• Prezzo scontato

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

Antroposofia. Alcuni Aspetti della Vita Soprasensibile

Nove conferenze tenute a Dornach dal 19 gennaio al 10 febbraio 1924

€ 14,00
€ 13,30 Risparmia 5%
Quantità

traduzione di Mario Tabet
pp. 168, Milano
data stampa: 2011
codice isbn: 978887787457

"Dobbiamo pur guardare ai ricordi, se vogliamo gradualmente liberarci dalla vita umana transitoria. I ricordi che abbiamo durante la vita terrena sono effimeri, si dileguano nell'universo. Ma dietro i ricordi sta il nostro sé, sta quanto ci viene ulteriormente dato dal mondo spirituale per poter trovare la via che conduce dal tempo all'eternità." - Rudolf Steiner

Dopo vent'anni di attività come iniziatore dell'antroposofia, Rudolf Steiner illustra alcuni degli aspetti più rilevanti della vita nel mondo spirituale, per renderne più facile la comprensione e per facilitare il cammino della conoscenza.

Indice:

PRIMA CONFERENZA Dornach, 19 gennaio 1924

Antroposofia, la nostalgia dell'umanità contemporanea

Due problemi impellenti. La natura annienta l'uomo e diventa immagine se entra nell'interiorità umana. Non soddisfano più le risposte tradizionali di scienza, arte e religione. L'antroposofia vuol dare una risposta nuova.

SECONDA CONFERENZA Dornach, 20 gennaio 1924

La coscienza meditativa

Le forze della natura fisica distruggono il corpo fisico che è formato da un altro mondo. Sono simili alla natura solo i processi terminali del ricambio, non gli intermedi; essi sono affini a uno stadio precedente della Terra che ripetiamo in noi e che osserviamo nella meditazione. L'essenza della meditazione. La percezione eterica e astrale nell'evoluzione temporale.

TERZA CONFERENZA Dornach, 27 gennaio 1924

Il trapasso dal sapere consueto alla conoscenza iniziatica

Occorre acquisire una coscienza per l'universo. Il compito dell'antroposofia. Le due porte del Sole e della Luna portano al mondo soprasensibile. Il Sole e la Luna. L'influsso che altri hanno su intelletto o su volontà sono indici di nessi karmici.

QUARTA CONFERENZA Dornach, 1° febbraio 1924

Il pensiero rafforzato e il secondo uomo. Il tramare del respiro e l'uomo d'aria

I limiti del pensiero di fronte agli enigmi della natura e dell'anima. Il pensiero rafforzato dalla meditazione porta a vedere un secondo uomo inserito nel mondo stellare. Nessi fra corpo e mondo fisico, e fra corpo e mondo eterico. La coscienza vuota e l'esperienza astrale, connesse con l'uomo d'aria. La lira di Apollo.


QUINTA CONFERENZA Dornach, 2 febbraio 1924

L'amore come forza di conoscenza. L'organizzazione dell'io nell'uomo

La sfera eterica e quella astrale. Il corpo eterico è organismo temporale, l'astrale appare dallo spirito. La forza conoscitiva dell'amore. Il dolore nell'iniziazione. La conoscenza dell'io della precedente incarnazione. L'io e l'organismo del calore. Impulsi morali attivi nell' organismo del calore da incarnazioni precedenti.

SESTA CONFERENZA Dornach, 3 febbraio 1924

I pensieri cosmici dominanti nell'aria espirata. L'io reale, attivo negli sviluppi di calore

Il sonno. I contenuti della coscienza ispirata affiorano nel sonno come ricordi. Io e corpo astrale nella veglia e nel sonno. Essenza di ispirazione e intuizione. Nel sonno si ritorna alla vita prenatale o all'incarnazione precedente. Metamorfosi del concetto di tempo. La morte. Il ricordo. I ricordi nel cosmo dopo la morte. Corrispondenze fra uomo e mondo.

SETTIMA CONFERENZA Dornach, 8 febbraio 1924

Le relazioni della vita di sogno con la realtà esteriore

La vita di sogno per la comprensione di passato e avvenire dell'uomo. Sogni che rispecchiano simbolicamente o la vita esteriore o processi interni, e loro derivazione. Quando è attivo il corpo astrale vi è affinità con la vita immaginativa. Il nesso fra immaginazione e immagine onirica rispetto agli organi interni.

OTTAVA CONFERENZA Dornach, 9 febbraio 1924

Relazioni tra mondo dei sogni e conoscenza immaginativa. Come si diviene debitori verso la vita. I fondamenti del karma

La percezione immaginativa. L'organismo tripartito umano visto immaginativamente e legato con vite passate e future. I ricordi. Lo sguardo retrospettivo dopo la morte. Le azioni morali viste immaginativamente. L'esperienza del divenir debitori verso l'universo e la formazione del karma. Nel sogno sperimentiamo la parte spirituale della vita diurna.

NONA CONFERENZA Dornach, 10 febbraio 1924

La capacità mnemonica dell'uomo

Il ricordo visto dalla vita fisica. Il quadro mnemonico dopo la morte che si dissolve nell'universo. Le esperienze del kamaloca e la formazione della nostra autocoscienza. L'ingresso nel mondo spirituale e l'esperienza delle entità spirituali. L'impulso al pareggio karmico.

NOTE

VITA E OPERE DI RUDOLF STEINER

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.