Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

La Chiesa Romana

La Chiesa Romana

Autore/i: Buonaiuti Ernesto
Editore: Gilardi e Noto
pp. XX-188, Milano

Dalla Prefazione alla terza edizione:

Con una sollecitudine fulminea, difforme da tutte le consuetudini della sua procedura tardigrada ed anacronistica, la Sacra Universale Romana Inquisizione ha inserito questo libro nel novero dei libri proibiti, all’indomani, può dirsi, della sua divulgazione in mezzo al pubblico.

Il provvedimento doveva apparire, oltre tutto, superfluo, chè precedenti decreti inquisitoriali avevano già solennemente dichiarato in anticipo che qualunque cosa fosse per uscire dalla mia anima e dalla mia penna avrebbe dovuto ritenersi senz’altro votata al canonico ostracismo.

Ma non è da oggi che il Santo Officio spiega uno zelo divorante nel perseguire ogni traccia della mia attività e nell’investire col suo marchio ogni espressione del mio apostolato.

Non me ne rammarico più. Come dichiaravo non ha guari al missus dominicus che, prima della pubblicazione di questo volume, venne a domandarmi a quali condizioni avrei accettato una riconciliazione con la Curia…

[…]

Fra tutte le denominazioni cristiane la chiesa di Roma è quella che conta nel mondo il maggior numero di aderenti. È nel medesimo tempo quella che possiede la più salda e coerente struttura dottrinale e la più rigida e vigilata organizzazione disciplinare. In quale misura le due circostanze siano interdipendenti, in quale misura cioè la matura sistemazione del patrimonio concettuale e della gerarchia unitaria abbiano contribuito e contribuiscano tuttora nel cattolicismo all’ampiezza del proselitismo, non è qui il caso di indagare. E non è neppure il caso di domandarsi ora se il numero degli aderenti sia, per una religione costituita, un titolo assoluto di eccellenza (quando Gesù moriva, Dio era forse con la maggioranza?) e se l’azione spirituale, cioè specifica, di una chiesa debba, per definizione, essere raccomandata all’imperio cogente di un sistema astratto e razionale, di una burocrazia meccanica accentratrice. Noi ci proponiamo, in questa prima parte, di redigere una delineazione oggettivamente fedele della figura concreta della chiesa di Roma. Attingendo unicamente dalle sue definizioni ufficiali negli ultimi secoli, noi vogliamo individuare le posizioni basilari del suo insegnamento teorico e del suo ministero pratico. Noi vogliamo determinare i dati precisi, sul sistema dei quali Roma pretende di avere definitivamente collocati i titoli ed il piano del suo funzionamento infallibile e della validità trascendente delle sue sanzioni.

Roma proclama, recisamente ed intransigentemente, di essere, da due millenni, la depositaria unica dell’insegnamento del Cristo e la amministratrice insurrogabile della sua virtù salvifera. I presupposti del suo magistero e del suo ministero carismatico sono molteplici. Occorre annoverarli e definirli partitamente…

Visualizza indice

I. QUEL CHE PRETENDE DI ESSERE

Visibilità e primato – Teologia e sacramenti – Disciplina universale  

II. QUEL CHE È STATA

Gli inizi – Nell’impero romano – Costantino – Oriente e Occidente – Unità medioevale – La crisi della modernità 

III. – QUEL CHE È

La burocrazia curiale – La corte papale – Il culto – Le Missioni – La tradizione e la vita

IV. QUEL CHE POTREBBE ESSERE

Gli aspetti della crisi – Il presupposto mistico della vita associata – Il grande mistero della spirituale salvezza – La tradizione e la crisi della universalità – La fraternità nella pace

V. QUEL CHE SARÀ

Dominata o dominatrice – Il dilemma – Le difficoltà di una soluzione – La lenta metamorfosi – «Corruptio est generatio»

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Commenti

Lascia un commento




Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002