Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Nuovi Studi Aristotelici – II

Nuovi Studi Aristotelici – II

Fisica, antropologia e metafisica
Autore/i: Berti Enrico
Editore: Morcelliana
pp. 592, Brescia

Studioso di Aristotele di fama internazionale, Enrico Berti ha accompagnato la pubblicazione delle sue monografie con innumerevoli saggi sui vari aspetti del pensiero dello Stagirita, studi divenuti punti di riferimento nella letteratura critica. Con questo libro continua la raccolta sistematica dei saggi, in quattro volumi: Epistemologia, logica e dialettica, Fisica, antropologia e metafisica, Filosofia pratica, L’influenza di Aristotele nei secoli.

In questo secondo volume, accanto alle ricerche su fisica, finalità e tempo, stanno i saggi sull’anima e il soggetto. Ma la parte più ampia raccoglie i lavori dedicati a metafisica, antologia e teologia, ove si possono notare mutamenti nell’interpretazione dei testi aristotelici; in particolar modo, scrive l’autore, «il mutamento più grave […] è avvenuto a proposito della causalità del motore immobile. Mentre, infatti, per un’intera vita avevo sempre pensato, come la maggior parte degli interpreti, che questa fosse solo una causalità di tipo finale, studiando più intensamente il libro XII della Metafisica […] mi sono convinto che si tratta di una causalità di tipo efficiente, perciò negli studi pubblicati a partire da questo momento (1996) mi sono impegnato nella difesa di quest’ultima interpretazione, smentendo e rinnegando quanto io stesso avevo scritto al riguardo in precedenza».

Nell’appendice sono ospitati saggi dedicati alle «Dottrine non scritte» di Platone. Un affaticarsi trentennale su Aristotele e Platone che, proprio per le sue continuità e differenze, si è imposto come modello di ermeneutica storico-filosofica.

Etere, Dio e Diavolo

Etere, Dio e Diavolo

Autore/i: Reich Wilhelm
Editore: Sugarco
traduzione dal tedesco di Maria Luraschi (I-IV capitolo), traduzione dall’inglese di Maria Agrati (V-VI capitolo) pp. 208, Milano

La scoperta e l’indagine di Wilhelm Reich della funzione della pulsazione orgastica del plasma lo ha collocato al di fuori del contesto del pensiero umano quale si è configurato negli ultimi cinque millenni. Egli si è trovato in un nuovo, funzionale regno del pensiero. In Etere, Dio e Diavolo Reich descrive il processo del pensiero funzionale e lo pone in antitesi alle forme di pensiero meccanicistiche e mistiche. Egli rivela la dipendenza del pensiero nel suo complesso dal modo in cui l’uomo esperisce le sue sensazioni organiche, e indica nel contempo le interrelazioni esistenti tra metodi concettuali e struttura caratteriale. «Dio, come rappresentazione delle forze naturali della vita, della bioenergia dell’uomo, e Diavolo come rappresentazione della perversione e della distorsione di queste forze vitali, costituiscono la conclusione più estrema emergente dallo studio analitico-caratteriale della natura umana.

Excalibur – Anno IV – Numeri 1-2, 3-4 – 1980

Excalibur – Anno IV – Numeri 1-2, 3-4 – 1980

Rivista trimestrale di Storia delle Religioni ed Etnosociologia dell’Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
Autore/i: AA. VV.
Editore: Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
vol. 1,2 pp. 108; vol. 3,4 pp. 62, Roma

Annata Completa

Numero 1,2 / Gennaio – Giugno 1980

L. VALLI
Estratto da «Il supercattolicesimo di Dante» 

N. D’ANNA
La preghiera nel cristianesimo

G. FERRACUTI
L’amore, la Cortesia, il Rimpianto (parte I)

G. PARISI
L’invito della sapienza (parte I)

G. KREMMERZ
A proposito del cristianesimo (brani scelti da La Scienza dei Magi)

OFFICIUM PARVUM DE CRUCE

Numero 3,4 / Luglio – Dicembre 1980

EXCALlBUR

E. SANTACROCE
Per leggere Mordini

P. GALlANO
Nota introduttiva
Bibliografta

Premessa agli incontri con le Tradizioni d’Oriente (1958)

Tradizione e Rivelazione (1961)

Azione aristocratica (1961)

L’arco in cielo (1961)

Senso di Roma (1956)

Il saluto della Salvezza (1962)

Il coro del Mediterraneo (1958)

Excalibur – Anno III – Numeri 1-2, 3, 4 – 1979

Excalibur – Anno III – Numeri 1-2, 3, 4 – 1979

Rivista trimestrale di Storia delle Religioni ed Etnosociologia dell’Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
Autore/i: AA. VV.
Editore: Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
vol. 1,2 pp. 100; vol. 3 pp. 78; vol. 4 pp. 64, Roma

Annata Completa

Numero 1,2 / Gennaio – Giugno 1979

Principi di dottrina tradizionale

Il sacro e il profano, 3 – La tradizione, 11 – Lo pseudo-spiritualismo, 17 – La società tradizionale, 23 – La Cavalleria, 38 Bibliografia essenziale, 62

Il simbolo di Excalibur

La tradizione e la genesi del tradizionalismo attuale

Nota introduttiva

Testo

Numero 3 / Luglio – Settembre 1979

I FATI DELL’IMPERO – parte prima – Introduzione

M. POLlA – REX E IMPERIUM – Cap. I: Il rex e l’imperium nella Roma delle origini – Cap. II: I simboli romani del potere regale

P. GALlANO – LA TEOLOGIA DELL’IMPERO – Cap. I: L’impero di Roma e il cristianesimo – Cap. II: La concezione dell’impero sotto Costantino – Cap. III: L’interregno, i Carolingi, i Sassoni – Cap. IV: Il Senato di Roma custode dell’impero

Numero 4 / Luglio – Settembre 1979

EXCALIBUR

A. MORDINI
OR SAN MICHELE (introduzione di P. Galiano)

P. F. ZARCONE
IL MITO PRIMORDIALE DEL CRISTIANESIMO IN ATTILIO MORDINI 

S. SARTI
LA LEGGENDA DELL’ULTIMO IMPERATORE

N. D’ANNA
ALCUNI ASPETTI DELLA SPIRITUALITÀ MEDIEVALE 

G. FERRACUTI
LA LEGGENDA DELLA SANTA CAMPANA

Excalibur – Anno II – Numeri 1, 2, 3, 4 – 1978

Excalibur – Anno II – Numeri 1, 2, 3, 4 – 1978

Rivista trimestrale di Storia delle Religioni ed Etnosociologia dell’Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
Autore/i: AA. VV.
Editore: Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
vol. 1 pp. 68; vol. 2 pp. 63; vol. 3 pp. 67; vol. 4 pp. 67, Roma

Annata Completa

Sommario del Numero 1 / Gennaio – Marzo 1978

S. HARDING Orientamenti per un’interpretazione della via cavalleresca

G. ALFANI Il Principe in Dhuoda e in Machiavelli (1. parte)

G.TOSCA Manipolazione sovversiva del folklore

R. PALMIRANI I Nuovi Barbari

C. F. CARLl Il «Campo» di Pisa

P. GALlANO La manifestazione divina come Parola (2. parte)

EXCALlBUR
Risorgimento e Tradizione

Sommario del Numero 2 / Aprile – Giugno 1978

GUYOT Il Sacro Cuore e la presenza del Verbo Eterno

M. POLIA Il duplice potere di Giano e le sue funzioni

G. ALFANI Il principe in Dhuoda e in Machiavelli (2. parte)

TREVRIZENT La Regola dell’Ordine Costantiniano

A. ORTOLANI La sesta chiave

Sommario del Numero 3 / Luglio – Settembre 1978

A. MORDINI Il simbolismo della tessitura

G. FERRACUTI Origini e sviluppo del ciclo di Tristano

G. BIAVA Importanza dell’alimentazione nell’uomo tradizionale

P. F. ZARCONE La teologia visuale delle Icone (1. parte)

R. URBINATI Guido Bonatti da Forlì

A. FORTE Modello toroidale dell’universo

Preghiera dei Templari

Sommario del Numero 4 / Ottobre – Dicembre 1978

Editoriale

GARETH Il Rosario verde

M. POLIA L’albero cosmico e il sacrificio di Odhinn

G. FERRACUTI La «Gioia della Corte» e il Cavaliere perfetto 

ANONIMO Il legno d’Oriente

P. F. ZARCONE La teologia visuale delle icone (2. parte)

La Belle Époque dell’Esoterismo

La Belle Époque dell’Esoterismo

Maghi, stregoni e alchimisti nella Parigi fin de siècle
Autore/i: AA. VV.
Editore: Edizioni Studio Tesi
a cura di Vittorio Fincati pp. 294, Roma

Quest’antologia di saggi e di scritti vari, selezionati, tradotti e curati da Vittorio Fincati, attinge al periodo d’oro dell’occultismo e della magia a Parigi, che coincise con il fervore artistico e culturale fin de siècle che salutava l’inizio del Novecento.

Si può dire infatti che la Ville Lumière sia stata la capitale delle scienze iniziatiche e magiche per un arco di tempo di parecchi decenni se non addirittura ininterrottamente per più di un secolo. La ragione di ciò è senza dubbio da attribuirsi alla rivoluzione francese, l’evento epocale che ha influito anche nell’ambito delle scienze occulte, in quanto la proliferazione dei contatti, conseguenza delle nuove libertà acquisite dagli individui, non poteva non riguardare anche questo dominio. La capitale della libertà diventò quindi anche la capitale della magia, anzi di tutte quelle voci che i francesi hanno compreso nel termine di merveilleux.

I contributi dei diversi autori sono stati suddivisi in cinque voci che servono semplicemente a selezionare a grandi linee alcune tematiche del tutto esemplificative: pontefici, stregoni, alchimisti, evocatori e narratori. Possiamo così finalmente leggere in un solo volume Stanislas de Guaita accanto all’anonimo autore de Il demone del gioco, gli insegnamenti magici della sezione parigina della Hermetic Brotherhood of Luxor e un testo del celebre Magophon, Sédir che studiava le tecniche del Verbo magico, Victor-Émile Michelet, maestro dell’evocazione verbale dei toni migliori del narrare, e molti altri ancora.

Visualizza indice

Presentazione

PONTEFICI

1. Stanislas de Guaita, La morte e i suoi arcani
Capitolo 6 del II tomo di Le serpent de la Genèse, Chamuel, Paris, 1897

2. Anonimo, Il demone del gioco
Traduzione da Les secrets de la roulette et des jeux dévoilés pour la première fois par un Kabbaliste. Méthode d’entrainement pour gagner à tous les jeux dits de hasard. Théorie et pratique, Librairie Hermétique, Paris, 1909

3. Anonimo, Venere magica
Estratti da Venus magique, Chamuel, Paris, 1897

STREGONI

4. René Thimmy, Il maestro degli Efialti
Estratto da La Magie à Paris (Les piqueurs du Métro), Les Editions de France, Paris, 1934

5. Jean Lignières, Il potere della nudità
Traduzione dei capitoli VIII e IX di Les Messes Noires, la sexualité dans la Magie, Librairie Astra, Paris, 1928

6. Maurice Meyer, Pratica dell’amore platonico
Estratto da Le Mystère de l’amour platonique, essai d’érotisme ésotérique, Drouin, Paris, 1938

ALCHIMISTI

7. Pierre Geyraud, Il Gran Lunare
Tratto da Les Sociétés Secrères de Paris, Emile-Paul Frères, Paris, 1939

8. Pierre Geyraud, Alchimia
Estratto da L’Occultisme à Paris, Émile-Paul Frères, Paris, 1953

9. Magophon, Hypotyposis Émile Nourry, Paris, 1914

EVOCATORI

10. Paul Sédir, Incantesimi
Brani tratti da Les incantations – le logos humain, la voix de Brahma – les sons et la lumière astrale, comment on devient enchanteur, Chamuel, Paris, 1897

11. Victor-Émile Michelet, I segreti delle pietre preziose Estratto da L’Amour et la Magie, Librairie Hermétique, Paris, 1909

12. Pierre Noël de la Houssaye, Una evocazione necromantica Traduzione del capitolo 20 de L’Apparition d’Arsinoë, roman d’un Frère d’Héliopolis, Paris, 1948

NARRATORI

13. J.-H. Rosny Aîné, La giovane vampira Traduzione di La jeune vampire, Flammarion, Paris, 1920

14. Jules Lermina, La donna che morì due volte
Traduzione di La deux fois morte. Magie passionnelle, Chamuel, Paris, 1895

15. Pierre Noël de la Houssaye, La ninfa al cervo Estratto da Le premier livre des odes pindariques, Courmonr, Paris, 1923

I Neuroni Magici

I Neuroni Magici

Musica e cervello
Autore/i: Boulez Pierre; Changeux Jean-Pierre; Manoury Philippe
Editore: Carocci
traduzione di Michaela Dellago e Gianni Zanarini pp. 216, Roma

Quali sono i processi intellettuali e biologici che presiedono alla nascita di un’opera musicale? È possibile capire da un punto di vista scientifico in che modo e per quali ragioni un compositore, un musicista o un direttore d’orchestra scelgano di mettere insieme una nota con l’altra? Più in generale, quale relazione sussiste tra le strutture elementari del nostro cervello – le molecole, le sinapsi, i neuroni – e le attività mentali complesse, come la percezione del bello o la creazione artistica? E dunque: che cos’è la musica? Che cos’è un’opera d’arte? Quali sono i meccanismi della creazione? Che cos’è il bello? Due protagonisti assoluti della cultura contemporanea, Pierre Boulez – il grande compositore e direttore d’orchestra – e Jean-Pierre Changeux – il neurobiologo che ha fatto del cervello l’oggetto privilegiato delle sue ricerche – affrontano questi interrogativi, insieme al musicologo Philippe Manoury, in un dialogo che rappresenta un inedito e originale tentativo di fondare una “neuroscienza dell’arte”.

Alexandra David-Néel

Alexandra David-Néel

La vita avventurosa di una donna buddhista
Autore/i: Middleton Ruth
Editore: Astrolabio Ubaldini
traduzione di Giampaolo Fiorentini pp. 164, Roma

I libri sul Tibet e sull’Oriente di Alexandra David-Néel sono celeberrimi nel mondo culturale anglo-francese, e il personaggio stesso è circondato da un alone leggendario.

Nata nel 1868 e morta ultracentenaria nel 1969, viaggiatrice, cantante lirica, romanziera, studiosa di Buddhismo e Induismo, la David-Néel è stata il primo occidentale a diventare un Lama riconosciuto nella tradizione buddhista tibetana. I suoi viaggi e soggiorni in Cina, India e Tibet nei primi vent’anni del secolo, le sue avventure, i suoi svariati interessi, il suo bizzarro rapporto col marito, insomma i fatti della sua insolita esistenza descritti in questa breve ma sostanziosa biografia danno vita quasi da sé, per la loro forza autonoma, a una narrazione fantastica e irresistibile.

La Generazione di Gesù Cristo

La Generazione di Gesù Cristo

Nel Vangelo secondo Matteo – V. La Ecclesìa di Gesù Cristo
Autore/i: Enzo Carlo
Editore: Mimesis
volume 6 pp. 272, Roma

Nella “generazione di Gesù Cristo”, Israele delle dodici tribù di Giacobbe, il popolo del Elohîm YHWH, vedrà nascere e crescere una nuova figlia ad opera di Gesù, che viene chiamata Ecclesìa.

Di essa si è già parlato nei libretti che vengono prima di questo, senza tuttavia farne il nome. Questo è dedicato interamente ad essa, dicendo le cose che ne fanno la figlia più preziosa di Israele.

Storia delle Religioni – 2. Da Babilonia a Zoroastro

Storia delle Religioni – 2. Da Babilonia a Zoroastro

Autore/i: AA. VV.
Editore: Laterza
a cura di Henri-Charles Puech pp. XVI-194, Roma – Bari

Sommario

La religione babilonese di Jean Nougayrol

La religione degli Elamiti di Maurice Lambert

Le religioni dell’Anatolia antica di Maurice Vieyra

L’iran antico e Zoroastro di Jacques Duchesne-Guillemin

Indice dei nomi di persona

Indice delle divinità

Ego and Archetype

Ego and Archetype

Individuation and the Religious Function of the Psyche
Autore/i: Edinger F. Edward
Editore: Shambhala
pp. XIV-304, 62 pictures b/w, Boulder – Colorado (USA)

This book is about the individual’s journey to psychological wholeness, known in analytical psychology as the process of individuation. Edward Edinger traces the stages in this process and relates them to the search for meaning through encounters with symbolism in religion, myth, dreams, and art. For contemporary men and women, Edinger believes, the encounter with the self is equivalent to the discovery of God. The result of the dialogue between the ego and the archetypal image of God is an experience that dramatically changes the individual’s worldview and makes possible a new and more meaningful way of life.

I Ching – The Book of Change

I Ching – The Book of Change

Autore/i: Anonimo
Editore: Shambhala
translated by Thomas Cleary pp. XVIII-130, Boulder – Colorado (USA)

The I Ching – Book of Change – is considered the oldest of the Chinese classics and has, throughout Chinese history, commanded unsurpassed prestige and popularity. Containing several layers of text and given numerous levels of interpretation, the I Ching has been venerated for more than three thousand years as an oracle of fortune, a guide to success, and a source of wisdom. The underlying theme of the text is change, and how this fundamental force influences all aspects of life — from business and politics to personal relationships. This translation of the I Ching draws on ancient Confucian commentary, which emphasizes applying practical wisdom in everyday affairs.

Storia delle Religioni – 9. L’Islam

Storia delle Religioni – 9. L’Islam

Autore/i: AA. VV.
Editore: Laterza
a cura di Henri-Charles Puech pp. XVI-244, Roma – Bari

Sommario

La nascita dell’Islam di Toufic Fahd

L’Islam e le sette islamiche di Toufic Fahd

Indice dei nomi di persona

Indice delle divinità

Son Mandato à Cina, à Cina Vado. Lettere dalla Missione 1702-1744

Son Mandato à Cina, à Cina Vado. Lettere dalla Missione 1702-1744

Autore/i: Pedrini Teodorico
Editore: Quodlibet
A cura di Fabio G. Galeffi e Gabriele Tarsetti.
Prefazione di Francesco D’Arelli pp. 632, Macerata

La figura del missionario lazzarista Teodorico Pedrini, nato a Fermo, nelle Marche, nel 1671, è poco conosciuta. La sua riscoperta è iniziata negli anni Trenta del Novecento, quando sono venute alla luce, presso la National Library di Pechino, alcune composizioni musicali, riconducibili al missionario, a firma “Nepridi”. Pedrini, oltre che poeta dell’Accademia dell’Arcadia, era anche un valente musicista; poté perfezionare lo studio della musica nella Roma di fine Seicento, e quindi sotto l’influenza del genio di Arcangelo Corelli.
Partito per la Cina nel 1702 come missionario di Propaganda Fide, dopo un lungo viaggio venne ammesso alla corte imperiale nel 1711 e successivamente, nel 1723, aprì al culto presso la residenza di Xītáng una chiesa ancora oggi esistente, dopo alterne ricostruzioni, nello stesso luogo. Il suo ruolo fu centrale nel contesto dell’annosa querelle sui riti cinesi – incentrata sui criteri di compatibilità tra riti cristiani e riti confuciani –, che tra la fine del Seicento e il 1742 contrappose i Gesuiti agli altri ordini religiosi, tra cui i Lazzaristi. Anche grazie alla musica Pedrini fu sempre benvoluto dall’imperatore Kangxi, tanto da scrivere: «Nessuno fù più gradito dall’Imperatore che io, che ero l’infimo di tutti»; e tuttavia, a seguito degli aspri contrasti sui riti, conobbe tra il 1721 e il 1722 l’onta della carcerazione.
Nel presente volume i curatori ricostruiscono la figura storica del missionario, pubblicando più di cento lettere, corredate da ampio apparato critico e documentale, provenienti da due archivi romani: quello della Provincia Romana della Congregazione della Missione e quello della Casa Generalizia dell’Ordine dei Frati Minori.
Le lettere di Pedrini sono caratterizzate dalla schietta e viva descrizione della realtà di quegli anni e rappresentano, come sostiene Francesco D’Arelli nella Prefazione, «solo un assaggio, sebbene tra i più sapidi, di quanto il missionario poté scrivere e che in parte ancora si preserva manoscritto in tanti archivi e biblioteche italiani».
Teodorico Pedrini morì a Pechino nel 1746. Le ricerche su di lui sono appena iniziate.

Ronsasvals

Ronsasvals

Autore/i: Anonimo
Editore: Carocci
A cura di Beatrice Solla pp. 208, Roma

Il Ronsasvals è l’unico poema epico in lingua d’oc che narra in soli 1.803 versi l’episodio della disfatta subita a Roncisvalle dalla retroguardia di Carlo Magno. Il racconto è ben costruito sull’alternanza tra momenti emozionanti e di alto eroismo e altri drammatici o patetici. Il testo è caratterizzato da tratti peculiari – come i residui di assonanza e gli alessandrini intercalati tra i décasyllabes – e da indizi di “meridionalità” che conferiscono alla tradizione rolandiana occitanica un notevole grado di originalità e di eccezionalità. Alla materia rolandiana l’anonimo autore intreccia echi trobadorici e tematiche risalenti a tradizioni epiche arcaiche, rimodellando il materiale sulla base di un gusto più moderno e contemporaneo alla civiltà e alla cultura del suo tempo, che sperava nel riscatto della società meridionale da quella francese, la quale ne aveva annientato il mondo e gli ideali con la crociata contro gli Albigesi.

10.000 Sogni Interpretati

10.000 Sogni Interpretati

La guida illustrata al linguaggio simbolico e segreto del mondo onirico
Autore/i: AA. VV.
Editore: De Agostini
pp. 304, nn. ill. a colori, Novara

Il libro fondamentale per conoscere e interpretare i sogni, preziosa fonte di informazioni del nostro inconscio.

Un repertorio analitico dei sogni, con i simboli visivi e la spiegazione del loro significato.

Le chiavi di lettura per capire il linguaggio dei sogni.

Le potenzialità degli scenari onirici.

Come i sogni possono influenzare la nostra vita.

Storia delle Religioni – 17. Il Giappone

Storia delle Religioni – 17. Il Giappone

Autore/i: AA. VV.
Editore: Laterza
a cura di Henri-Charles Puech, traduzione di Maria Novella Pierini pp. XVI-132, Roma – Bari

Sommario

Le credenze del Giappone antico di Hartmut O. Rotermund

Il buddhismo giapponese di Gaston Renondeau e Bernard Frank

Il sincretismo giapponese di Gaston Renondeau

Lo shinto di Stato di Gaston Renondeau

Le nuove religioni del Giappone di Hartmut O. Rotermund

Excalibur – Anno I – Numeri 1 e 4 – 1977

Excalibur – Anno I – Numeri 1 e 4 – 1977

Rivista trimestrale di Storia delle Religioni ed Etnosociologia dell’Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
Autore/i: AA. VV.
Editore: Istituto Romano per la Ricerca Interdisciplinare
vol. 1 pp. 63; vol. 4 pp. 63, Roma

Prima Annata: sono disponibili i fascicoli 1 e 4

Numero 1 / Gennaio – Marzo 1977

F. ERSILLI – Investitura cavalleresca e professione
religiosa

S. HARDING – Conoscenza intellettuale e razionalismo
profano 

P. GALlANO – Melchisedeq re e sacerdote 

M. RIVOSECCHI – Cattolicesimo e responsabilità dell’economia

R. DEL MONTE – Degenerazione del linguaggio

F. FRANSONI – Le condizioni degli operai nell’Egitto
faraonico

G. ERSOCH – Introduzione alla sociologia di P. A.
Sorokin

W. VON DER VOGEL WEIDE – Preghiera

Numero 4 / Ottobre – Dicembre 1977

EXCALIBUR 

TREVRIZENT – Il cavallo: continuità tradizionale del simbolo

J. DA COREGLIA – I Cavalieri del Tau

P. GALIANO – La manifestazione divina come Parola

P. F. ZARCONE – Umanesimo e ortodossia nell’Impero Bizantino

ABDUL MALIK – Excalibur e Dhu’l-Fiqar

AMOR – Canto degli Avi

Thich Nhat Hanh. La Biografia

Thich Nhat Hanh. La Biografia

Autore/i: Baudouin Bernard; Chadelat Céline
Editore: Lindau
Prefazione di Daniel Odier pp. 288, Torino

Nato in Vietnam nel 1926, Thich Nhat Hanh ha vissuto la devastazione del suo Paese a causa dei conflitti che l’hanno martoriato. Monaco dall’età di sedici anni, questo grande maestro zen ha sempre considerato l’azione politica e sociale come inseparabile dalla pratica spirituale. Costretto all’esilio per il suo impegno nonviolento contro la repressione e la guerra, ha diffuso in tutto il mondo il suo insegnamento di pace fondato sulla compassione e sulla «piena consapevolezza».

Questa prima dettagliata biografia del maestro, corredata da un’appendice con documenti originali, rivela tutta la ricchezza e la complessità del suo cammino, dal periodo drammatico della guerra in Vietnam all’amicizia con Martin Luther King, dall’impegno a diffondere il buddhismo zen in Europa e negli Stati Uniti all’attivismo instancabile che lo ha portato a prendere posizione sui grandi problemi del nostro tempo. Un attivismo che non è venuto meno neanche negli ultimi anni, in cui, pur debilitato dalla malattia, Thich Nhat Hanh continua a essere una fonte di ispirazione per migliaia di persone in tutto il mondo.

Psicanalisi della Società Contemporanea

Psicanalisi della Società Contemporanea

Autore/i: Fromm Erich
Editore: Edizioni di Comunità
traduzione dall’inglese di Carlo De Roberto pp. 352, Milano

Psicanalisi della società contemporanea è un’opera che esamina con estrema lucidità la situazione dell’uomo moderno in una società la cui principale preoccupazione è la produzione economica piuttosto che l’aumento della produttività creativa dell’uomo: una società dove l’uomo ha perduto il predominio. L’uomo moderno, dice l’autore, è estraniato dal mondo che egli stesso ha creato – alienato – dagli altri uomini, dalle cose che usa e consuma, dal suo governo, da se stesso. Egli è ora una “personalità fittizia”: se si lascerà che le tendenze attuali si sviluppino senza controllo ne risulterà una società malata costituita da uomini «alienati». Che cosa possiamo fare? Tra il sistema capitalistico e la dittatura totalitaria esiste un’altra soluzione, e cioè la creazione di una società «mentalmente» sana in cui nessuno sia soltanto un mezzo per i fini di qualcun altro, ma l’uomo sia il centro, e tutte le attività economiche e politiche siano subordinate al suo sviluppo. Oltre a presentare (per la prima volta) una completa e sistematica concezione della psicanalisi umanistica, Fromm prospetta varie possibilità di mutamenti sociali che potranno salvarci dal diventare degli automi, aiutarci a ritrovare la piena salute mentale e a trasformarci in persone creative e responsabili.

I Tarocchi

I Tarocchi

I segreti della vita svelata dagli arcani maggiori
Autore/i: Fenoglio Maria
Editore: Rusconi Libri
pp. 160, ill. b/n, Santarcangelo di Romagna (RN)

Parlando dei tarocchi, l’abate Constant, le cui pubblicazioni sono alla base dell’occultismo, disse: “È un’opera monumentale e singolare, semplice e forte come l’architettura delle piramidi
e di conseguenza duratura come le piramidi stesse; si tratta di un metodo di divinazione che riassume tutte le scienze e le cui infinite combinazioni possono risolvere tutti i problemi;
un metodo che parla e fa pensare, ispiratore e regolatore di tutte le concezioni possibili”.
L’autrice, con questo libro, permette al lettore di entrare nel mondo dei tarocchi, trovando il metodo che più gli sarà congeniale, o inventandosi il “suo” metodo grazie alla
conoscenza del significato dei 22 Arcani Maggiori.

Arthos – N. 30 – 1986

Arthos – N. 30 – 1986

Anno XV – volume VI
Autore/i: AA. VV.
Editore: Arthos
pp. 221- 284, Pontremoli (MS)

SOMMARIO

EDITORIALE

Renato del Ponte – «Arthos »: trentesimo numero. Orientamenti per il tempo a venire

TRADIZIONE ROMANA

Giovanni V. Sannazzari – Studio preliminare sul culto della Vittoria in Roma antica: Vica Pota

Angelo Brelich – Giove e l’idea romana dello Stato

ALTRE TRADIZIONI

Arturo Reghini – L’interdizione pitagorica delle fave

Mario E. Migliori – Ganesha, il Signore della Conoscenza

FENOMENOLOGIA DELLA CIVILTA’

Marino Rore – Genesi dell’inconscio nell’ambito delle civiltà tradizionali (II)

RECENSIONI

Monarchia. Aristocrazia. Tradizione di J. Evola (G.V. e R. Sannazzari). Relazione sull’altare della Vittoria di Q. Aurelio Simmaco (M.E. Migliori) – J. Evola nei documenti segreti del III Reich di AA.VV. (A. De Filippi) – La democrazia come violenza di Anonimo Ateniese (C. Solano) – Le feste di Roma antica di G. Vaccai (S.c. Ruta) – Le nebbie di Avalon di M.Z. Bradley (e. Rutilio) – La storia Infinita di M. Ende (D. Verzotti) – Riviste (R. del Ponte).

NOTIZIARIO

Una nuova casa editrice· D.M. Maria F. Belllsai . Un nuovo «Centro Studi» . Edizioni ECIG «Arthos» n. 31.

INDICE generale del VI volume.

Il Vero Libro del Mistero Universale

Il Vero Libro del Mistero Universale

Un classico della filosofia taoista
Autore/i: Wenzi
Editore: Jouvence
A cura di Leonardo Vittorio Arena pp. 174, Milano

L’opera di Wenzi si inscrive nell’alveo del taoismo, accanto a quella dei grandi fondatori, Laozi e Zhuangzi. Come altri libri taoisti, l’opera è un manuale di autocontrollo e benessere psichico, rivolto al raggiungimento della serenità. Commentando il Daodejing, Wenzi ne propone una nuova chiave di lettura che accoglie spunti da varie correnti, come la scuola della legge (fajia) e perfino il confucianesimo. Il valore dell’opera travalica lo spazio e il tempo, fornendo al lettore preziosi spunti anche per la vita quotidiana.

Il Terrore

Il Terrore

Autore/i: Machen Arthur
Editore: Nuova Editrice Berti
pp. 144, Piacenza

Prima Guerra Mondiale: una paura senza nome né volto s’insinua nella tranquilla regione del Meirion, in Galles, portando con sé un gran numero di morti raccapriccianti ed eventi inspiegabili. La gente pensa a una diabolica strategia di guerra, forse una nuova arma letale in mano ai soldati tedeschi: i corpi orribilmente mutilati, i volti così sfigurati da risultare insopportabili alla vista sembrano aver subìto un’oscura violenza, e il terrore si diffonde nelle campagne, tra boschi e scogliere, alberi e fattorie. In uno scenario quasi apocalittico, Machen porta alle estreme conseguenze il sovvertimento dell’ordine naturale…

Aman Ullah. Il Re Riformista

Aman Ullah. Il Re Riformista

Afghanistan 1919-1929
Autore/i: Ehsanullah d’Afghanistan
Editore: Jouvence
A cura di Marika Guerrini.
Appendice con galleria fotografica pp. 362, nn. ill. b/n, Milano

Sovrano “scomodo”, Aman Ullah si è trovato a regnare sull’Afghanistan tra le due guerre mondiali. Lottatore contro il suo tempo, aveva portato il suo paese all’indipendenza dall’Impero britannico, sconfiggendo, almeno temporaneamente, il “Great Game“, “Il Grande Gioco”, termine con cui nel XIX secolo R. Kipling aveva definito la politica britannica in terra afghana.

Nel 1921 promulgò la prima costituzione afghana nella quale veniva garantita l’eguaglianza dei diritti a tutti i cittadini del paese senza distinzione di sesso. È dunque durante il regno di Aman Ullah che per la prima volta i diritti delle donne sono posti al centro dell’attenzione. Il re, insieme alla regina Soraya, mise all’ ordine del giorno la questione delle donne in un paese in cui la società patriarcale e tribale le aveva tenute lontane da qualsiasi forma di diritto.

Per tutte queste vicende, l’Afghanistan era diventato un paese modello, libero e soprattutto indipendente. E dunque … un nemico da abbattere. Dopo una serie di sommosse istigate da interessi di altre potenze estere, i sovrani con i loro figli furono costretti a lasciare il paese e andare in esilio. Nel 1928 si recarono in Italia dove stabilirono la loro residenza. Per la prima volta in italiano viene pubblicata la biografia di questo sovrano illuminato, una vita eccezionale raccontata da suo figlio.

Antica Cucina Romana

Antica Cucina Romana

Autore/i: Apicio
Editore: Rusconi Libri
Introduzione, nuova traduzione e note a cura di Federica Introna.
Testo latino a fronte. pp. 240, Santarcangelo di Romagna (RN)

Il De re coquinaria è un corpus di ricette in dieci libri attribuiti a Marco Gavio Apicio, grande cultore della tavola raffinata, contemporaneo di Tiberio. In realtà il centone, in base alla
lingua in cui è compilato, si può datare nel complesso intorno alla fine del IV secolo d. C., di sicuro è stato ricopiato molte volte e alcune parti sono andate perdute. Potrebbe darsi che il
nucleo originario di tale raccolta sia effettivamente un trattato apiciano, magari trasmesso a lungo solo per via orale, su cui poi
nel tempo si sono innestati gli altri manuali. Il ricettario, nato con finalità pratiche e redatto in uno stile semplice ma ricco di termini tecnici, rappresenta la documentazione più antica che
possediamo a riguardo degli usi alimentari, delle modalità di preparazione e delle combinazioni di sapori dei Romani.

Yogāsana

Yogāsana

L’Enciclopedia delle Posizioni Yoga
Autore/i: Vishvketu Yogrishi
Editore: Om Edizioni
Prefazione di Sri Sri Ravi Shankar pp. 306, nn. ill. a colori, Quarto Inferiore (BO)

Con più di ottocento posizioni illustrate dal famoso maestro Yogrishi Vishvketu, questo manuale è la guida più completa e autorevole delle posizioni Yoga attuali.
Con posizioni adatte ad ogni livello, questo libro è una valida risorsa sia per i novizi che per i più esperti della materia ed è un testo cruciale per la biblioteca di ogni appassionato dello Yoga.

Oltre all’incredibile numero di posizioni mostrate, fornisce i nomi di esse in sanscrito ed in italiano.
Queste tabelle danno al lettore una conoscenza di base che essi possono apprendere attraverso queste pagine.

Il sistema intuitivo di nomi creato da Yogrishi Vishvketu aiuta gli allievi ad acquisire una comprensione della relazione tra il nome ed il significato spirituale di ogni posizione e così viene rivelata l’essenza energetica di ognuna di esse attraverso una mappa dettagliata del Chakra e i relativi simboli di attivazione.

Basato sul tradizionale sistema himalaiano e arricchito da anni di pratica di Yogrishi Vishvketu, Yogasana, l’enciclopedia delle posizioni Yoga, contiene i molteplici aspetti dello Yoga, storici, culturali, spirituali e fisici, tutti insieme in un unico manuale omnicomprensivo.

Storia di π greco

Storia di π greco

Autore/i: Greco Pietro
Editore: Carocci
pp. 132, Roma

Non lo chiamavano ancora così, “pi greco“, né tantomeno usavano quello che oggi consideriamo un simbolo universale, pi greco; ma egizi e sumeri sapevano che il rapporto tra il diametro e la circonferenza di un cerchio è una costante; i greci che è un numero illimitato non periodico e lo chiamarono irrazionale. Ma fu Archimede, a Siracusa, a studiarlo, a darne un valore molto preciso e a concepire l’idea, moderna, di limite. Che storia, quella di pi greco! Ha coinvolto in un crescendo appassionante di studi tutti i più grandi matematici. Ma ha anche catturato la curiosità dei poeti e attraversato la storia dei popoli. Ancora oggi, mentre i computer calcolano milioni dei suoi decimali, pi greco fa parlare di sé, tanto da diventare il primo e finora unico numero cui il mondo intero dedica una giornata di festa: il Pi Greco day!

Il Manuale dell’Ipnosi

Il Manuale dell’Ipnosi

Autore/i: Barone E. ; Mandorla J.
Editore: Hobby & Work Italiana
Traduzione di Annamaria Cerquetti pp. 244, Bresso (MI)

Conosciuta fin dai tempi più antichi, l’Ipnosi è ancora oggi tutta da scoprire: le sue applicazioni, infatti, hanno abbracciato campi sempre più diversi che hanno interessato medici, sociologi, educatori, ecc.

Il manuale dell’Ipnosi è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere velocemente, memorizzare delle conoscenze e sviluppare la memoria senza molto impegno. I lettori si renderanno presto conto che, al di là dei consigli pratici, dei “trucchi”, questo libro offre una vera e propria novità: l’esposizione di una teoria originale d’insegnamento, che trova la sua applicazione nell’apprendimento delle lingue straniere, nel recupero scolastico, nella guida di un’automobile, nello pratica degli sport, nella padronanza di uno strumento musicale.

Gli autori, Eric Barone e Jacques Mandorla, hanno realizzato questo manuale collaborando insieme dopo anni di esperienze e di osservazioni condotte autonomamente.

E la Terra Diviene Sole

E la Terra Diviene Sole

Il Mistero della resurrezione
Autore/i: Prokofieff Sergej O.
Editore: Editrice Antroposofica
Traduzione di Christine Untersulzner pp. 606, Milano

«Nell’opera di Rudolf Steiner possiamo trovare sempre di nuovo domande, le cui risposte sono da lui stesso soltanto accennate o alle quali egli indica la direzione per ulteriori indagini. Questo lo sperimentiamo anche e in particolar modo nell’ambito della cristologia antroposofica. Se allora cerchiamo di avvicinarci ad una soluzione, scopriamo presto che ciò che forse per anni ci apparve come una contraddizione o rappresentava anzitutto un problema irrisolvibile, all’improvviso diviene così chiaro da risultarne prospettive del tutto
nuove e sorprendenti». L’intento della presente opera è quello di «dischiudere la dimensione spirituale dell’indagine cristologica di Rudolf Steiner, di rendere visibile il suo significato e la sua importanza per il nostro tempo e di porla nella prospettiva della globale evoluzione dell’umanità». (S.O. Prokofieff)

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002