Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Tao Te Ching

Tao Te Ching

Il libro della Via e della Virtù
Autore/i: Lao Tse
Editore: Mimesis
introduzione e cura di Julius Evola. pp. 84, Milano

Pubblicato in Italia nel 1923, Il libro della Via e della Virtù è stata la prima traduzione del testo sacro taoista di Lao Tse curata da Julius Evola. Disinteressato agli aspetti religioso-devozionali o filologico-letterari, Evola coglie l’essenza del Tao Te Ching, opera fondativa della religione e della scuola filosofica taoista, nel suo essere una strada per superare la dimensione umana e permettere all’uomo di diventare davvero quell’Individuo assoluto teorizzato nella parte filosofica della produzione evoliana. “L’uomo che ha la Virtù non discute; l’uomo che discute non ha la Virtù. La Via del Cielo: livellare senza lotta. La Via dell’Uomo: agire senza sforzo”.

Lao Tse filosofo e scrittore cinese a cui è stata attribuita la paternità del Tao Te Ching. Considerato una divinità primaria del taosimo, di cui fu il fondatore, è venerato con il nome di “Supremo Signore”. Julius Evola ha curato due edizioni critiche del capolavoro della saggezza orientale, nel 1923 e nel 1959.

La Danza di Davide

La Danza di Davide

Il segreto dei Salmi
Autore/i: Flaim Olivia
Editore: Tipheret
introduzione dell’autrice. pp. 112, Acireale

Chi vive respira e respirando prega. Che lo sappia o no.
Il respiro, muto esicasmo della quotidianità, è radice di preghiera che rinnova il patto con il soffio d’anima, fuoco del desiderio cosmico di cui siamo frutto.
Attivare consapevolmente la forza della preghiera equivale a spingere il proprio respiro sino a dove tutto ci supera, nel luogo dove si disegna il passo del prossimo infinito.
I Salmi, letti attraverso la mistica delle lettere ebraiche vibrano i loro significati più nascosti, restituendo comprensione per se stessi e per il mondo del quale siamo parte.

Yoga e Sport

Yoga e Sport

Il metodo Iyengar nell’allenamento sportivo
Autore/i: Iyengar B. K.
Editore: Edizioni Mediterranee
edizione italiana a cura di Gabriella Giubilaro, traduzione di Luigia Bertelli. pp. 356, 1100 illustrazioni a colori, Roma

Yoga e sport sono due termini apparentemente antitetici: l’uno indica un’attività competitiva e l’altro si riferisce a una filosofia millenaria che mira alla pace interiore. In questo manuale postumo del grande maestro yoga B.K.S. Iyengar viene esplorato il terreno comune tra questi due mondi e si dimostra come lo yoga possa esercitare un ruolo fondamentale per aumentare le capacità di un atleta.
In questo volume si analizza come lo yoga insegni a prevenire e curare gli infortuni sul campo, come affrontare le emozioni generate dalla competizione, come sviluppare al massimo le facoltà fisiche, mentali, intellettuali degli atleti.
In 356 pagine corredate da 1100 foto a colori troviamo āsana per l’agilità, la flessibilità, āsana per la forza, la resistenza fisica e nel tempo, per la coordinazione tra occhi e arti, tra occhi e colonna vertebrale, per migliorare l’attivazione dei riflessi, āsana per la stabilità delle gambe e per la velocità. Il testo è strutturato sull’osservazione delle varie discipline: sport che hanno bisogno di gambe forti e agili per correre, altri che hanno bisogno di braccia e spalle resistenti, quelli che hanno bisogno di velocità e precisione o di resistenza nel tempo, tanto fisica quanto psicologica.

Bellur Krishnamachar Sundaraja Iyengar (1918-2014) è stato uno dei più famosi maestri di yoga del mondo, ed è stato uno tra i primi a introdurre e diffondere la disciplina yoga in Occidente. Nel 2004 è stato nominato tra le 100 persone più influenti al mondo dalla rivista Time. Il suo libro Teoria e pratica dello yoga è stato un bestseller, tradotto in 20 lingue ed è a tutt’oggi considerato un testo classico per ogni studente di yoga.
In Italia, oltre al volume già citato, sono stati pubblicati dalle Edizioni Mediterranee Teoria e pratica del Pranayama, Compendio di Teoria e pratica dello yoga, Commento agli Yoga Sutra di Patanjali, L’essenza degli Yoga Sutra, Vita nello yoga e B.K.S. Iyengar la vita e l’opera.

“L’intelligenza della testa e quella del cuore devono essere coordinate in ciascuna azione e in ogni movimento”. (B.K.S. Iyengar)

Attraverso gli Occhi di Venere

Attraverso gli Occhi di Venere

Comprendere chi e cosa ci attrae attraverso un metodo pratico
Autore/i: Strano Alfio
Editore: Om Edizioni
prefazione di Roberto La Ricca, introduzione dell’autore. pp. 178, ill. b/n, Quarto Inferiore (BO)

Un testo indispensabile per conoscere l’innovativo Metodo della Vista, ideato dall’autore come ausilio all’interpretazione del tema natale.
“E se dovessimo associare un pianeta al desiderio, quale sarebbe?
Venere naturalmente, domiciliata sia nel Toro (casa seconda, il possesso materiale e affettivo) che nella Bilancia (casa settima, l’altro, opposto e complementare a noi, la relazione). Dalla vista nasce il desiderio, diverso per ognuno di noi.
Ma noi cosa desideriamo?
Da quando nasciamo, ci vengono inculcate alcune convezioni sociali e culturali (matrimonio, figli, lavoro ecc.), ma se solo pensiamo che i concetti di amore, lavoro e famiglia possono assumere miriadi di sfumature, noi cosa vogliamo realmente? Scopo del mio libro è cercare di comprendere chi e cosa ci attrae, allo scopo di realizzarci in un lavoro o essere appagati da una relazione. La felicità non va necessariamente ricercata nel matrimònio o in un lavoro a stipendio fisso (specie se abbiamo Venere in Acquario, in undi- . cesima casa o in aspetto a Urano). Ancora una volta,gastrologia ci aiuta a , conoscere meglio noi stessi.” (Alfio Strano)

Alfio Strano è nato in provincia di Catania. Dal 1983, grazie allo studio di numerosi testi di astrologia, mostra particolare interesse per il settore, soprattutto dal punto di vista psicologico, e considera Ciro Discepolo il suo vero maestro nella disciplina. Nell’arco di questi anni di studio e interpretazione di svariati temi astrologici, ha messo a punto un metodo pratico che risulta essere un valido aiuto nell’interpretazione del tema natale, il Metodo della Vista. Oltre che nel campo editoriale, collabora con la società di astrologia Il Cuore del Tempo anche nell’organizzazione di corsi in sede.

Il Diavolo e la Sua Corte

Il Diavolo e la Sua Corte

Nella tradizione popolare
Autore/i: AA. VV.
Editore: BastogiLibri
a cura di Vittorio Di Giacomo e Mara Pacella, prefazione di Ireneo Bellotta, introduzione di Vittorio Di Giacomo. pp. 164, nn. ill. b/n, Roma

Una raccolta di leggende “nere” non può partire che dal diavolo per ritornare a lui, il principe delle tenebre, per definizione antica ed usuale. Dall’egiziano Set, dio del buio e della notte, al persiano, tenebroso Ahriman, nato da un dubbio del dio della luce, ai nostrani e casalinghi diavoli, il nero si addice al demonio e alle sue operazioni (almeno quanto il rosso, altro colore diabolico). Tanto che, dovendo estrarre dal corpo delle leggende italiane il presente repertorio “nero”, s’è adottato il criterio di riprodurre quelle leggende, in cui sia accertata la presenza del grande nemico, reale o simbolica, diretta o indiretta, esplicita o implicita: sia ch’egli tenga il campo con attributi personali e realistici, sia che si celi dietro il velo del prodigio o del sortilegio, sia che suggerisca o tenti d’indurre negli uomini atti di magia, di sangue, di ribellione. Le leggende “nere” sono le leggende del diavolo e delle sue infinite trasformazioni: uomo, bestia, spirito, voce della coscienza: è sempre lui, il gran bugiardo, il tentatore, il trasformista. Vincitore o vinto, gabbato o truffatore, il diavolo delle leggende vive tra gli uomini e con gli uomini, per la loro dannazione.

Nascita di una Religione

Nascita di una Religione

Le origini del cristianesimo
Autore/i: Bonanate Ugo
Editore: Bollati Boringhieri
prefazione dell’autore. pp. 216, Torino

Gesù: un guaritore, un esorcista, un profeta, «un giusto». E solo quello? Per alcuni è il messia, per altri un indemoniato. Lo processano per empietà, lo condannano, lo crocifiggono. Sembrava tutto finito. C’è chi dice di averlo visto risorto: l’iniziale, sparuto gruppo dei suoi discepoli cresce, si diffonde, vive come lui aveva detto. Sono ebrei. Anche Paolo lo è, ma non ha dubbi che Gesù abbia parlato a tutti gli uomini del mondo, persino ai pagani. Un solo Dio, lo stesso per tutti, il Dio di Abramo, Isacco, Giacobbe, Mosè – e di Gesù. Bisogna proclamarlo, e poi organizzare le nuove comunità, uscire dalla sinagoga e costruire la chiesa.
Neanche trecento anni dopo, il cristianesimo ha vinto: si è diffuso ovunque, è diventato la religione ufficiale dell’impero. Come è stato possibile? Questo libro cerca di rispondere alla domanda, la stessa che già tanti lungo i secoli si sono posti, studiosi e uomini di fede. Un libro rigoroso, scritto da uno storico che non appartiene a nessuna confessione religiosa, ma che è sensibile ai valori della religione e vuol capire le ragioni della sua forza. Un libro semplice e misurato, lontano sia dall’apologetica cattolica, sia dal risentimento anticlericale. Fa conoscere un Gesù, un Paolo, una chiesa antica, diversi da quelli perlopiù noti allettare italiano: a lui chiede soltanto di mettere tra parentesi, mentre lo legge, le sue convinzioni religiose, non di rinunciare loro.

Saint~Sébastien Hors les Murs

Saint~Sébastien Hors les Murs

La Basilique – Le Souvenir Apostolique – Le Cimetière ad Catacumbas
Autore/i: Chéramy H.
Editore: Maison de la Bonne Presse
préface de Mgr Pierre Batiffol. pp. 88, nn. tavv. b/n f.t., nn. ill. b/n, Paris

PRÉFACE de Mᶢʳ BATIFFOL
La Catacomhe de Saint-Sebastien et la France

SAINT-SÉBASTIEN HORS LES MURS

I. ~ La basilique
1. Les origines
2. Les dernières années de l’Empire romain et le moyen age
3. Les temps modernes: la Renaissance. – Le XVIIᵉ siecles: transformation de la basilique. – Le XVIIIᵉ et le XIXᵉ siècles

II. ~ Le souvenir apostolique et Ies fouilles récentes
1. Les fouilles de 1915-1925. – Un groupe de tombes du Iᵉʳ siècle. – La villa et les maisons antiques. – Les inscriptions en l’honneur des saints Pierre et Paul
2. La date de la translation des corps des apôtres a Saint-Sebastien

III. ~ Le cimetière ad catacumbas
1. Le nom
2. Origine
3. Les inscriptions
4. Les sarcophages
5. Les peintures

Livre Blanc (Noir) du «Bestiaire Du Christ»

Livre Blanc (Noir) du «Bestiaire Du Christ»

Avec quelques documents inédits de Louis Charbonneau-Lassay
Autore/i: AA. VV.
Editore: Arché
Charis Archives del’Unicorne Dossier Hors Série pp. 64, 1 nn. ill. b/n, Milano

Storia delle vicissitudini del capolavoro dell’iconografo francese e del suo editore italiano.

Beatrice Cenci

Beatrice Cenci

Un intrigo del Cinquecento
Autore/i: Valentini Norberto; Bacchiani Milena
Editore: Rusconi
prima edizione. pp. 280, Milano

La vita di Beatrice Cenci, nobildonna dell’aristocrazia laziale del Cinquecento, è stata breve: ventidue anni (dal 1577 al 1599), ma ventidue anni fitti di oscure trame, di torbide passioni, di delitti e intrighi di potere. Le vicende della sua ricca e turbolenta famiglia riassumono esemplarmente, tra splendore e ignominia, il disfacimento (sotto il regno di tre papi, Gregorio XIII, Sisto V, Clemente VIII) della neopagana civiltà romanesca del secolo XVI.
Beatrice Cenci, donna appassionata, orgogliosa, risoluta, altera e ribelle, nella sua lotta per difendere il diritto a una vita autonoma e personale, può essere considerata una eroina del femminismo: per questo il popolo ne trasformò, subito dopo la sua decapitazione, le sventure in leggenda. Shelley le ha dedicato una tragedia in cinque atti; Stendhal un suggestivo racconto; Guerrazzi un romanzo epico; Dumas alcune pagine fastose; L.A. Muratori una rievocazione nei suoi Annali; Paul Delaroche, Antoine de Guigny, Ilario Bellavista e Guido Reni quattro discussi ritratti; Nino Rota e Ludomir Rezychi due opere liriche; Alberto Moravia, infine, una commedia drammatica.
Norberto Valentini e Milena Bacchiani, nel ricostruire meticolosamente le avventure umane e l’intricato processo di Beatrice Cenci, hanno organizzato un avvincente romanzo documentario (con al centro un incesto, strategie amorose e delitti) che ha per scenario una Roma di luttuoso splendore in cui convivono nepotismi” corruzione legislativa e amministrativa, brigantaggio e commercio della lussuria. Perseguitata da un padre puttaniere e sodomita, amante di un monsignore e di uno spadaccino spregiudicati, condannata a morte da un’ingiustizia pontificia che punta a distruggere la sua famiglia per confiscarne i beni, Beatrice Cenci fu sicuramente protagonista, in quanto sua smarrita vittima, della Storia.

Norberto Valentini, nato a Modena, giornalista, è da otto anni a capo della redazione romana della « Domenica del Corriere ». Ha compiuto gli studi di scienze politiche e sociali presso la facoltà « Cesare Alfieri» dell’Università di Firenze, frequentando un corso di diritto sociale a Ginevra. È autore di numerose opere di saggistica tradotte in tutto il mondo, tra cui: Il dramma di due comunisti a Mosca, Il sesso in confessionale, La coppia nuda, L’Italia inquinata, le biografie di papa Luciani e di papa Wojtyla: Il papa che sorrideva e Il papa che viene dall’Est.

Milena Bacchiani, nata a Pesaro, ha compiuto gli studi presso l’Università «Pro Deo» di Roma. Esperta di problemi di psicologia, ha firmato con Valentini le biografie di papa Luciani e di papa Wojtyla.

Mao Zedong dalla Politica alla Storia

Mao Zedong dalla Politica alla Storia

Autore/i: AA. VV.
Editore: Editori Riuniti
prima edizione, a cura di Enrica Collotti Pischel, Emilia Giancotti, Aldo Natoli, prefazione e avvertenza di Emilia Giancotti. pp. 464, Roma

A poco più di un decennio dalla morte di Mao Zedong è possibile una rivisitazione critica dell’opera e del pensiero del grande rivoluzionario? È possibile una riflessione che colleghi il giudizio sereno dello storico con le valutazioni appassionate e discordi della politica? È possibile rintracciare sviluppo unitario e coerenza in una personalità così singolare, che per-un cinquantennio diresse il più grande movimento rivoluzionario dell’Asia estrema? L’ideologia del «ribellarsi è giusto», che condusse a epiche lotte di massa e trasformò la Cina, seppe conservare la sua virtù popolare e, innovatrice nell’ordine determinato dal potere statale? E fatale che il sogno dell’uguaglianza fra gli uomini sfiorisca con il consolidarsi delle strutture burocratiche? Tante domande, tante risposte. E nessuna definitiva, ma un campo rimasto aperto alla ricerca e alla sperimentazione. Questi i temi discussi nel Convegno internazionale sul pensiero e l’opera di Mao Zedong, organizzato dall’Istituto di filosofia dell’Università di Urbino nel 1986, cui hanno partecipato sinologi e studiosi della rivoluzione cinese provenienti dalla stessa Cina e dagli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna e dalla Germania, dalla Francia e dall’Italia. Quello compiuto nel presente volume è il primo tentativo di collo· care nella storia di questo secolo l’opera del grande rivoluzionario, fuori da ogni mitologia, ma anche dalla pretesa che funzione dei posteri sia principalmente quella di abbattere idoli.

Scritti di E. Balibar, S. Calamandrei, M. Cangiani, J. Chesneaux, F. Coccia, E. Collotti Pischel, M. Dassù, L. Foa, K. Gawlikowski, L. Geymonat, Huang Wei Ping, A. Illuminati, K.S. Karol, R. Linhart, Lu Feng, G. Mantici, M. Martelli, M. Meisner, A. Natali, C. Preve. E.I. Rambaldi, R. Rastrelli, A. Rossanda, T. Saich, S.A. Schram, Su Shaozi, D. Zweig.

Origine e Uomini del Rotary

Origine e Uomini del Rotary

Pagine scelte
Autore/i: Harris Paul P.
Editore: Edizioni Della Torre
prefazione di Antonio De Majo, traduzione a cura di Lucio Artizzu. pp. 188, ill. b/n, Cagliari

Dalla prefazione di Antonio De Majo:
“23 febbraio 2005: cento anni di vita del Rotary.
Si tratta di un traguardo di rilievo, soprattutto per quanto il Rotary è riuscito a realizzare in un periodo che comprende la prima guerra mondiale, l’evoluzione e l’involuzione di bolscevismo, fascismo e nazismo, la seconda guerra mondiale, la cortina di ferro ed ora il terrorismo di matrice islamica.
Nella sua relazione all’Assemblea del Distretto 2080 (Bagni di Tivoli, 7 maggio 2004) il governatore Lucio Artizzu ha detto che un modo di onorare il Centenario è anche quello di ripercorrere le origini storiche della nostra presenza nella società; di andare a ritroso negli anni, nei decenni, partendo dal contesto sociologico e filosofico nel quale, quella magica sera del 23 febbraio di circa un secolo fa, quattro uomini posero le basi di un movimento che rivoluzionò i rapporti fra gli uomini; dobbiamo, insomma, riandare alla ricerca delle nostre radici. Alla ricerca delle nostre radici per affrontare le sfide del futuro. Questo è il nostro traguardo, questo è il nostro motto.
Non si può conoscere il futuro di un popolo o di un grande movimento internazionale come il Rotary se non si ha memoria del proprio passato, della propria storia. È un’esigenza, questa, che lo stesso Paul Harris avvertì acutamente quando nel 1934 affidò ad un gruppo di sociologi dell’Università di Chicago una spregiudicata indagine sulle origini socio logiche, storiche e filosofiche e sul ruolo che il Rotary avrebbe potuto svolgere a livello economico, culturale e sociale.
E che questo obiettivo sia quello che più viene ritenuto rilevante da Artizzu è dimostrato non soltanto dal titolo Alla ricerca delle nostre radici dato alla relazione in occasione della sua pubblicazione su Voce del Rotary, ma dalla circostanza che Lucio ha dedicato giornate e giornate a tradurre – con la precisione e la acutezza che lo distinguono -le più significative pagine di due opere, finora sconosciute, scritte da Paul Harris negli anni ’30.
Ma, a mio avviso, la divulgazione di queste pagine non è di rilievo soltanto per celebrare il Centenario del Rotary, quanto per indurre a riflettere su quelli che sono stati i punti chiave che hanno reso possibile l’affermazione dei principi che sono alla base del Rotary. Punti chiave che, purtroppo, non sono stati attuati sempre e la cui trascuratezza ha impedito al Rotary di raggiungere traguardi ancor più prestigiosi.
È abbastanza frequente leggere, sulle riviste rotariane, articoli di chi tanto ha dato all’idea, nei quali si lamenta la diffusione del non rispetto delle regole. Evidentemente, cento anni di Rotary non ci hanno insegnato abbastanza, dato che viviamo la vita rotariana in modo più vicino alle storture della società in cui siamo inseriti, che al rigore etico predicato da Paul Harris. […]”

Il Grande Manuale del Reiki

Il Grande Manuale del Reiki

Origini, filosofia, tecnica, applicazioni
Autore/i: Carmignani Umberto; Magnoni Asa; Oggioni Sabina
Editore: L’Età Dell’Acquario
pp. 432, nn. ill. b/n, Torino

«Il grande manuale del Reiki» è un libro completo che svela la vera natura del Reiki, dalle origini alla tecnica e alle sue applicazioni.

Frutto di tredici anni di ininterrotto lavoro da parte di una équipe di trenta Maestri di Reiki – medici, biologi, ingegneri, psicologi, giornalisti, artisti – quest’opera accompagna il lettore in uno straordinario viaggio alla scoperta del Reiki, del suo valore come Tecnica di Guarigione Bio-Naturale, come Filosofia di Vita e Disciplina Spirituale.
Umberto Carmignani, Asa Magnoni e Sabina Oggioni hanno raccolto in queste pagine, insieme a informazioni inedite sulle sue origini e sulla sua storia, nozioni e intuizioni basate sia sulla pratica quotidiana e sull’esperienza evolutiva personale, sia sull’indagine psicologica e scientifica. Attraverso di esse ci svelano la vera natura del Reiki, delle Iniziazioni, dei Trattamenti, mettendo in luce il profondo significato dei Livelli di Reiki e dei Simboli, il funzionamento delle Cerimonie di Attivazione dei Canali Energetici, dei Trattamenti e del Processo di Guarigione e di Crescita Personale e Spirituale.
Alla ricerca del segreto della Guarigione tra Anima e Corpo, gli autori spaziano dal Buddhismo alla Psicologia Transpersonale, dall’Induismo alla Fisica Quantistica, da Platone ad Einstein, da Confucio a Steiner, da Paracelso ad Hamer, dalla Medicina Cinese e Vedica alla Psiconeuroendocrinoimmunologia, in un ampio e sorprendente excursus filosofico, storico, scientifico, religioso e spirituale per conoscere, praticare e divulgare Reiki nella sua autenticità ed efficacia, a beneficio di Studenti, Maestri di Reiki, Operatori Olistici.

Umberto Carmignani, artista, ricercatore spirituale, esperto in comunicazione, maestro di Reiki, studioso di simbologia e di fenomeni di espansione ed evoluzione della coscienza, è fondatore e presidente di «La Città della Luce». Da più di trent’anni si occupa di temi legati alla Comunicazione, all’Evoluzione della Coscienza e all’Espressione del Potenziale Umano. Dal 1992 si occupa dello studio, della pratica, dell’insegnamento e della divulgazione del Reiki. Tiene conferenze, seminari e workshop in Italia e all’estero.

Antichità Inventate

Antichità Inventate

L’archeologia geopolitica di Ciriaco d’Ancona
Autore/i: Mangani Giorgio
Editore: Mimesis
pp. 160, Milano

Un’interpretazione molto accreditata (da Benedict Anderson a Eric Hobsbawm) dell’origine degli stati nazione suggerisce che, oltre alla lingua, il collezionismo dei musei nazionali, la standardizzazione del cursus formativo scolastico e la rivoluzione tipografica abbiano svolto un ruolo decisivo nella “invenzione delle tradizioni” cui fu affidata la funzione di collante identitario dei popoli. Ma questo sarebbe avvenuto solo in età moderna: niente del genere sarebbe stato immaginato per gli stati dell’antico regime. Questo libro spiega come la tecnica della invenzione della tradizione sia stata efficacemente impiegata da Ciriaco Pizzecolli, noto come Ciriaco d’Ancona (1391-1452/55) anche molto tempo prima, almeno nel XV secolo, per motivi geopolitici, utilizzando l’archeologia e il collezionismo di antichità come un’arma da guerra e come veicolo delle ideologie della sovranità. Ciriaco è tradizionalmente considerato il fondatore dell’archeologia e della scienza antiquaria; i suoi biografi sottolineano, a partire dal contemporaneo Francesco Scalamonti, l’eccentricità della sua formazione prevalentemente commerciale. Il libro cerca di spiegare che fu invece proprio questo “occhio da mercante” e da diplomatico, se non addirittura di spia, a fare la differenza. Ciriaco, infatti, fece due cose: contribuì a diffondere l’interesse per il collezionismo delle antichità tra le classi dirigenti occidentali producendo quella che può essere chiamata una “commoditizzazione” di beni non ancora considerati al suo tempo di valore commerciale (solo successivamente apprezzati anche sotto questo profilo); utilizzò quelli da lui acquistati o copiati nel corso dei suoi numerosi viaggi in Grecia come doni per convincere politici, aristocratici e ricchi mercanti ad aiutare l’impero bizantino sotto attacco da parte dei Turchi, trasformando la tradizione antica e pagana nel patrimonio comune dell’Occidente.

Giorgio Mangani si occupa da oltre trenta anni di storia del pensiero geografico e di storia della cartografia, di geografia culturale e di sviluppo locale a traino culturale. Ha insegnato materie geografiche in diverse università (Urbino, Bologna/Cesena, Bergamo, Politecnica delle Marche di Ancona). È stato consulente culturale e direttore di diverse istituzioni culturali come il Sistema museale della provincia di Ancona, la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, la Provincia di Ancona, la casa editrice Il Lavoro Editoriale.
Tra i suoi libri, Il “mondo” di Abramo Ortelio. Misticismo, geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi (1998, ried. 2006); Cartografia morale. Geografia, persuasione, identità (2006); Geopolitica del paesaggio (2012); Gherardo Cibo. Dilettante di botanica e pittore di ‘paesi’ (2013, con L. Tongiorgi Tomasi, Premio Pasquale Rotondi 2014).

Conosci Te Stesso

Conosci Te Stesso

Jnana yoga – Volume 2
Autore/i: Aïvanhov Omraam Mikhaël
Editore: Prosveta
pp. 304, 1 tavv. a colori f.t., ill. b/n, Tavernelle (PG)

Conosci te stesso… In questa frase è contenuta tutta la scienza e tutta la saggezza: conoscersi, ritrovarsi, realizzare la fusione tra il sé inferiore e il Sé superiore. Il simbolo dell’Iniziato che è riuscito a ritrovare se stesso è il serpente che si morde la coda. Il serpente che striscia a terra è una linea retta o sinuosa, e tale linea è limitata. Il serpente che si morde la coda, invece, diventa un cerchio, e il cerchio è l’infinito, l’illimitato, l’eternità. L’essere che è riuscito a realizzare il simbolo del cerchio penetra in un mondo dove non ci sono più limiti, dove non c’è più separazione fra l’alto e il basso, poiché tutte le potenze, le ricchezze e le virtù possedute dal vero Sé – il Sé superiore – si infondono nel sé inferiore. Il piccolo e il grande diventano tutt’uno, e l’uomo diventa una divinità. (Omraam Mikhaël Aïvanhov)

Visualizza indice

1 La bellezza
2 Il lavoro spirituale
3 La potenza del pensiero
4 La conoscenza: il cuore e l’intelletto
5 Il piano causale
6 Concentrazione-Meditazione-Contemplazione-Identificazion
7 La preghiera
8 L’amore
9 La volontà
10 L’arte- La musica
11 Il gesto
12 La respirazione

Introduzione alla Massoneria

Introduzione alla Massoneria

Autore/i: Claudy Carl H.
Editore: BastogiLibri
prefazione di Howard R. Cruse, note e commenti di Elvio Sciubba e Ludovico Fulci, traduzione di Giovanni S. Mariani. pp. 88, Roma

Quest’opera non è un “catechismo” massonico, bensì una guida attenta per gli iniziati intenti ad esplorare il mondo della Massoneria. Le analisi si muovono dalle allegorie ai simboli, dal rito iniziatico ai “viaggi”, per giungere al “segreto”. Il Grembiule, le Pietre angolari, i Gioielli, etc. vengono considerati secondo gli antichi insegnamenti. Un glossario e un indice delle cose notevoli completano il volume.

Statuti Generali della Società dei Liberi Muratori del Rito Scozzese Antico ed Accettato

Statuti Generali della Società dei Liberi Muratori del Rito Scozzese Antico ed Accettato

Pubblicati in Napoli nel 1820 (1821)
Autore/i: AA. VV.
Editore: BastogiLibri
prefazione di Aldo A. Mola. pp. 114, Roma

Dalla prefazione di Aldo A. Mola:
“Il 23 febbraio 1821 Ferdinando I, re delle Due Sicilie, intimò ai sudditi d’accogliere a braccia aperte l’armata asburgica che il generale Frimont, su mandato del congresso di Lubiana, guidava a reprimere il sistema costituzionale affermatosi in Napoli nel luglio dell’anno precedente. La rivoluzione liberale aveva le ore contate: di lì a poco essa fu spenta nelle gole di Antrodoco, tra le brughiere di Novara e nelle carceri del Lombardo-Veneto e degli Stati Pontifici. Lo stesso 23 febbraio 1821 Domenico Gigli, Tommaso Mazza e Orazio De Antellis datarono gli Statuti della Società dei Liberi Muratori del Rito Scozzese antico ed accettato, che – scrisse Ulisse Bacci un secolo dopo -, “sia pure con molte modificazioni decretate dalle successive Costituenti, sono ancora le basi fondamentali dell’Istituto”. Gli Statuti che qui si pubblicano posson dunque essere considerati il lascito dei massoni partenopei a quelli italiani delle venture generazioni: i quali perciò sarebbero tornati ripetutamente a ispirarsene per restituire ordine ai loro lavori, dopo decenni di dolenti peregrinazioni, senza bussola e senza meta, costretti a “inventare” norme nuove per ignoranza delle antiche.[…]”

Guida all’Orologio Biologico

Guida all’Orologio Biologico

Prevenire e curare con la medicina tradizionale cinese
Autore/i: Jiaofei Zhang, Jing Wang
Editore: Edizioni Mediterranee
prefazione degli autori, traduzione dall’inglese di Andrea Tranquilli. pp. 160, 150 foto e illustrazioni a colori, Roma

Segui i ritmi della natura per ottenere una salute perfetta con la medicina tradizionale cinese.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il tempo – si tratti dell’ora del giorno o della stagione dell’anno – è un elemento importante nella cura della salute. Il qi, l’energia vitale del corpo, è come la marea con il suo incessante flusso e riflusso. Il ciclo delle quattro stagioni è un cerchio completo, come lo è il giorno di 24 ore. Comprendere questo particolare “orologio biologico” aiuta ad acquisire e a mantenere una buona salute.
Si tratta di concetti che hanno radici profonde in Cina, poiché risalgono almeno fino al Testo classico di medicina interna dell’Imperatore Giallo, il primo trattato medico cinese che si conosca. Anticamente, il giorno era diviso in 12 fasi di due ore, ciascuna con un diverso canale energetico e il relativo organo “in servizio”. Per avere una salute ottimale, dobbiamo imparare a coltivare ogni parte del corpo durante la fase in cui è al suo apice.
Avvalendosi di illustrazioni molto chiare e attraverso un linguaggio semplice e accessibile a tutti, questo libro spiega come seguire nel modo migliore il nostro orologio biologico e in particolare:

  • come interpretare i segnali del corpo
  • come sincronizzare la cura della salute con il momento del giorno e dell’anno
  • semplici modi per massaggiare gli agopunti

Se sapremo ascoltare Madre Natura e il nostro corpo, compiremo un passo importante verso una salute migliore.

Zhang Jiaofei, laureatosi in Medicina Cinese a Guangzhou, è vice-primario presso l’Ospedale di Medicina Tradizionale Cinese della provincia di Henan. Ha curato Classic Foot Therapy for Common Diseases e numerosi altri libri.

Wang Jing, laureatosi all’Università di Medicina Tradizionale Cinese di Henan, è anch’egli vice-primario nello stesso ospedale. Ha curato The Self-Help Classic with Illustrations for Family Doctors, Moxibustion Therapy of Special Effects for Common Diseases e altri testi di divulgazione scientifica.

Maschio e Femmina

Maschio e Femmina

Autore/i: Mead Margaret
Editore: Il Saggiatore
prima edizione, premessa dell’autrice, traduzione di Maria Luisa Epifani e Roberto Bosi. pp. 400, Milano

Inchieste e statistiche di clamorosa risonanza ci hanno informati sul comportamento sessuale dell’uomo e della donna in alcune delle più tipiche società moderne. Questo libro della Mead affronta con il massimo di chiarezza e coraggio il problema di fondo «che cosa debbono pensare gli uomini e le donne della loro maschilità e femminilità in questo XX secolo nel quale tante delle nostre vecchie idee hanno bisogno di essere rinnovate?» Le domande, i quesiti che si diramano da questo problema sono tra i più assillanti della nostra vita collettiva e individuale. Con la sua acuta attenzione, la Mead riesce a districarli, a formularli con straordinaria vivacità nei loro aspetti più noti e in quelli più imprevisti, portandoci ai confronti estremi, come quello inteso a stabilire se l’uomo e la donna abbiano vizi o virtù specifiche, o non siano semplicemente esseri umani, ai quali nessuna capacità (salvo le differenze biologiche) è data in esclusiva; ovvero affrontando i dilemmi più radicali, come quello di appurare se «la grande sovrastruttura di differenze socialmente definite» tra i due sessi risponda a una necessità inderogabile, o non piuttosto a criteri di utilità pratica. Per raggiungere conclusioni indicative, che peraltro non hanno mai l’arroganza di erigersi a norme, l’A. ha esplorato sette diverse culture «primitive» dei mari del Sud, ma ha anche esteso la propria ricerca ai rapporti che vigono tra maschio e femmina nelle nostre culture che si ritengono più «differenziate». Il suo metodo è quello dell’antropologia, cioè della «scienza dei costumi come lei stessa la definisce che ci ha insegnato a osservare i modelli di civiltà diversi e contrastanti costruiti dagli uomini sulla base di eredità biologiche comuni». A parte il pittoresco e l’alta aneddotica, se così si può chiamarla, che ravviva il tessuto del libro, le conseguenze più vistose e in certo senso più preoccupanti dell’indagine consistono forse nelle analogie riscontrate tra le diverse civiltà. Ma una vigile coscienza storica, un fervido «impegno» sociale riscattano le deduzioni della Mead dal rischio di quel fatalismo che potrebbe legarsi alla fissità di certe costanti antropologiche, in altri termini, l’uomo e la donna non diventano in questo libro due tipi vincolati o condannati a immobilizzare, con la loro perenne antitesi, la ricchezza dei nostri sviluppi individuali e collettivi, politici e culturali. Ché anzi uno degli scopi dichiarati dell’opera è proprio di promuovere una sempre più piena attuazione delle «capacità potenziali insite nel genere umano».

Il Sonno

Il Sonno

Autore/i: Luce Gay Gaer; Segal Julius
Editore: Garzanti
prefazione di Gay Gaer Luce, traduzione dall’inglese di Ottavia Emegian Dalai. pp. 304, ill. b/n, Milano

L’uomo trascorre circa un terzo della vita nello stato profondo e misterioso del sonno. Nel sonno si celano molti segreti del suo comportamento da sveglio, i complessi della sua personalità, gli impulsi delle sue tendenze fondamentali. Pochi di noi si rendono però conto di quanto i ritmi interni del nostro corpo siano strettamente connessi con il sonno e la veglia. Quanti di noi conoscono il significato dei taciti cerimoniali con cui ci prepariamo al sonno? Che cos’è l’insonnia? Quale rapporto si può stabilire fra gli attacchi di cuore o di ulcera durante la notte e l’andamento del sonno?
A quali rischi andiamo incontro quando scambiamo la notte per il giorno? Queste sono alcune delle molte domande cui questo libro risponde, illuminandoci sugli stupefacenti risultati di dieci anni di ricerche condotte sui processi in atto nell’uomo che dorme.

Natale Pasqua Pentecoste

Natale Pasqua Pentecoste

Conferenze esoteriche
Autore/i: Steiner Rudolf
Editore: Atanòr
prefazione di Massimo Forte. pp. 120, Roma

Questo libro offre un significativo spaccato dell’universo steineriano. Il lettore, infatti, troverà in esso, accanto, all’esegesi delle tre grandi feste cristiane del titolo, una ricca messe di notizie, apparentemente disparate: elementi di storia naturale, annotazioni di fisiologia occulta, riferimenti storico-letterari, delicatissime comunicazioni esoteriche: il tutto padroneggiato con ferrea consequenzialità ed esposto con l’arte di un ricamo, in modo da fornire, al pari di ogni altro scritto di Steiner, un quadro vastissimo, dai diversi piani di lettura.
Tra le due sponde del sapere – mistica tradizionale e scienza moderna – viene finalmente edificato il ponte auspicato da Goethe: in quanto lo scienziato si fa asceta, ed asceta nel senso più completo del termine è colui che penetra da dominatore nei meandri del conoscibile, sul piano manifesto come su quello immanifesto
Nella visione Cristologica di quest’opera, i cattolici troveranno tesori spirituali inaspettati e i non cattolici potranno scoprire significati e valori inimmaginabili.

Pasquale Paoli

Pasquale Paoli

Autore/i: Rota Ettore
Editore: Utet
prefazione dell’autore. pp. 204, con 8 tavole in rotocalco, Torino

Sommario:

DEDICA

PREFAZIONE

  • La geografia e l’anima della Corsica
  • Il governo di Genova e l’anima dell’Europa – Mentre matura la fanciullezza di Pasquale Paoli ….
  • Il primo esilio di Pasquale Paoli . Dai 14 ai 30 anni
  • Il ritorno in Patria di Pasquale Paoli e la sua attività riformatrice
  • La lotta contro i nemici di dentro e di fuori
  • Il secondo esilio di Pasquale Paoli
  • Nella bufera dei partiti politici – Paoli contro il giacobinismo imperialista

NOTA BIBLIOGRAFICA

Marco Polo

Marco Polo

Autore/i: Dainelli Giotto
Editore: Utet
pp. 244, con una cartina geografica a più colori e una tavola in rotocalco, Torino

Sommario:

AVVERTENZA

  • La vita di Marco Polo
  • Le antiche conoscenze intorno all’Asia
  • I precursori dei Polo
  • Il viaggio dei fratelli Nicolò e Matteo Polo
  • Il viaggio di Marco Polo: dal Mediterraneo al Golfo Persico
  • Dal Golfo Persico sino al Tetto del Mondo
  • Attraverso i deserti dell’Asia interna fino alla soglia della Cina
  • L’arrivo nel paese delle maraviglie
  • La corte ed il governo del Gran Can Cublai
  • Viaggio attraverso la Cina occidentale
  • Vita di Marco Polo nella Cina e la sua descrizione del paese
  • Acque e città del Mangi
  • La partenza per il periplo marittimo dell’ Asia
  • L’India di Marco Polo
  • Il ritorno, finalmente, alla laguna
  • Il libro di Marco Polo e la sua fortuna
  • Marco Polo esploratore ed autore
  • L’influenza del libro di Marco Polo sul progresso della conoscenza dell’Asia

NOTE BIBLIOGRAFICHE

Raffaello

Raffaello

Autore/i: Serra Luigi
Editore: Utet
pp. 204, con 25 tavole in rotocalco, Torino

Sommario:

  • Il periodo urbinate
  • Il periodo umbro
  • Il periodo fiorentino
  • Raffaello a Roma. Le «Stanze Vaticane»
  • Opere contemporanee alla decorazione delle «Stanze Vaticane»
  • Ultime opere
  • Raffaello architetto
  • Raffaello scultore
  • Fortuna di Raffaello
  • Lineamenti dell’arte di Raffaello

REGESTO BIOGRAFICO
INDICE DELLE TAVOLE

Occultismo Orientale e Filosofia Yoga

Occultismo Orientale e Filosofia Yoga

Autore/i: Mir Shemesh
Editore: De Vecchi
prefazione dell’autore. pp. 208, Milano

Dalla prefazione dell’autore:
“Che cosa è lo yoga? A tutti coloro che si sono posti questa domanda dobbiamo subito dire che è una scienza, un’arte suggestiva e profonda. Essa può donare grandi benefici al corpo e allo spirito di quanti vi si dedicano con amore e con tenacia.
Lo yoga non ha un’origine precisa; le sue tecniche psicofisiche erano conosciute e applicate in tempi assai remoti; alcuni studiosi le fanno risalire al 3000 a. C., altri a 6000 anni dall’era attuale. Il termine yoga proviene dalla radice sanscrita yui che significa aggiogare, legare assieme; yoga va quindi interpretato come l’atto di unire, di attaccare, di aggiogare il cui significato può essere esteso e trasferito al controllo del corpo, della mente e dei sensi, cavalli questi assai ribelli e che appunto hanno bisogno delle discipline yogiche.
La vita moderna è il frutto di una civiltà dinamica e sfrenata, l’uomo occidentale si alza, fa colazione, lavora alacremente fra l’incessante rumore delle macchine. Quando cessa il lavoro si precipita nella strada affollata, s’innervosisce in una giungla di automobili e di veicoli di ogni sorta e una volta a casa, mastica male e in fretta il pranzo. Questa vita certamente danneggia la salute, logora e uccide lentamente, conduce alle nevrosi più allucinanti. L’uomo occidentale può quindi trarre benefici dallo yoga, proprio perché lo yoga richiede una rigida, regolare, serena condotta di vita.[…]”

L’Evoluzione Viene dal Cosmo?

L’Evoluzione Viene dal Cosmo?

Autore/i: Sänger-Bredt Irene
Editore: Armenia
prefazione dell’autrice, traduzione di Margaret Trombetta. pp. 288, tavv. b/n f.t., Milano

Sapremo mai se la Terra, in tempi remoti, è stata visitata da esseri intelligenti venuti dal cosmo?
Questo libro cerca di affrontare l’affascinante interrogativo.
Se vogliamo far luce sul passato della Terra, dice l’Autore, dobbiamo imparare a “leggere” in modo nuovo, non convenzionale, il libro dell’evoluzione. I ricordi lontanissimi di passate esperienze si accumulano nell’inconscio di ogni individuo, entrano a far parte del suo patrimonio genetico: tutti noi, quindi, siamo partecipi di esperienze che risalgono alla notte dei tempi. Ma per comprenderne il significato, dobbiamo far riaffiorare a livello cosciente questi ricordi, tradurli in espressioni che abbiano un significato per l’uomo d’oggi.
Ancora ai nostri giorni, memorie inconscie di questo tipo si possono manifestare in certi incomprensibili costumi popolari, nei riti religiosi, nelle regole della superstizione, nei giochi sempre uguali dei bambini, nell’inclinazione umana a compiere azioni inspiegabili ed irrazionali: tutti elementi che rientrano in un quadro molto diverso dalla realtà quotidiana, apparentemente incomprensibile ma denso di profondi significati.
Una riflessione sul “perché” di certi comportamenti potrebbe essere la chiave delle porte che si aprono, una dopo l’altra, sui misteri del passato.
Quello che importa, comunque, non è stabilire se influenze extraterrestri sono state determinanti per l’evoluzione della nostra razza: conoscere il passato, in ogni caso, significa poter intuire meglio il futuro, prevedere gli ostacoli, indirizzare più armonicamente il nostro cammino verso mete immediate.
E questo libro vuole offrire un aiuto a tutti coloro che lo leggeranno.
Senza pretendere di offrire risposte definitive ai molti quesiti che sorgono, mette in rilievo certe possibilità e certi metodi scientifici: l’umanità, cosi, potrebbe fare qualche passo avanti nella comprensione dei numerosi, insoluti misteri del tempo.
Irene Sänger-Bredt è laureata in scienze naturali. Ha lavorato come assistente del dottor Eugen Sänger nel Centro di Studi astronautici. È membro di parecchie società di astronautica ed è l’unica donna ad appartenere come membro all’Accademia Internazionale di Astronautica. Nel 1970 le fu assegnata la medaglia d’oro Hermann Oberth.

Irene Sänger-Bredt, oltre a questo libro, ha pubblicato circa 70 lavori scientifici.

Dizionario delle Sentenze Latine e Greche

Dizionario delle Sentenze Latine e Greche

Autore/i: AA. VV.
Editore: Bur
introduzione, premessa e cura di Renzo Tosi. pp. XLII-1772, Milano

Una nuova edizione rinnovata e ampliata con oltre 400 nuove voci. Oltre 2286 sentenze, proverbi, citazioni e allusioni letterarie in lingua latina e greca usate e note anche al giorno d’oggi. Un’opera di storia delle idee che dimostra quanto sia profonda la presenza della cultura classica nel mondo d’oggi.

«A ogni voce ci divertiamo, impariamo, riflettiamo, e scopriamo ciò che dobbiamo a Omero, Esiodo o a Sant’Agostino, quel che ci arriva da Aristofane o dai Vangeli. E le sorprese non sono poche.» (Le monde)

Paese che vai, proverbio che trovi? Eppure i motti che tornano tanto spesso nel nostro parlare sono presenti i tutta Europa, dalla penisola iberica agli Urali. E in questa grande summa che raccoglie 2286 tra proverbi, motti e citazioni, Renzo Tosi traccia una mappa dell’incredibile ramificazione culturale che la tradizione antica ha subito attraverso le massime. Dalla cultura greco-latina alla tradizione cristiana, dagli autori del Medioevo a quelli del Rinascimento, seguiamo questa evoluzione attraverso il commento che accompagna ogni sentenza, e che, come un filo rosso, permette al lettore di scoprirne facilmente le origini, i significati e la trasmissione.

Radiestesia

Radiestesia

I primi passi
Autore/i: Grazzi Mario
Editore: Giulio Vannini
pp. 76, nn. ill. b/n, Brescia

Scopo del manuale: dimostrare l’esistenza del senso radiestesico e l’educazione del senso stesso.

Radiestesia

Radiestesia

Autore/i: Vinci Enrico
Editore: Giulio Vannini
terza edizione riveduta e ampliata, introduzione dell’autore. pp. 200, nn. ill. b/n, Brescia

Sommario:

INTRODUZIONE
LA STORIA
GLI STRUMENTI
LE TEORIE
LE SCUOLE: La fisica e la mentale
LA TECNICA:
Chi è radiestesista
Rimanenze e disimpregnazioni
Preparazione del tavolo di lavoro: orientamento
Posizione del radiestesista
I movimenti del Pendolo: oscillazioni e sensi di rotazione
Come regolare e caricare il Pendolo
Insensibilità ed arresti
Ricerca dell’acqua
Ricerche di minerali
Ricerche sull’agricoltura
Ricerche d’indole medica
Ricerche d’indole psichica
La radiestesia cinese
TELERADIESTESIA
CONSIDERAZIONI SULLA RADIAZIONE RADIESTESICA
CONCLUSIONE
IL PROF. CALLIGARIS ED I RIFLESSI SENSORIALI
APPENDICE

Presupposti per una Fisica Radiestesica

Presupposti per una Fisica Radiestesica

Autore/i: Vinci Enrico
Editore: Giulio Vannini
seconda edizione aggiornata. pp. 204, nn. ill. b/n, Brescia

Sommario:

I presupposti
Possibilità e natura della radiazione radiestesica
Azione di campo
I due procedimenti
I sistemi
Estesiografia
Gli strumenti:

  • La Bacchetta
  • Il Pendolo
  • Pendoli speciali
  • I Pendoli luminosi
  • I testimoni
  • Quadranti
  • La calamita
  • La sfera
  • Bilancia pendolare
  • Emettitori – accumulatori
  • Amplificatori
  • I filtri
  • La condensazione radiestesica
  • L’antenna
  • Sintonizzatore
  • Yin-Yang
  • Grafici pendolari

Unità della radiestesia

Gr. Prieuré Indépendant d’Helvétie

Gr. Prieuré Indépendant d’Helvétie

Régime écossais et rectifié
Autore/i: Anonimo
Editore: Or. de Geneve
pp. 76, Genève

I. Du but de l’Ordre
II. De la composition de l’Ordre
III. Des organes du Régime Ecossais et Rectifìé
IV. Du G Chap. Helvétique
V. Du Grand Prieur
VI. Du Directoire Helvétique
VII. Du Grand Chancelier
VIII. De l’Ordre Intérieur Composition et recrutement
IX. Des devoirs des Chev et des Ec. Nov
X. Des Préfectures et Chapitres
XI. Attributions de la Préf et du Chap
XII. Du gouvernement préfectoral
XIII. Des Loges de Saint-André Leur but
XIV. Organisation des Loges de Saint-André
XV. Du gouvernement de la Loge de Saint-André
XVI. Des Loges de Saint-Jean

1 di 83012345...1020304050...Ultima »

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002