Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Antroposofia Psicosofia Pneumatosofia


€ 21,00
Quantità

traduzione di Adele Crippa, traduzione delle poesie di Emilio Ferrario, disegni di Leonore Uhlig
pp. 294, disegni in b/n, Milano
data stampa: 2012
codice isbn: 978887787486

Dodici conferenze tenute a Berlino dal 23 al 27 ottobre 1909, dal 1° al 4 novembre 1910 e dal 12 al 16 dicembre 1911.

Indice:

ANTROPOSOFIA

PRIMA CONFERENZA Berlino, 23 ottobre 1909

L'antroposofia come fondamento della teosofia. Teosofia, antroposofia, antropologia. Il teosofo Solger. Teologia e antropologia. Eraclito e la nascita della filosofia. Robert Zimmermann. Gli organi corporei dell'uomo e il loro divenire. Descrizione dei dieci sensi dell'uomo, dal senso della vita al senso del concetto. Il comune senso del tatto. I tre sensi spirituali.

SECONDA CONFERENZA Berlino, 25 ottobre 1909

La nascita dei sensi (dal senso della vita fino al senso del linguaggio) a partire dagli elementi costitutivi dell'uomo e dall'intervento di entità superiori. Diversificazione degli Spiriti di popolo nel senso del linguaggio. Esempi di diversificazione.

TERZA CONFERENZA Berlino, 26 ottobre 1909

Il senso del linguaggio o del suono articolato. Il senso del concetto o del pensiero. I sensi immaginativo, ispirativo e intuitivo e la loro esplicazione nell'interiorità quali sensazione, sentimento e pensiero logico. Correnti di forze nell'uomo: corpo senziente, anima senziente, corpo fisico, corpo eterico, corpo astrale e io. Anima senziente, anima razionale, anima cosciente e loro posto nell'uomo. La formazione del cuore e dell'occhio. Osservare, credere, convincersi a mezzo del pensiero. La diversa direzione principale del flusso sanguigno nell'uomo e nell'animale.

QUARTA CONFERENZA Berlino, 27 ottobre 1909

La posizione simmetrica del corpo fisico. La formazione del capo da parte di corpo senziente e anima senziente. Nascita del pensiero dalla chiaroveggenza antica. Pensare partendo da "io" e "anima razionale". L'evoluzione del corpo fisico; uomo e scimmia. Il volto umano plasmato dall'anima. Senso del linguaggio e senso del pensiero. L'apprendimento del linguaggio e le migrazioni dalla Lemuria all'Atlantide; e verso oriente per lo sviluppo del senso del pensiero. Il destino degli indigeni d'America. Formazione del pensare puro attraverso una rinnovata migrazione verso occidente. Differenza tra uomo e animale rispetto alla memoria. Calcolo e scrittura, entità contrapposte nell'uomo.

PSICOSOFIA

PRIMA CONFERENZA Berlino, 1° novembre 1910

Recitazione de L'ebreo errante di Goethe. I tre lati della vita animica: corporeo, animico e spirituale. I concetti di base della vita animica: "attività giudicante" e "amore e odio". Il giudizio. Nervo "motorio" quale nervo percettivo. Percezione e sensazione. Esperienza sensoria e pura esperienza interiore. Sensazione sensoria, quale confluenza inconscia di giudizio e amore e odio. La vita dell'anima quale somma delle sensazioni acquisite. La rappresentazione dell'io affiora fra le sensazioni. Bergson e la rappresentazione dell'io.

SECONDA CONFERENZA Berlino, 2 novembre 1910

Contraddizione tra sensazione dell'io e restante vita animica. Goethe e L'ebreo errante. Il padrone esteriore e interiore nella vita dell'anima. L'autonomia della vita di rappresentazione. La non comprensione. Natura della noia. La mancanza di noia nell'animale. Una cura contro la noia. L'abolizione dello spirito da parte della Chiesa. I giudizi in connessione con il linguaggio. L'immagine dell'anima.

TERZA CONFERENZA Berlino, 3 novembre 1910

Recitazione della poesia Eleusi di Hegel. Natura di brama e rappresentazione. L'esperienza sensibile. L'attenzione. Le sensazioni dopo le percezioni. Sensazione interiore e sentimento. Il giudizio preme verso la risoluzione, e la brama cerca l'appagamento. La vita di sentimento. Impazienza, speranza, dubbio. Il giudizio quale elemento che esula dall'anima. Uomo guerriero e uomo gaudente. Contraddizioni fra giudizio e brama. Vita animica apportatrice di salute e malattia. Il giudizio estetico. Verità e vita dell'anima. Il valore dell'amore (quale interesse) e il valore della forza di giudizio. La volontà. La controvoglia.

QUARTA CONFERENZA Berlino, 4 novembre 1910

Recitazione di Pensieri poetici sulla discesa agli inferi del Cristo Gesù, di Goethe. Diverse disposizioni animiche di Hegel e di Goethe. La natura dei sentimenti. Correnti di amore e odio dal futuro al passato. La natura della coscienza. Il sorgere del giudizio e della rappresentazione dell'io. Autonomia della percezione dell'io. La penetrazione dell'io dall'alto al basso, ma verso il futuro. Il ricordo. Il pensiero a ritroso per rafforzare il corpo astrale. Esempi per rafforzare il ricordo. lo e "io è". La direzione del corpo fisico dal basso all'alto. Hegel e Goethe. La scuola freudiana. La necessità dell'indagine occulta. Franz Brentano, Lipps e Wundt.

PNEUMATOSOFIA

PRIMA CONFERENZA Berlino, 12 dicembre 1911


L'abolizione dello spirito nei primi secoli. Anton Günther messo all'Indice. La scienza moderna e anche Brentano rifiutano la tricotomia. La sua opera La psicologia dal punto di vista empirico. La ripartizione dell'anima secondo Brentano. Gli scritti di Brentano su Aristotele. La dottrina di Aristotele, priva del pensiero della reincarnazione. È necessaria la scienza dello spirito.

SECONDA CONFERENZA Berlino 13 dicembre 1911

Scienza dello spirito e scienza moderna. La realtà dello spirito. Hegel, Eucken, i materialisti. Feuerbach e il suo ateismo. L'errore come realtà. La correzione dell'errore è prova del mondo spirituale. La natura della meditazione. Necessità di una buona disposizione animica. La realtà dell'errore e Lucifero. Contraddizione nella concezione aristotelica. Buddismo e aristotelismo. Il valore dell'esistenza terrena e il non riconoscimento della reincarnazione. Il filosofo Frohschammer contro la reincarnazione. Le difficoltà per superare questo modo di vedere.

TERZA CONFERENZA Berlino, 15 dicembre 1911

L'errore quale entità soprasensibile. Il naturalista Huber e l'esperimento con i bruchi. Il carattere della percezione secondo Brentano. Goethe sul percepire. La meditazione della rosacroce. L'immaginazione come intima vita della rappresentazione. Concordanze e contraddizioni nella percezione e nell'immaginazione. La fantasia. Moti dell'anima e azione esteriore. La natura inconscia della volontà. L'intuizione, coscienza della vita volitiva inconscia. Il passaggio dai moti dell'anima all'intuizione. Due esempi di sogno. L'unione di intuizione e immaginazione attraverso l'ispirazione.

QUARTA CONFERENZA Berlino, 16 dicembre 1911

La pneumatosofia, trapasso dall'animico al soprasensibile. Frohschammer e "il corpo, carcere dell'anima". Il mondo immaginativo. L'esperienza immaginativa e la propensione all'illusione. Necessità di autoconoscenza e autoeducazione. L'accettazione del karma. Lo sviluppo superiore attraverso le incarnazioni. L'io di tutti i giorni. La nota amara nell'autoconoscenza. Uomo imperfetto e creazione divina. Goethe e la natura: Sul granito. L'incarnazione e la realtà dell'io. I teosofi del secolo diciottesimo: Oetinger, Bengel, Völker. Esortazione all'autonomia.


  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.