Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Nuove Ricerche sull'Anonimo di Giamblico e sulla Composizione del Protreptico

di
Editore: Libreria Editrice Aseq
Prezzo: € 7,00

Informazioni: Ristampa da Rendiconti della R. Acc. Naz. dei Lincei, Roma, 1939 - pp. 29, Roma
Stampato: 2010-06-01
Codice: 8099

Alcuni anni fa, negli Studi italiani di filologia classica, pubblicavo un articolo sul così detto Anonimo di Giamblico, formulando l'ipotesi che esso dovesse identificarsi con Democrito. Questa tesi trovò consensi presso alcuni, sollevò, com'era da aspettarsi, dubbi e dissensi presso altri. In quel mio studio, partendo dall'esame dello stato attuale della questione, consideravo la pregiudiziale del dialetto e, respinta l'ipotesi della identificazione con Protagora, proposta dal Töpfer, perchè le prove non mi sembravano sufficienti, facevo seguire la dimostrazione della mia tesi democritea, fondata su argomenti interni, di forma e di contenuto, e su alcuni probabili argomenti esterni, consistenti in allusioni e riferimenti concreti. Non accennerò qui alle considerazioni di allora, se non molto brevemente e solo in quanto giovi alla presentazione di argomenti e di dati nuovi della dimostrazione. Nè ripeterò l'esame dello stile e del contenuto e i relativi confronti, parecchi dei quali sicuramente sintomatici, e l'interpretazione del pensiero dei due autori del democraticismo dello Anonimo e dell'«atomismo politico» di Democrito - esame e confronti che, anche così com'erano (e si potrebbero, certo, fare altri confronti e trovare altri elementi all'esame dello stile), davano alla prova quel tanto di probabilità ch'era consentito dall'attendibilità del testo democriteo e dalle nostre conoscenze della lingua e dello stile degli scrittori del tempo.

Simili esami stilistici del resto non hanno dato finora che risultati negativi, nel senso che hanno portato ad escludere la possibilità di attribuire lo scritto a questo o a quell'altro autore, a Trasimaco, per es., (come ha osservato il Blass) o ad Antifonte (come ha dimostrato il Töpfer), ma non ne hanno provato l'attribuzione nè ad Antifonte nè a Protagora. Nè il mio breve esame stilistico mirava a una prova positiva, se non nella misura in cui potesse essere di sostegno alle altre prove, che si fondavano su un terreno diverso e per avventura meno incerto e impreciso, ch'è il solo terreno, poi, sul quale occorre trasportare l'indagine, ove non si voglia rinunziare alla possibilità di risolvere il problema dell'attribuzione. Il presente articolo viene così a integrare l'antico, ma non a sostituirlo; chè anzi sarà utile tenerlo presente per quella parte della dimostrazione (e non è poca) che qui non viene ripresa in esame.

Il volume è disponibile

Aggiungi al carrello - Add to Cart Modalità di acquisto Torna alla pagina dei risultati

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002