Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Vedere con gli Occhi del Cuore

Informatemi se questo titolo tornerà disponibile

x


Alle origini del potere delle immagini

Laterza
€ 20,00
Quantità

prima edizione, premessa dell'autrice.
pp. XII-196, 36 tavv. a colori e b/n f.t., Bari
data stampa: 2011
codice isbn: 978884209661

Il potere delle immagini, oggi così ovvio da essere un luogo comune, ha storia antica. Ha la sua origine in tempi passati, soprattutto fra Medioevo ed età moderna, quando l’affidamento al senso della vista e alla capacità di vedere e di immaginare è totale. La vista – praticata con gli occhi del corpo o con gli occhi della mente e del cuore – diventa un atto potente soprattutto per costruire una relazione con il divino. È nelle immagini sacre che la capacità comunicativa delle rappresentazioni figurate si manifesta in forma esplosiva.

Ottavia Niccoli indaga la relazione, continuamente riformulata, tra i fedeli e le immagini. Nel tardo Medioevo esse sono considerate come totalmente reali e consentono a uomini e donne di costruire un rapporto intensamente affettivo con il mondo soprannaturale. Le immagini su tavola o su carta riempiono le case, sono oggetto di una devozione quasi passionale, vengono baciate e abbracciate come persone reali, a esse si ricorre per chiedere la salute o il perdono. Il loro potere è così intenso da provocare esperienze visionarie delle quali ci restano affascinanti descrizioni.

A partire dalla seconda metà del Cinquecento, nel periodo critico della Controriforma, le immagini sacre sono oggetto soprattutto di reverenza e di omaggio. L’esperienza del ‘vedere con gli occhi del cuore’ è rigorosamente disciplinata dalla Chiesa tridentina e rifiutata nettamente dalla Riforma. È un passaggio che lascia un segno profondo nei modi di intendere le figure sacre, nel loro valore evocativo e sostitutivo, nella loro capacità di rendersi presenti e vive mediante lo sguardo.

Indice:

Premessa

I. Un'apertura del discorso
Bernardino da Siena, il nome di Gesù e le tre scritture, p. 3 - Vedere, visione: un atto potente, p. 9 - Vedere per credere, p. 16

II. Le icone domestiche
La devozione insegnata ai bambini, p. 22 - Tavolette di casa, p. 25 - Figure di carta, p. 30 - Quadretti «ala fiamenga», p. 34 - «Compagnuzzi dipinti», p. 38

III. Chiedere soccorso, chiedere conforto
Pregare per chiedere, p. 43 - Immagini per il conforto dei condannati, p. 50 - Atti di culto: baciare, salutare le immagini, p. 57

IV. «Sia nella mente croce figurata»
Croci protettive, p. 67 - Ricordando un bambino morto, p. 69 - Il venerdì santo di Gasparo Contarini, p. 72 - Croci dipinte, croci scolpite, p. 77 - «La croce la tengo allo core», p. 80

V. Dalla contemplazione delle immagini alle visioni
«Guarda», p. 85 - San Francesco nel presepio e sotto la croce, p. 88 - Due quadri di Lorenzo Lotto, p. 90 - Ignazio e gli «Esercizi spirituali», p. 96 - Immagini ed esperienza mistica, p. 98 - Come dipingere una visione?, p. 103 - Così Maria apparve nel sole a Padova, p. 107

VI. Una donna bianca sull'albero
Madonne in campagna, p. 114 - Il caso di Adele B.: una Madonna nel ginepro, p. 118 - «Come è raffigurata sull'altare della chiesa», p. 122 - Socialità delle visioni, p. 125 - La diffusione delle immagini, p. 132 - Immagini che prendono vita, p. 134

VII. Visioni censurate, visioni concesse
Un nuovo controllo della vita religiosa, p. 140 - Le visioni di Teresa d'Avila, p. 143 - Una Madonna in forma di farfalla?, p. 146 - «Il mio ritratto che vedo di continovo», p. 150 - Il delirio visionario di Simonetta Scorza, p. 164

Una conclusione: le immagini accecate
Referenze iconografiche
Indice dei nomi

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.