Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Il Disegno e la Città

Considerazioni sull'architettura offesa

Libro d'occasione, recante eventuali tracce d'uso
Disponibile in copia unica
€ 15,00
Quantità

introduzione dell'autrice.
pp. 140, riccamente illustrato b/n, Roma
data stampa: 1992
codice isbn: 978888613402

Da Ippodamo da Mileto al Postmoderno, da Brunelleschi a Tommaso Moro, il libro di Vivina Rizzi svolge con rigore e originalità nuovissimi la propria indagine alla ricerca delle ragioni per le quali non si riescono più a produrre altro che sottospecie di città, in cui l'umanità vive in uno stato di sofferenza, non trovando più rispondenza tra se stessa e l'ambiente circostante.
Secondo l'Autrice, con la comparsa dell'intellettuale occidentale, che con la sua orgogliosa e lucida ragione produce uno scollamento nel corpo sociale, si afferma pure la singolare convinzione che una robusta intelligenza possa manipolare le cose umane e così, fin dall'epoca della filosofia greca, noi vedremo pensatori impegnati a modificare la società e a concepire città ideali per accoglierla.
La Grecia nel V secolo e il Medioevo rappresentano due momenti in cui si afferma un' evoluzione in senso intellettualistico: il primo verso le dottrine filosofiche dell'ellenismo, il secondo nel Rinascimento, intellettuale e razionale, di cui la nostra attuale cultura (e quindi la nostra architettura) rappresenta il compimento dei suoi ideali e il totale esaurimento della carica medievale.
Questi temi sono stati già ampiamente trattati dall'Autrice in sede universitaria, ma in questo libro Vivina Rizzi si rivolge a un uditorio più ampio. L'opinione pubblica, infatti, è divenuta più sensibile a quest'ordine di problemi, domandandosi con insistenza perché l'uomo d'oggi non sia più in grado di crearsi un ambiente rispondente alle sue esigenze, per cui trova più congeniale la città storica formatasi in epoche diverse dalla nostra, piuttosto che la nostra attuale città di espansione considerata, umanamente parlando, un fallimento.

Vivina Rizzi, che vive a Roma, è stata docente di Composizione architettonica e di Rilievo dei monumenti presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Roma 'La Sapienza'. È stata inoltre visiting professor di Urban space e Historical Research presso il Department of Architecture della Notre Dame University, N. D. Indiana, Usa. Dal 1972 ha la cattedra di Disegno presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma 'La Sapienza' e, da allora, ha fatto del suo corso un luogo di studio e di dibattito sui problemi relativi al significato della configurazione della città. Pressoché annualmente nell'ambito del suo corso. su questi temi ha organizzato seminari cui. tra gli altri, hanno partecipato con importanti contributi Hans Sedlmayr, Georges Duby, Ernst Gombrich. ecc. Professionalmente opera nel campo dell'architettura sacra: la progettazione, infatti, rappresenta il momento di verifica della sua ricerca scientifica.

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.