Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Samadhi Yoga

Samadhi Yoga

Autore/i: Swami Sivananda
Editore: Vidyananda
pp. 266, Assisi (PG) Prezzo: € 18,00

Il samadhi è l’apice della scienza spirituale dello Yoga, lo stadio supremo dell’unione con il Divino. Scritto dalla profondità della realizzazione spirituale di Swami Sivananda – il grande santo yogi di Rishikesh – questo libro descrive la filosofia dello Yoga e i passi preliminari per giungere all’Unione e infine spiega i diversi tipi e stadi di samadhi.
Chi vuol fare l’esperienza meravigliosa del samadhi deve controllare la mente e il respiro, deve praticare Yoga e osservarne le regole. Per entrare nella meditazione profonda e nel samadhi, l’aspirante spirituale deve avere un ardente desiderio di liberarsi dal fuoco del samsara, come chi fugge da una casa in fiamme.
Samadhi significa annientamento o assorbimento della mente. La mente va ritirata dal mondo esterno e tenuta sotto controllo fino a dissolverla nel cuore. La mente disciplinata porta all’intensa contemplazione e fa entrare in nirvikalpa samadhi. Il samadhi segue la meditazione; la meditazione profonda è il samadhi.
Non si tratta di uno stato d’inerzia, oblio o annientamento, ma di uno stato d’assoluta coscienza che sfugge ad ogni tentativo di descrizione. Come il sale gettato in acqua si scioglie nell’acqua, così la mente unita al Divino alla fine si fonde nel Divino. Per un saggio non vi è ‘entrare’ e ‘uscire’ dal samadhi: ovunque vada e qualunque cosa faccia egli rimane sempre in samadhi e beve il nettare dell’immortalità in questa stessa vita.
Il samadhi non è una specie d’entusiasmo emotivo o un sentimento d’euforia, ma l’esperienza intuitiva diretta della Coscienza Assoluta, la Realtà Ultima, al di là di ogni sensazione, emozione, fremito ed eccitazione. Vi è perfetta consapevolezza, si rimane nel proprio centro e si realizza la libertà assoluta, l’indipendenza e la perfezione.
Nel samadhi non vi è tensione mentale, ma perfetto equilibrio, perfetta pace e silenzio; vi è il totale controllo delle funzioni mentali. Non c’è più ignoranza sulla propria natura spirituale: il piccolo ego finito viene assorbito nella Coscienza Infinita; la mente e i sensi cessano di funzionare, il velo dell’ignoranza è bruciato dal fuoco della conoscenza. Nel samadhi non c’è più il soggetto che medita né l’oggetto di meditazione. Il meditante discioglie la sua personalità nell’oceano di Dio, assorto e annullato fino a diventare un semplice strumento nelle mani del Signore.

Visualizza indice

Biografia di Swami Sivananda

Introduzione

Samadhi in sei mesi

Il Samadhi nelle Upanishad

Samadhi Yoga

1. Sadhana

2. Yoga 

Cos’è lo Yoga  

Chi è uno Yogi  

I Diversi Sentieri dello Yoga

3. La Mente e i suoi Misteri

La Mente e la sua Natura 

La potenza del Pensiero 

Guna 

Mente e Cibo 

I Desideri – Causa di Schiavitù

4. Il Controllo della Mente 

Purificazione della Mente 

Controllo dei Sensi 

La Lingua 

Il Voto del Silenzio 

La Conquista della Mente 

5. Cattive Qualità 

Collera 

Paura 

Orgoglio 

Odio e Gelosia 

Come Sdradicare le Cattive Qualità

6. Qualità divine

Verità

Ahimsa (non violenza) 

Giustizia

Coraggio – Forza 

Umiltà 

Titiksha 

Contentamento

Amore e Compassione 

7. Pranayama

Pratica del Pranayama 

Consigli sul Pranayama 

Istruzioni Speciali

8. Pratyahara

9. Dharana

10. Dhyana 

Meditazione 

La Meditazione nelle Diverse Vie 

Meditazione su Om 

Meditazione: Benefici ed Esperienze 

Ostacoli alla Meditazione 

Solitudine e Meditazione

11. Siddhi

Kundalini Yoga

12. Samadhi

Raja Yoga Samadhi

Bhakti Yoga Samadhi

Jnana Yoga Samadhi

Concentrazione

Appendice

Sonno e Samadhi

Glossario dei Termini Sanscriti

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Commenti

Lascia un commento




Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002