero».

Indice:

Prefazione


Da San Francesco a San Bonaventura


Jacopone da Todi


Angela da Foligno


San Sergio di Radonez


Raimondo Lullo


Santa Caterina da Siena


Matilde di Hackeborn


Hadewijch


Ruysbroeck l'ammirabile

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.