Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel./Fax 06 6868400

Selezione di volumi

Lo Stato di Illuminazione

Lo Stato di Illuminazione

Diario di un insegnamento – Thailandia 2013
Autore/i: Borruso Marina
Editore: Bulzoni
redazione a cura di Carlo Baiesi, introduzione dell’autrice. pp. 192, Roma

Un insegnamento spirituale è come un seme da lasciare fermo in attesa che appaia il momento giusto perché germogli. Resta sospeso nel tempo in attesa. Nel frattempo si sceglie il luogo, si pubblica l’informa zione e i partecipanti cominciano ad ascoltare quella voce e a rispondere radunandosi. Ogni volta posso percepire la qualità di quel seme, posso percepirlo quieto, sospeso nel tempo, in attesa del momento giusto per manifestarsi: quello in cui tutti entriamo nella sala di meditazione.
Solo allora si schiude, solo allora tutti ne diventiamo parte. È una pratica di ascolto. Come un giardiniere che segue il seme, anche io seguo la mia voce interiore che accoglie tutte le altre voci, sonore o silenziose, che si manifestano intorno a me, le voci di tutti noi. E conosco chi ho davanti dall’ascolto delle mie stesse parole. E allora tutti insegniamo insieme.
 
Marina è una libera ricercatrice che si è occupata, da sempre, dell’evoluzione della consapevolezza umana. Lo ha fatto viaggiando per il mondo ed entrando in contatto con culture lontane, studiando e praticando con Maestri viventi cammini spirituali antichi e contemporanei.
Il diretto contatto con Eckhart Tolle le ha permesso di integrare le esperienze di tutti questi anni e di creare pratiche innovative per promuovere il cambiamento di stato di coscienza. Tra queste la Meditazione in acqua (AWA), l’Insegnamento attraverso il suono e finalmente l’esperienza del manifestare un nuovo mondo attraverso Essere e Manifestare. Quest’ultima pratica nasce da una visione che unisce il percorso spirituale con il piano materiale, perché il nuovo stato di Consapevolezza si manifesti in nuove forme di fare. Ha pubblicato Essere nel presente e Il nuovo stato di consapevolezza con Tecniche Nuove e L’insegnamento di Eckhart Tolle con Armenia.

Visualizza indice

Introduzione di Marina Borruso
Lunedì
L’attenzione liberata • I sensi, la gratificazione e l’ego • La meditazione
Martedì
I fastidi • L’ascolto  • Il controllo
Mercoledì
L’aspettativa
Giovedì
La libertà • La gioia di essere
Venerdì
Il silenzio • Il conto in banca dell’ego
Sabato
La verità del corpo • La sofferenza e la colpa
Domenica
Il movimento spontaneo • L’esperienza della meditazione in acqua
Lunedì
La relazione con se stessi • Lo stato di consapevolezza risvegliato • La malattia e la morte
Martedì
I pensieri e le emozioni • L’acqua, la vita e la pulizia del pianeta
Mercoledì
Il ritorno alla vita di tutti i giorni • I talenti
Giovedì
Il maestro spirituale
Appendice. Le pratiche
“AWA” awareness through water/La pratica della meditazione in acqua • La pratica de “il suono che insegna la presenza” • La pratica del movimento spontaneo

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Il Paradiso del Diavolo

Il Paradiso del Diavolo

Autore/i: De Concini Ennio; Polia Mario
Editore: Sugarco
prefazione degli autori. pp. 232, 8 tavv. b/n f.t., Milano

Un incontro fortuito tra uno scrittore-soggettista, Ennio De Concini, e uno specialista del pensiero religioso delle culture cosiddette «primitive» e del folclore, Mario Polia. Un incontro dal quale nasce un’appassionante discussione sulla persistenza delle strutture del «magico» non solo fra i popoli non ancora raggiunti dal «progresso», ma anche nel tessuto della nostra cultura. Dalla discussione emerge la voglia di intraprendere una piccola indagine «a casa nostra» e di comparare i dati con quelli, assai lontani nel tempo e nello spazio ma assai simili per natura, collezionati in posti strani e dimenticati del mondo dal co-autore etnologo. Nasce così l’idea di questo libro che non si propone di essere una guida nell’arcipelago delle sette e neppure un trattato sistematico sui motivi che hanno permesso a frammenti di preistoria di riaffiorare nel bel mezzo di questo nostro mondo misurato e conosciuto. Si è voluto stendere un taccuino di viaggio, un viaggio a volte inquietante, nel «paradiso del diavolo», cioè nelle idee, credenze, usi, pratiche rituali demonizzate dal pensiero ufficiale. Pratiche e usi che hanno resistito alla parola e alla spada; ai roghi dell’Inquisizione; alle alabarde e agli archibugi dei «conquistadores»; alle università; all’istruzione obbligatoria e ai mass media. Pratiche e usi che riprendono forza là dove la speranza dei «conquistati» di riappropriarsi almeno in parte della loro anima non è morta e là dove l’angoscia esistenziale e il disorientamento culturale dei «conquistatori» si fa più forte, a mano a mano che le utopie crollano.
Del taccuino di viaggio il libro conserva volutamente lo stile, evitando la tentazione della disquisizione scientifica e il cancro del sensazionalismo. Gli autori (viaggiatori) si sono messi volutamente da parte lasciando parlare i veri interpreti: pastori, contadini e contadine, sciamani della Cordigliera andina, uomini qualunque e sconosciuti che raccontano coi loro occhi come vedono il mondo.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Psicopatici al Potere

Psicopatici al Potere

Viaggio nel cuore oscuro dell’ambizione
Autore/i: Ronson Jon
Editore: Codice
traduzione di Ilaria Oddenino e Chiara Stangalino. pp. 280, Torino

Tutti noi crediamo che gli psicopatici si trovino più facilmente in prigione o in manicomio che non seduti ai tavoli dei consigli d’amministrazione di banche, imprese, aziende internazionali o, peggio ancora, sugli scranni più alti del potere politico. Psicopatici al potere, saggio esilarante che ha i tratti della commedia noir, ci dimostra che non è così. Gli psicopatici hanno tutte le qualità necessarie alla conquista e all’esercizio del potere: narcisismo, egocentrismo, mancanza di empatia, assenza di rimorso. Ronson ci accompagna nelle stanze oscure dell’ambizione, tra CEO e uomini politici, per mostrarci la banalità del male in versione Wall Street. Non solo: la sua penna tagliente non risparmia neppure la cosiddetta “industria della pazzia”, un business milionario in cui i professionisti della follia, che spesso condividono più di un tratto psicopatologico con i loro pazienti, guadagnano fortune immense.
 
«Be’, però gli psicopatici in borsa non possono essere pericolosi come gli psicopatici serial killer» dissi. «Mettiamola così: i serial killer rovinano le famiglie» replicò Bob, «Mentre gli psicopatici ai vertici dell’economia e della politica rovinano intere società». (Jon Ronson)
    
Divertente. Terrificante. Provocatorio. (Nick Hornby)

Jon Ronson è uno scrittore, giornalista e sceneggiatore inglese. Da un suo libro è stato tratto il film L’uomo che fissa le capre con George Clooney ed Ewan McGregor. In Italia ha pubblicato anche Loro: i padroni segreti del mondo (Fazi, 2005).

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Le Relazioni tra l’Italia e l’Afghanistan

Le Relazioni tra l’Italia e l’Afghanistan

Numero speciale in collaborazione con L’Is. M.E.O. – Rivista della Civiltà Italiana, Società Dante Alighieri, 5-6 Anno XVI – Ottobre-Dicembre 1972.
Autore/i: AA. VV.
Editore: Is. M.E.O.
pp. 416-644, Roma

IL VELTRO, Per l’amicizia italo-afghana;
I. PAPINI, N. A. ETEMADI, Il saluto dei due Paesi;
G. TUCCI, Le relazioni italo-afghane;
R. FARHADI, L’Afghanistan: una politica di equilibrio e di pace;
M. UNGARO, Ricordi afghani;
P. QUARONI, Ricordi e considerazioni politiche;
A. BAUSANI, L’opera di Mirza Abdul Qadir Bedil;
G. SCARCIA, Liriche di Khushhal Khan;
A. M. PIEMONTESE, La questione centroasiatica in E. Andreini (1872-’86);
A. DESIO, Esplorazioni geologiche e geofisiche;
C. A. PINELLI, Esploratori e alpinisti italiani;
M. TADDEI, Problemi di storia dell’arte e ricerca archeologica;
G. ZANDER, L’IsMEO e i restauri di monumenti;
M. T. PARPAGLIOLO SHEPHARD, Il Bagh-i Babur. Un progetto di restauro;
G. VERCELLIN , Azrachiti e Rauscianiti nell’Islam afghano.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Morbismus la Medicina Archetipica

Morbismus la Medicina Archetipica

Autore/i: Ziegler Alfred J.
Editore: Riza
prefazione di Roberto Carnevali, traduzione di Dino Carpineti. pp. 116, Milano

Il morbismo è una teoria psicosomatica secondo la quale sanità e malattia sono reciprocamente dipendenti in modo nascosto e possono stimolarsi a vicenda. Secondo questa teoria la malattia non è un errore della natura, bensì un elemento indispensabile per consentire la vita e con ciò anche la specificità individuale e culturale dell’uomo. Il suo sfondo è oscuro e differisce quindi radicalmente da quello di altri modelli troppo decisamente positivisti e psicosomatici.
Il morbismo può essere definito come una medicina archetipica, poiché considera la malattia a partire da archetipi e la vede intessuta in una natura umana di carattere polare, persino chimerica. Pertanto il morbismo è imparentato con lo spirito di C. G. Jung e discende dalla sua psicologia analitica: si è tuttavia impadronito in una forma molto peculiare, inconfondibile, della corporeità umana. Le possibilità di trattamento che gli sono congeniali hanno carattere analitico-verbale e si appellano ad un linguaggio di tipo quasi organismico.
Quest’opera si colloca in un punto cruciale degli interessi medici e psicologici, ma può rivolgersi anche a tutti i lettori sollecitati dal problema della ragionevolezza della natura umana.

Alfred J. Ziegler, nato nel 1925, specialista in psichiatria e psicoterapia, si occupa da molti anni e non esclusivamente in ambito clinico, ma anche nel suo studio privato e come collaboratore di un laboratorio di ricerca sperimentale sul sogno – di problemi di medicina psicosomatica. Le sue opinioni al riguardo sono confluite in varie pubblicazioni. Ziegler insegna all’istituto C. G. Jung di Kuesnach presso Zurigo.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Dialogus

Dialogus

Il dialogo filosofico fra le religioni nel pensiero tardo-antico, medievale e umanistico
Autore/i: AA. VV.
Editore: Città Nuova
a cura di Mario Coppola, Lucia Pappalardo, Germana Fernicola.
pp. 624, Roma

Alle radici del dialogo inter-religioso dall’età tardo antica fino all’umanesimo i testi più significativi sul tema.
Fin dall’epoca tardo-antica la filosofia del dialogo inter-religioso si è proposta di individuare le verità di base condivise tra le fedi al di là delle differenze di prospettive e tradizioni culturali. Il volume raccoglie diciotto contributi che attraversano la storia della cultura occidentale – dall’età tardo antica e medievale fino al periodo umanistico-rinascimentale – preceduti da un saggio introduttivo di Giulio d’Onofrio. Si delinea così una ricca panoramica dei testi più significativi sul tema: Il Dialogo con Trifone di Giustino; Il discorso vero di Celso; il Discorso sulla tolleranza del retore Temistio, una rassegna di temi e protagonisti del dibattito islamo-cristiano in lingua araba; gli scritti di Anselmo d’Aosta, di Abelardo, di Pietro il Venerabile, di Tommaso d’Aquino, di Raimondo Lullo, il De pace fidei di Cusano; la Lettera indirizzata al sultano Maometto II da papa Pio II, l’umanista Enea Silvio Piccolomini; le Conclusiones di Giovanni Pico della Mirandola; il dibattito tra Sèpulveda e Las Casas sulla conversione degli indios.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Mozart

Mozart

Autore/i: Paumgartner Bernhard
Editore: Einaudi
prefazioni dell’autore, traduzione di Carlo Pinelli. pp. XIV-584, 14 tavv. b/n f.t., Torino

In questa biografia critica Bernhard Paumgartner ricrea la figura, l’evoluzione e l’opera di Mozart. Sulla scorta di documenti, annotazioni, articoli di giornali d’epoca e di un accurato scandaglio dell’epistolario mozartiano, ricostruisce la personalità del musicista, collocandolo nel suo contesto familiare e nel clima culturale del tempo. Il bimbo prodigio e il padre Leopold, la madre e la sorella-amica Nannerl, la moglie Costanza, i viaggi, i rapporti del musicista con le corti e con i compositori coevi, vengono colti in un costante intreccio fra dato biografico e analisi estetico-musicale delle principali opere, dai quartetti d’archi alle Messe, dalle sinfonie ai concerti per pianoforte, dalle Opere al Requiem, dalla musica strumentale e da camera alla liederistica.

Con una biografia dell’autore, l’elenco delle piú importanti opere mozartiane e una bibliografia.

«Un libro leggibile nel racconto, e assolutamente attendibile dal punto di vista dell’informazione: esso fornisce risposta a tutte le domande che la vita e la produzione di Mozart possano suggerire». (Massimo Mila)

Di Bernhard Paumgartner (1887-1971) Einaudi ha pubblicato: Mozart (1945, 1978, 1994, 2006). Compositore e concertista, ha diretto per oltre quarant’anni, dal 1917 al 1959, il Mozarteum di Salisburgo, l’istituto musicale per la ricerca e lo studio mozartiani.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Edom

Edom

L’Eterno nemico di Israele
Autore/i: Saporetti Claudio
Editore: Informatic@pplicata
con i contributi di Giorgio Boccalaro, Giovanna Matini, Paolo Gentili, Serena Bazzoni. pp. 320, nn. ill. b/n, Roma

Dalla presentazione:
“L’interesse per la Giordania meridionale è nato quasi per caso, in alternativa a ricerche approfondite svolte in Iraq dal Laboratorio di Assiriologia dell’Università di Pisa, che da tempo ho fondato e che ho diretto fino al 2008, anno del mio pensionamento. Difatti, i tragici avvenimenti legati all’occupazione di quel paese hanno quasi costretto me ed i miei Collaboratori a rivolgerci altrove, ad una regione, la Giordania appunto, che era già stata oggetto di qualche nostro studio sporadico. In particolare, ci si era precedentemente rivolti all’analisi della nicchia di Sela’, fatta incidere da Nabonedo di Babilonia nel corso del suo passaggio verso l’Arabia, dopo una sua decisiva vittoria contro gli Edomiti. Ma prima ancora avevo personalmente rivolto qualche attenzione agli Ebrei, in particolare alla figura di Abramo ed alla deportazione in Babilonia. Ed è evidente che, trattando di Edom, non si può prescindere dalla lettura e dalla interpretazione dei testi biblici.
Ne è nato dunque un interesse per Edom, la regione meridionale della Giordania, che dalla Bibbia sappiamo abitata da una popolazione fieramente nemica degli Ebrei. Si tratta di un’inimicizia che gli Ebrei sentirono nel sangue e nella pelle, anche se immaginarono, nella loro mitologia, gli Edomiti/Idumei come parenti discesi da un ceppo comune, o perché antiche leggende lo suggerivano o perché li scoprirono simili di razza e di lingua.
Così, senza rinunciare alle ricerche mesopotamico-iraqene, ci si è volti alle montuose regioni della Transgiordania meridionale, battendo il terreno, studiando i risultati degli scavi archeologici finora effettuati, ripassando i passi biblici alla luce delle ultime analisi, indagando gli aspetti linguistici ed onomastici della zona.
Il lavoro è stato condotto in équipe: con un decina di collaboratori nelle survey, e con P. Gentili (di cui riporto un contributo) ed H. Qatamin a Sela’.
Alcuni aspetti particolari sono stati essenzialmente trattati da altri ancora:
Serena BaZzoni ha raccolto notizie e pareri di studiosi nel campo dei siti archeologici: contributo che ho voluto pubblicato sulla rivista «Geo-Archeologia» 200511. Nella presente sede ha ampliato le conoscenze archeologiche trattando anche i reperti, A Giovanna Matini si deve poi uno studio particolare, costituito dalla tesina triennale che ha compilato sotto la mia guida, e che ho voluto ugualmente pubblicare sullo stesso numero di «Geo-Archeologia».[...]“

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Linguaggio Astrale – Raccolta di 19 Numeri

Linguaggio Astrale – Raccolta di 19 Numeri

Dal Nr. 94 – 1994 al Nr. 112 – 1998 (compresi)
Autore/i: AA. VV.
Editore: Centro Italiano di Astrologia
Torino

Pubblicazione trimestrale del Centro Italiano di Astrologia – Torino.

 

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Il Silenzio e l’Ascolto

Il Silenzio e l’Ascolto

Conversazioni con Panikkar, Jodorowsky, Mandel e Rocchi
Autore/i: Battiato Franco
Editore: Castelvecchi
a cura di Giuseppe Pollicelli. pp. 60, Roma

«Per alcuni Dio appartiene principalmente al passato, per altri al futuro e, per quelli che vengono detti mistici, il divino è primordialmente presente»

Quattro incontri con altrettanti ricercatori di verità, esseri umani dai percorsi di vita molto diversi, ma uniti dalla stessa apertura al dialogo, da un’ analoga sete di conoscenza. La conversazione è il cuore di questa raccolta, nella quale Franco Battiato, con l’aiuto dei suoi interlocutori, affronta gli argomenti cardine della sua visione del mondo: il rapporto con il divino, le applicazioni concrete delle pratiche mistiche, la reincarnazione, l’eccellenza nell’ arte. È sorprendente allora notare come i quattro testi scelti per questo libro, brevi e bilanciati dal discreto interloquire del conduttore, si richiamino sottilmente l’uno con l’altro: dall’alchimia visionaria di Alejandro Jodorowsky, all’esperienza profonda del sufismo per un intellettuale come Gabriele Mandel, alla scoperta della tradizione vedica per il musicista Claudio Rocchi. Temi ricorrenti quali il valore del silenzio, l’attenzione per il corpo, l’affermazione di uno spazio interiore e il superamento della dualità assumono qui la forma di piccole ma luminose scintille di riflessione, che trovano nelle parole di Raimon Panikkar, grande costruttore di ponti tra le tradizioni religiose, la loro più vertiginosa definizione.

 

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Contro la Comparazione

Contro la Comparazione

Lo “scarto” e il “tra” – Un’altro accesso all’alterità
Autore/i: Jullien François
Editore: Mimesis
a cura di Marcello Ghilardi. pp. 104, 1 tavv. b/n f.t., Milano

Come aprirsi un cammino verso l’Altro? Propongo qui due concetti mediatori: quello di scarto e quello di fra. Diversamente dalla differenza, che resta debitrice dell’identità, lo scarto risulta fecondo poiché è esplorativo, avventuroso; mette in tensione ciò che ha separato. Ne consegue il fatto che aprire uno “scarto” significa produrre un “tra”; e produrre un “tra” è la condizione per promuovere ciò che è “altro”. In questo “tra”, che il nostro pensiero dell’Essere non ha pensato, si intensifica la relazione con l’Altro – il quale si trova in tal modo preservato da ogni assimilazione. Non è quindi a partire dal simile, come si crede in genere, ma proprio facendo lavorare degli scarti, dunque attivando del “tra”, che si può dispiegare una alterità in grado di far emergere qualcosa di comune. Un comune efficace si ottiene solo a questo prezzo. Bisognerà tenerlo ben presente in quest’epoca di globalizzazione, quando il rischio di assimilazione minaccia ogni cosa e ogni luogo. F.J.

François Jullien, filosofo e sinologo, è titolare della Chaire sur l’altérité presso la Fondation Maison des sciences de l’homme di Parigi. I suoi lavori, tradotti in oltre venticinque paesi, animano da anni il dibattito internazionale intorno al rapporto tra pensiero europeo e pensiero cinese. Tra le opere più recenti pubblicate in Italia: L’universale e il comune (Roma- Bari 2010); Le trasformazioni silenziose (Milano 2010); L’ansa e l’accesso (Milano- Udine 2011); L’invenzione dell’ideale o il destino dell’Europa (Milano 2011); Quella strana idea di bello (Bologna 2012).

Marcello Ghilardi svolge attività di ricerca presso l’Università di Padova, dove collabora con la cattedra di Estetica e con il Master in Studi Interculturali. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Arte e pensiero in Giappone (Milano-Udine 2011), Filosofia dell’interculturalità (Brescia 2012).

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Il Lamento dei Morti

Il Lamento dei Morti

La psicologia dopo «Il Libro Rosso» di Jung
Autore/i: Hillman James; Shamdasani Sonu
Editore: Bollati Boringhieri
prefazione di Sonu Shamdasani, traduzione di Francesca Pe’. pp. 208, Torino

Abbiamo ucciso i morti, e adesso ci aggiriamo in una vita che è poco più di un pregiudizio, lontani dalla pienezza dell’esistenza. Ecco il sintomo collettivo, la malattia di cui soffre la nostra cultura, e che le psicoterapie tentano invano di sanare. Lo intuì un secolo fa C. G. Jung, quando iniziò quella discesa nei propri abissi inferi che avrebbe speso anni a trascrivere, calligrafare e corredare di immagini sfolgoranti, consegnando poi il testo a un silenzio infranto solo nel 2009, con l’edizione che lasciò stupefatti: il Libro rosso, favoleggiato da tempo nelle cerchie junghiane, vedeva finalmente la luce e la sua unicità ancora da decifrare scuoteva non solo l’edificio della psicologia analitica ma ogni altra costruzione concettuale eretta sul territorio della psiche. Li nulla potrà essere come prima. È la convinzione comune di James Hillman, lo junghiano «eretico» più noto al mondo, e Sonu Shamdasani, che nella cura del Libro rosso – uscito con grande successo in traduzione italiana presso Bollati Boringhieri – ha profuso un molteplice ingegno. Nel clima sintonico creato dalla loro spigliata libertà intellettuale, conversano a caldo sul significato di un’impresa per cui vanno cercate le parole adatte al di fuori dei linguaggi specialistici, in direzione metaforica, poetica e drammatica. Attraverso il dialogo di Hillman e Shamdasani si precisa così l’entità dello scotimento. La gerarchia dei vivi e dei morti ne esce capovolta, perché nel profondo di sé Jung non rinviene i traumi personali che l’abbaglio introspettivo è solito portare a galla; vi incontra invece le figure ancestrali della storia umana, i morti che lamentano di restare inascoltati. Soltanto se presteremo loro orecchio e li riaccoglieremo tra noi, sapremo curare la nostra sofferenza di vivi, senza sacrificare un passato inconciliato a un futuro esangue. È questo, ribadiscono insieme Hillman e Shamdasani, il vero lascito di Jung: un moderno «libro dei morti» che non contiene istruzioni per l’aldilà, bensì un viatico terreno per restituire a ciascuno l’ «anima» vivente.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Alimentazione e Salute degli Occhi

Alimentazione e Salute degli Occhi

Autore/i: Cusani Maurizio
Editore: Nuova Ipsa
pp. 152, Palermo

L’occhio vuole la sua parte, si dice comunemente, ma noi aggiungiamo che l’occhio vuole anche mangiare bene, è noto ormai come una corretta alimentazione, un giusto apporto di sostanze nutritive e di oligoelementi siano essenziali per un valido funzionamento del nostro organismo e della vista.
L’alimentazione costituisce un perno della prevenzione in campo medico e un passo fondamentale e primario di qualunque terapia come oggi afferma la nutriceutica.
Impedire l’insorgenza di malattie come la cataratta e la degenerazione maculare senile o rallentarle non è un compito semplice e mangiare nel modo più conveniente può aiutarci parecchio.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Angel Detox

Angel Detox

Come portare la tua vita a un livello superiore attraverso il rilascio emotivo, fisico ed energetico delle tossine
Autore/i: Virtue Doreen; Reeves Robert
Editore: MyLife Edizioni
traduzione di Vincenzina Varano. pp. 304, Coriano di Rimini

Elimina le tossine negative con l’aiuto degli Angeli.
Questo libro è dedicato a chi desidera aumentare la propria energia e migliorare lo stato di salute attraverso il detox, il processo di rimozione delle sostanze e delle energie nocive dalla nostra vita.
Il detox (disintossicazione) è il processo di rimozione delle sostanze e delle energie nocive dalla tua vita. In questo libro si concentra l’attenzione sui metodi di disintossicazione fisica, emotiva e spirituale. Mano a mano che il tuo livello di spiritualità si eleverà, sarai guidato alla rimozione di ciò che non ti serve più, compresi alimenti, bevande, amicizie, relazioni, attività e ambienti.
Nel libro sono descritti i metodi di guarigione che possono aiutarti a disintossicare la tua vita e a provare una gioia più grande rinunciando a comportamenti negativi e a sostanze dannose.
Molto spesso la disintossicazione è considerata un esercizio puramente fisico. Rievoca trattamenti catartici e purgativi che eliminano rapidamente e con decisione dall’organismo le tossine indesiderate. Ma non è detto che sia così. Le indicazioni amorevoli degli angeli mettono a tua disposizione metodi semplici, efficaci e sicuri per migliorare il tuo benessere. Liberandoti di ciò che non ti serve più, ti apri alla gioia e alla pace che ti spettano di diritto.
Sii disposto a eliminare le tossine fisiche ed emotive dalla tua vita!
Lascia che gli angeli collaborino con te mano a mano che procedi nel viaggio di guarigione.
Ti sentirai più leggero, libero e felice.

Visualizza indice

Introduzione al detox
    Capitolo Uno: Metodi di guarigione per un detox efficace
    Capitolo Due: Nutri il corpo fisico
    Capitolo Tre: Erbe e vitamine per favorire il detox angelico
    Capitolo Quattro: Aromaterapia e oli essenziali
    Capitolo Cinque: Disintossica la tua cucina
    Capitolo Sei: “Cosa dovrei mangiare?”
    Capitolo Sette: Programmi detox di sette giorni
    Capitolo Otto: Disintossica le tue emozioni
    Capitolo Nove: Disintossica la tua energia
    Capitolo Dieci: Disintossica la tua casa
Conclusione
Gli autori

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Storia dell’Esercito Romano

Storia dell’Esercito Romano

Autore/i: Zerbini Livio
Editore: Odoya
introduzione dell’autore. pp. 272, nn. ill. b/n, Bologna

L’esercito romano, complessa “macchina” bellica dall’alto livello di specializzazione, faceva della disciplina e dell’addestramento rigoroso le sue armi migliori. Se la legione – fanteria pesante costituita da 6000 cittadini romani – rappresentava l’ossatura dell’esercito, le truppe ausiliarie – reclutate fra cittadini di nascita libera che avrebbero ottenuto la cittadinanza romana con 25 anni di servizio – ne rappresentavano il punto di forza.
Con approccio scientifico e spirito divulgativo, Livio Zerbini dà alla luce un nuovo, moderno testo su uno degli eserciti più antichi e leggendari della storia, accompagnandoci in un percorso di scoperta volto a sfatare i tanti luoghi comuni associati alle caratteristiche e funzioni di queste milizie.
Quando si parla dell’esercito romano lo si intende spesso come un organismo uniforme e, per certi aspetti, immutabile e invariabile, mentre Zerbini ce lo presenta come mobile e soggetto a continue trasformazioni e innovazioni, tanto nella strategia e tecnica militare quanto nell’equipaggiamento e nella tipologia delle armi. Scopriamo così come la grande e provata abilità bellica dei Romani sia da attribuire proprio a questo sapersi adattare con elasticità alle caratteristiche del nemico e alle peculiarità dei territori in cui si trovavano a combattere, nonché alla capacità di far tesoro delle sconfitte subite e degli errori compiuti.
Dalla strategia espansiva dell’età repubblicana a quella difensiva dell’età imperiale, basata sulla costruzione di limes e castra, seguiamo gli sviluppi di un esercito meno imponente di quanto comunemente si pensi. La pace e la sicurezza dell’Impero, che raggiunse con Traiano la sua massima estensione, erano assicurate da un numero non elevato di soldati, che sorvegliavano 9000 chilometri di frontiere grazie a un’estrema dinamicità e capacità di dislocazione sui confini sempre mobili dell’Impero, gestendo ogni emergenza con tempestività.

“Il modo migliore per difendersi da un nemico è non comportarsi come lui.” (Marco Aurelio, Pensieri)

Livio Zerbini insegna Storia romana e Storia antica all’Università di Ferrara ed è visiting professor alla Sorbona di Parigi. È direttore del Laboratorio di Antichità e Comunicazione dell’Università di Ferrara e dirige il Laboratorio sulle Antiche Province Danubiane. Dirige inoltre il Master di Esperto in didattica dell’antico. È autore di documentari e collabora con diverse trasmissioni televisive. Ha al proprio attivo centinaia di pubblicazioni e oltre 20 saggi tra cui: La città romana. Storia e vita quotidiana (Giunti 2005); L’ultima conquista (Editori Riuniti 2006); L’armatura perduta (Rubbettino 2009); Storia romana (Bruno Mondadori 2010); Pompei (UTET 2012).

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto
Pagina 1 di 1.04912345...102030...Ultima »

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel./Fax 06 6868400 - Partita IVA 08443041002