Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Scipione Africano

Un uomo più grande di Napoleone

Disponibile in copia unica
€ 22,00
Quantità

pp. 200, Roma
data stampa: 1975
codice isbn: 300000000297

PUBLIO CORNELIO SCIPIONE AFRICANO - quasi ignorato dalla storiografia italiana, ma non da quella straniera - fu un grandissimo condottiero e lo studio delle sue campagne ne rivela la straordinaria attualità delle concezioni.

Uomo colto e sensibile, conoscitore profondo della psicologia umana, Scipione eccelse nella rara prerogativa di accattivarsi durevolmente l'animo di amici ed avversari tanto da riuscire a trasformare in fedeli alleati di Roma nemici fieri e combattivi come Massinissa ed a pacificare anche le bellicose ed irrequiete tribù della Spagna, impiegando metodi e tecniche che oggi chiameremmo di guerra psicologica.

Tattico geniale e duttile, insuperabile nell'impiego della cavalleria e nel realizzare la sorpresa, abile tanto in campo aperto quanto nell'assedio di una fortezza, Scipione combatté quasi tutte le battaglie con forze inferiori a quelle dell'avversario, riuscendone sempre vittorioso grazie alle sue superiori capacità di manovra.

Stratega nella piena accezione del termine, Scipione improntò la condotta della guerra ad una visione globale della situazione, coordinando in modo mirabile i fattori militari con quelli politici ed economici.

Per quanto riguarda la componente militare della strategia, Scipione, primo tra i condottieri antichi, ebbe una visione interforze della guerra e, valutando correttamente l'importanza del potere marittimo, spinse a fondo l'attacco contro Cartagine e contro Antioco di Siria soltanto dopo aver conquistato la padronanza del Mediterraneo. Scipione, inoltre, fu un vero precursore della strategia indiretta e sotto questa luce deve essere vista la conquista della Spagna che, togliendo a Cartagine la possibilità di arruolarvi mercenari, in pratica le sottraeva gran parte del suo potenziale bellico.

Per quanto attiene alle componenti politiche ed economiche, Scipione ebbe concezioni altrettanto moderne. Convinto, infatti, che soltanto trattati di pace onorevoli e giusti avrebbero tutelato stabilmente gli interessi di Roma, egli rifiutò sempre di attuare una dura politica di annessioni territoriali, sforzandosi invece di associare a Roma i popoli sconfitti, nell'intento di realizzare non un impero ma un'associazione di Stati, legati fra loro da permanenti interessi economici....

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.