Ricerca avanzata

Argomenti (categorie) ai quali appartiene questo titolo


Tags ai quali appartiene questo titolo

La Tradizione Storica nel Quarto Vangelo


Paideia
€ 39,25
Quantità

traduzione di Stefano Cavallini e Antonio Ornella
pp. 532, Brescia
data stampa: 1983
codice isbn: 978883940205

«La tradizione storica nel quarto vangelo». Ma esiste veramente nei vangeli una tradizione storica? La rivolta contro lo «storicismo», che si annunziava in Germania già nel secondo decennio del nostro secolo, è penetrata piuttosto lentamente nel pensiero teologico della Gran Bretagna. Negli ultimi anni, però, la sua influenza è divenuta sempre più profonda ed ha finito per trasformare l'atmosfera dei nostri studi. Il problema del «Gesù storico», che ha tanto stimolato gli studi critici del Nuovo Testamento nel diciannovesimo secolo, non è più considerato dagli studiosi del nostro tempo come terreno di ricerca feconda; si ritiene, anzi, che non possa portare ad alcun risultato effettivo. Lo studio del simbolismo e della tipologia dei vangeli può farci progredire nella loro conoscenza assai più dei tentativi per stabilire il grado di «documentabilità» dei fatti (ed era tempo che ciò avvenisse). I vangeli sono stati scritti, secondo il detto corrente, «dalla fede e per la fede»; una ricerca, che si limitasse a prenderli unicamente come fonte d'informazione storica, fraintenderebbe quindi il loro carattere e l'intenzione dei loro autori.

Si può naturalmente, senza giungere alle posizioni estreme adombrate in questo atteggiamento, considerare il rifiuto dello «storicismo» come una reazione salutare, giustificata dalla sterilità crescente degli ultimi sviluppi della critica «liberale» e giudicare in modo positivo il risveglio d'interesse verso la testimonianza che i vangeli offrono alla fede e al culto cristiano come sono espressi nella liturgia e nella teologia della chiesa primitiva. È questa anche la mia convinzione. L'effetto del movimento, tuttavia, è stato generalmente quello di scoraggiare ogni serio tentativo di trovare nei vangeli la risposta al problema della loro storicità.

I teologi possono anche disinteressarsi alla ricerca del fatto «puro»; lo storico, però, che deve dar conto del movimento cristiano nell'àmbito dell'impero romano, deve sforzarsi di accertare se non si possano integrare per mezzo delle fonti cristiane le scarse notizie sulle sue origini che si trovano in Tacito o nel Talmud.

Indice:

Parte prima. La narrazione.


Sezione prima. Il racconto della passione.


I. Preliminari. II. I testimonia. III. Il congedo. IV. L'arresto. V. Il processo. VI. L'esecuzione. VII. La riunione.


Sezione seconda. Il ministero.


I. Preludio alla passione. II. Racconti di guarigione. III. La moltiplicazione dei pani e contesto immediato. IV. Il miracolo di Cana e la risurrezione di Lazzaro. V. Passi di transizione e annotazioni topografiche.


Sezione terza. Giovanni Battista e i primi discepoli. I. Introduzione. II. La testimonianza di Giovanni. III. Giovanni a Ennon presso Salim. IV. Il Battista nel quarto vangelo e nei sinottici. V. I primi discepoli.


Parte seconda. I detti. I. Il discorso e il dialogo nel quarto vangelo. II. Detti comuni a Giovanni e ai sinottici. III. La struttura formale delle parabole. IV. Serie di detti. V. Predizioni. Conclusione.


Index locorum, Index nominum, Indice delle tavole

  • Accettiamo i seguenti pagamenti:
- Carta di credito
- Paypal
- Bonifico bancario
- Conto corrente postale
- Contrassegno Accettiamo i seguenti pagamenti: - Carta di credito - Paypal - Bonifico bancario - Conto corrente postale - Contrassegno
  • Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a. Spedizione tramite Poste Italiane s.p.a.