Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

I Pretoriani

I Pretoriani

Storia delle forze d’élite dell’antica Roma
Autore/i: Bingham Sandra
Editore: Libreria Editrice Goriziana
a cura di Maurizio Pagliano, traduzione di Giorgio Maini. pp. 196, nn. ill. a colori e b/n, Gorizia

Concepita come l’esercito personale dell’Imperatore, la Guardia Pretoriana assunse ben presto un ruolo più ampio per rivestire una vasta gamma di poteri a Roma e svolgere un ruolo politico oltre che militare di grande rilevanza durante il periodo imperiale. Nati con il compito precipuo di proteggere pretori, consoli e generali, i Pretoriani divennero così uno strumento strategico nelle mani degli imperatori per sedare ribellioni, scoraggiare sedizioni, e, in definitiva, condizionare l’intero apparato politico del tempo. L’Autrice in questo volume offre una descrizione puntuale di questa celebre forza speciale del mondo classico, dall’anno della sua fondazione (27 a.C.) fino al suo scioglimento sotto Costantino (312 d. C .). Tra gli argomenti trattati trovano spazio gli armamenti, il reclutamento, la loro struttura, i loro compiti professionali e la vita quotidiana.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Gli Ultimi Cavalieri di Roma

Gli Ultimi Cavalieri di Roma

236-565 d.C.
Autore/i: MacDowall Simon
Editore: Libreria Editrice Goriziana
a cura di Maurizio Pagliano, traduzione di Lorenza Lanza e Patrizia Vicentini. pp. 104, nn. ill. a colori e b/n, Gorizia

Il crepuscolo dell’impero romano assistette a una rivoluzione nel modo di condurre la guerra. Il fante esperto, punto di forza degli eserciti mediterranei dai tempi dell’oplita greco, venne a poco a poco sostituito dal guerriero a cavallo. Questo cambiamento non si verificò da un giorno all’altro, e nel III e IV secolo il ruolo del cavaliere fu soprattutto di appoggio alla fanteria; tuttavia, nel VI secolo la situazione si era del tutto capovolta. Gli ultimi cavalieri di Roma fornisce un esauriente resoconto dei nuovi compiti dei soldati a cavallo che difesero l’Impero Romano d’Occidente in via di disfacimento.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Le Guerre Greco-Persiane

Le Guerre Greco-Persiane

499-386 a.C.
Autore/i: de Souza Philip
Editore: Libreria Editrice Goriziana
traduzione di Daniele Ballarini. pp. 132, nn. ill. a colori e b/n, Gorizia

Questo libro copre uno dei periodi cruciali della storia europea antica. La serie di guerre intercorse tra le città della Grecia classica e l’impero persiano giunse al culmine con la battaglia di Maratona, con quella delle Termopili e quella di Salamina. A raccontare in maniera epica e ineccepibile la storia di questi eventi, di grandi uomini e donne, della società e della cultura in cui vissero e a spiegare come e perché si giunse a questi scontri, per primo è stato Erodoto, il padre della Storia. Ed è lo stesso Erodoto a diventare la prima fonte di riscrittura in chiave moderna di quegli eventi da parte di uno degli storici del mondo classico più noti e apprezzati al mondo, in particolare nella sua specializzazione di carattere militare.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Praticare i 6 Yoga di Naropa

Praticare i 6 Yoga di Naropa

testo originale e manuali di pratica
Autore/i: AA. VV.
Editore: Amrita
avvertenza e cura di Daniela Muggia, traduzione dal tibetano, prefazione e introduzione di Glenn H. Mullin, traduzione dall’inglese di Stefano Cozzi. pp. VI-188, Torino

Uno dei sistemi tantrici più affascinanti, comune a tutte le scuole del buddhismo tibetano, acquisì l’attuale struttura grazie a due grandi maestri indiani dell’XI secolo: Tilopa e Naropa, che attinsero a lignaggi tantrici diversi.
Fu Marpa il Traduttore, maestro della generazione successiva, a introdurre in Tibet questa dottrina esoterica, che è ancora oggi una delle tradizioni meditative tibetane più importanti e vive.
 
Qui trovate raccolti i testi originali di Naropa e Tilopa, un importante manuale di pratica di Tsongkhapa e i commentari di grandi maestri tibetani, destinati a chi vuole cimentarsi con la pratica di:

  • Yoga del calore interno
  • Yoga del corpo illusorio
  • Yoga del sogno
  • Yoga della chiara luce
  • Yoga del bardo
  • Yoga del trasferimento della coscienza e del proiettarsi in un altro corpo

 

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Variazioni Naturali e Artificiose della Grafia

Variazioni Naturali e Artificiose della Grafia

Autore/i: Bravo Alberto
Editore: Libreria Moretti Editrice
premessa dell’autore. pp. 224, nn. ill. b/n, Urbino

L’analisi delle manoscritture assume connotazioni profonde, perché dal movimento grafico si rilevano le componenti espressive legate alla natura temperamentale del soggetto scrivente e allo stato funzionale delle strutture psicofisiche. Ciò è rilevante nell’analisi delle scritture sia ai fini psicologici che ai fini peritali.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Arte del Ritratto e Borghesia Fiorentina – Le Ultime Volontà di Francesco Sassetti

Arte del Ritratto e Borghesia Fiorentina – Le Ultime Volontà di Francesco Sassetti

Autore/i: Warburg Aby
Editore: Aesthetica
pp. 128, nn. tavv. b/n f.t., nn. ill. b/n, Milano

“Un fattore fondamentale della civiltà del primo Rinascimento fiorentino è che le opere d’arte devono la loro origine alla comprensiva cooperazione comune fra committenti e artisti, e sono dunque da considerarsi in un certo senso prodotti di un’azione reciproca fra committente e artista esecutore. Nulla appare quindi più naturale e più ovvio del tentativo di illustrare esattamente il problema del “rapporto fra ritrattista e persona ritratta”, scegliendo alcuni casi della storia dell’arte fiorentina, allo scopo di comprendere l’universale della mentalità e del modo di agire di eminenti figure del passato sulla base di fatti singoli della loro reale esistenza. Certo, un tentativo del genere è più facile auspicarlo e osarlo che non attuarlo, poiché alla storia dell’arte si presenta, per una considerazione comparata del rapporto fra committente e artista, in modo unilaterale soltanto il risultato definitivo del processo creativo, ossia l’opera stessa. Dello scambio di sensibilità o di opinioni fra committente e artista esecutore solo di rado qualcosa traspare, e la verità indefinibile e sorprendente del ritratto sembra essere il dono di un felice istante imprevisto, sottraendosi in tal modo alla consapevolezza personale e storica. Giacché le deposizioni di testimoni oculari sono così difficilmente reperibili, sarà dunque necessario convincere il pubblico di questa collaborazione mediante prove, per così dire, indiziarie”.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Per Monstra ad Sphaeram

Per Monstra ad Sphaeram

Autore/i: Warburg Aby
Editore: Aesthetica
a cura di Davide Stimilli e Claudia Wedepohl. pp. 176, nn. ill. b/n, Milano

Con questo volume il pubblico italiano ha per la prima volta a disposizione una scelta tematicamente e cronologicamente coerente di testi inediti dal lascito di Aby Warburg, in un’edizione filologicamente attendibile che si basa sulla edizione critica tedesca stabilita dagli stessi curatori. Si tratta di frutti del lavoro svolto da Warburg durante il suo ricovero nella clinica di Ludwig Binswanger a Kreuzlingen, e allo stesso tempo di testimonianze della guarigione che permise finalmente il suo congedo e il ritorno ad Amburgo. Scopo dell’edizione è mostrare che Warburg non smise mai, anche durante il periodo più critico della sua vita, di riflettere sui problemi che lo interessavano e che la famosa conferenza sul Rituale del serpente non fu dunque un fenomeno isolato, quasi un fulmine a ciel sereno nella notte di Kreuzlingen. Particolarmente importanti da questo punto di vista sono i testi che possono valere come nucleo originario dell’atlante Mnemosyne: le note raccolte sotto il titolo “Le forze del destino riflesse nel simbolismo all’antica” e la conferenza in memoria di Franz Boll. Qui riesce a Warburg, per un’unica volta, di offrire una sintesi complessiva della sua opera e di guidare il lettore attraverso il labirinto del suo pensiero. La lettura di questi testi, illuminante e rasserenante a un tempo, consente di vivere, al passo con l’autore, l’esperienza di una vera e propria catarsi.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Giona, Mosul e la Palestina

Giona, Mosul e la Palestina

La crisi irreversibile di Siria, Iraq e Medioriente
Autore/i: Rossi Davide
Editore: Mimesis
introduzione di Emilio Sabatino. pp. 58, ill. b/n, Milano

Giona, Yunus in arabo e nel Corano, va a Ninive non per convertire i cittadini al suo credo, ma per testimoniare l’unicità di quel dio abramitico che è comune alle tre religioni del Mediterraneo. Da secoli il profeta riposava in una moschea di Mosul, meta per pellegrini di ogni fede e per questo abbattuta dagli integralisti dello stato islamico. Davide Rossi analizza approfonditamente la crisi irreversibile che sta cambiando il Medioriente e al contempo indica nella conoscenza reciproca tra le culture e le religioni il percorso indispensabile per costruire quel dialogo fondamentale per costruire l’Europa e il mondo di domani.

Davide Rossi docente, storico e giornalista, è direttore del Centro Studi “Anna Seghers” di Milano e dell’ISPEC, Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo di Locarno. A Kinshasa – Repubblica Democratica del Congo è vicedirettore dell’Institut International de Formation et Recherche “Patrice Lumumba”. Autore di svariati saggi dedicati alla storia, alla letteratura, alla cultura e al cinema dei paesi socialisti, ai popoli del Sud del mondo e al movimento internazionale dei lavoratori, è segretario generale del SISA – Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente, responsabile dal 2007 del “Centro di Formazione e Ricerca don Lorenzo Milani e scuola di Barbiana” per la Lombardia e il Ticino e corrispondente dall’Italia per Sinistra.ch. Per Radio Cittadella di Taranto segue da oltre un decennio i più importanti festival del cinema. Dirige dalla fondazione nel 2000 il mensile culturale on line aurorarivista. it. È iscritto all’ANPI/VZPI di Trieste.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

L’Elogio della Sconfitta

L’Elogio della Sconfitta

Un trattato inedito di Teodoro Paleologo marchese di Monferrato
Autore/i: Di Branco Marco; Izzo Angelo
Editore: Viella
pp. 100, Roma

Il manoscritto 11042 della Bibliothèque Royale di Bruxelles contiene due trattati del marchese di Monferrato Teodoro Paleologo (1291 ca.-1338), conservatici solo nella versione francese del traduttore normanno Jehan de Vignay. Il primo è un famoso scritto sull’arte militare e di governo, mentre il secondo, di cui qui si presenta l’editio princeps e una traduzione italiana, è un breve testo contenente riflessioni personali di Teodoro.
A dispetto del titolo, non si tratta di un tentativo di analisi socioeconomica della realtà del tempo. In effetti, l’autore si concentra soprattutto sulla condanna della ricchezza in quanto tale, che lo conduce all’affermazione dell’assoluta impossibilità di conciliare etica e prassi politica: abbandonata per sempre la speranza di ottenere le insegne della monarchia universale, Teodoro trasfigura il proprio personale fallimento in un duro atto di accusa verso l’ingiustizia del mondo. Un piccolo classico “eterodosso” del pensiero politico bizantino.

Marco Di Branco, bizantinista e arabista, ha conseguito il dottorato in storia antica alla Sapienza-Università di Roma; si è specializzato alla Scuola Archeologica Italiana di Atene e presso l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente; dal 2010 è ricercatore presso l’Istituto Storico Germanico di Roma.

Angelo Izzo, storico di formazione, ha studiato a Roma e Parigi. Si è occupato prevalentemente di storia della società francese tra XIII e XIV secolo. Attualmente è addetto culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Tra Psicoanalisi e Musica

Tra Psicoanalisi e Musica

Autore/i: AA. VV.
Editore: Edizioni Alpes
a cura di Massimo De Mari, Cinzia Carnevali e Sonia Saponi. pp. 268, Roma

La musica è innanzitutto un’arte uditiva e la psicoanalisi amplia in modo significativo la comprensione dell’ascolto come processo neuro-psico-fisico che si distingue da tutte le altre esperienze sensoriali nella costruzione dell’esperienza interna. La musica, pertanto, può essere concepita come modalità di comunicazione simbolica di aspetti della vita mentale che nel tempo utilizzano forme sonore; il nesso fondamentale, quindi, tra musica e psicoanalisi è l’interpretazione del significato a partire dal suono.

“…questo bel libro, senza tonitruanti trombazze teoriche, con sapienza e leggerezza, spesso con humor, descrive da molteplici punti di vista il ricco territorio tra psiche, affetti e musica, tra ritmi musicali e ritmi della relazionalità umana, tra suono parola e musica nei loro intrecci originari, tra consonanze e risonanze in musica e nei fondamenti dell’intersoggettività, tra ascolti musicali e ascolti psicoanalitici, tra semantica musicale e semantica psicologica, tra sistemi intonativi e armonici in musica e nell’espressività psicologica, tra modulazioni, elaborazioni, trasformazioni, interpretazioni in musica e in psicoanalisi” (dalla Prefazione di Francesco Barale).

“La musica incontra la psicoanalisi soprattutto nel ritmo, nel tempo, nel fraseggio musicale, una specie di respirazione, di cui solo la musica può dare un’idea” (Andrè Green)

“La vera musica è il silenzio. Tutte le note non fanno che incorniciare il silenzio” (Miles Davis)

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Gioacchino da Fiore

Gioacchino da Fiore

Attualità di un profeta sconfitto
Autore/i: Iiritano Massimo
Editore: Rubbettino
pp. 142, Soveria Mannelli

Parigi, anni ’90 del XlI secolo. Uno strano “fantasma” si aggira tra le mura della Sorbona e inquieta le costruzioni artistoletico-tomistiche dei maestri parigini. Il suo nome sembra già di per sé evocare oscuri presagi… “Ille Joachim”, così lo evoca Goffredo di Auxerre in una sua drammatica invettiva, volta a dimostrare che la radice dei pericolosi errori teologici dell’abate calabrese starebbe in realtà nel fatto di non aver (letteralmente) “vomitato abbastanza” la propria origine ebraica. Proveniente da una terra drammaticamente lacerata, eppur al tempo stesso straordinariamente fecondata, dall’incrociarsi e dallo scontrarsi di culture e tradizioni diverse, Gioacchino da Fiore si rivelerà agli occhi del lettore quale inquieto “monaco errante”… Una voce profetica, che sfidando le ortodossie teologiche del tempo, eppur mai tradendo l’ortodossia vera del depositum fidei, può essere riscoperto e rivalutato oggi, nel tempo in cui la clamorosa sconfitta della sua profezia più grande può forse insegnarci a guardare con occhi diversi la crisi ormai secolare che ha segnato la fine (o il fallimento) della modernità. E se fosse stato proprio nell’evo moderno il tempo del realizzarsi di quella “terza età” della storia, alla fine della quale oggi ci troviamo, sospesi sul baratro di un’impossibile “apocalisse”?

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Tra lo Scià e Khomeini

Tra lo Scià e Khomeini

’Ali Shari’ati: un’utopia soppressa
Autore/i: Cristiano Riccardo
Editore: Jouvence
prefazione di Andrea Riccardi. pp. 184, Roma

La vita e il pensiero filosofico di ’Ali Shari’ati, uno dei personaggi fondamentali della Persia moderna. Filosofo e sociologo, fu perseguitato dalla polizia dello Scià ma riuscì antitetico anche alla teocrazia di Khomeini. Oggi tuttavia è considerato uno dei pilastri intellettuali del pensiero filosofico islamico di più alto livello che, in parallelo a quello cattolico di Massignon, tende alla convergenza abramitica dei tre monoteismi tentando di riformarne il tutto in senso moderno.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Allende Massone

Allende Massone

Il punto di vista di un profano
Autore/i: Rocha Juan Gonzalo
Editore: Mimesis
prefazione di Stefano Bisi, traduzione di Jennifer Radulović. pp. 276, Milano

All’età di 27 anni, Salvador Allende Gossens diviene massone, fedele a una tradizione familiare che risale al nonno paterno, quella figura indelebile nella memoria del nipote, il dottore Ramon Allende Padin, che pagava le medicine dei suoi pazienti indigenti ed era stato eletto Gran Maestro della Gran Loggia del Cile. Nei discorsi rivolti ai Fratelli, Allende riconosce in sé tutta l’influenza dei valori di questa Istituzione, “né una setta né un partito”, che educa a un ricco umanesimo, alla tolleranza, al perseguimento dei principi di Libertà, Uguaglianza, Fratellanza. È un socialista che combatte contro le tentazioni discriminatorie ai danni dei massoni nel suo partito, e che altrettanto farebbe all’interno della sua Obbedienza massonica, se essa, errando, dichiarasse delle pregiudiziali politiche. Eppure ciò è un aspetto finora rimasto nell’ombra. Per la prima volta, con tanta ricchezza di documenti, la ricerca di Juan Gonzalo Rocha – obiettivo giornalista cileno che non appartiene ad alcuna istituzione massonica – dimostra come “la presenza della Massoneria attraversa l’intera esistenza di Salvador Allende, dall’infanzia all’ultimo istante di vita”.

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

The Kodansha Kanji Learner’s Dictionary

The Kodansha Kanji Learner’s Dictionary

Revised and Expanded
Autore/i: Halpern Jack
Editore: Kodansha International
pp. 1248, New York

The Kodansha Kanji Learner’s Dictionary has long been considered one of the most authoritative and user-friendly reference works available to Japanese language students. Now, in its updated edition, this best-selling kanji dictionary becomes an even more indispensable resource.
The fundamental goal of the dictionary is to give the learner a thorough understanding of Japanese characters by offering a wealth of useful information on their meanings, readings, and usage in compounds. To that end, this new edition features hundreds of additional entries which reflect recent revisions to the sets of kanji characters prescribed by the Japanese government for general use and in the formation of names. Three thousand and two kanji entries—772 more than the first edition—fill its pages. Hiragana (the basic syllabary) is used throughout, instead of Romanized Japanese, to show the readings of the characters and of the compounds in which they appear.
Traditionally, the learner has had to memorize numerous kanji compounds as unrelated units.
To overcome this difficult process, the author has created a unique feature: the core meaning, a concise keyword that defines the dominant sense of each character. By studying the core meaning in tandem with the detailed character meanings and usage examples that follow, learners will see how thousands of kanji are combined to form compound words.
Also unique to this dictionary is the System of Kanji Indexing by Patterns (SKIP), which enables the user to locate characters as quickly and as accurately as in alphabetical dictionaries.
Modern linguistic theory has been effectively integrated with sophisticated information technology—and now, powerful design software—to produce the most accessible kanji dictionary ever compiled.

Jack Halpern is the CEO of the CJK Dictionary Institute in Japan, which specializes in the compilation of CJK (Chinese, Japanese, and Korean) and Arabic lexical databases and is one of the world’s prime sources of CJK dictionaries. A lexicographer by profession, Halpern spent sixteen years compiling the New Japanese-English Character Dictionary published in the U.S. by NTC/McGraw-Hill in 1994.
As a research fellow at Showa Women’s University in Tokyo, he was the editor-in-chief of several kanji dictionaries for learners, which have become standard reference works. Halpern has published over twenty books, including The Kodansha Kanji Learner’s Dictionary: Revised and Expanded available in early 2013, as well as numerous articles. He has given over 600 public lectures on Japanese language and culture, and presented several dozen papers at international conferences. Jack Halpern has lived in Japan for over 30 years. He was born in Germany and lived in six countries including France, Brazil, and the U.S. An avid polyglot, he has studied fifteen languages (fluent in ten).

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto

Kodansha’s Essential Kanji Dictionary

Kodansha’s Essential Kanji Dictionary

A compact characters dictionary for students and professionals
Autore/i: AA. VV.
Editore: Kodansha International
Edited by Kodansha International. pp. 928, New York

Whether full-time students, business people, or casual readers, all have felt the need for a compact, up-to-date, practical kanji dictionary. Something that would fit into a shoulder bag or briefcase, could be taken to class, or would sit unobtrusively on a desktop.
Kodansha’s Essential Kanji Dictionary is precisely that dictionary, designed specifically to meet the needs of the modern man and woman. It includes all of the 1,945 Jōyō Kanji, the core kanji recommended by the Japanese Ministry of Education for use in Japanese newspapers and magazines. Knowing these kanji, the student can recognize virtually every Chinese character appearing in the daily press.
And that is not all. This dictionary also features some 18,000 kanji compounds, both those with Chinese readings (on-yomi) and those with Japanese readings (kun-yomi). These compounds have been carefully selected for practicality, usefulness, and timeliness. The living language has received exclusive priority, including such words as “favoritism,” and “statute of limitations.”
For those interested in securities, stocks and bonds, and the diverse terminology of the business world, related terms and jargon are clearly marked for easy reference. Simply open the book and look for the Yen sign. There you will find “current price,” “aggregate market value,” “issue at market price,” and a great deal more.
For those who want to write kanji, the stroke order of each and every character has been duly noted. But more important, the Essential Kanji Dictionary does its utmost to help the reader locate the needed character. Aside from the traditional radical chart on the back endpaper, there are three invaluable indices as well. The first is by the reading of the kanji, either Japanese (kun) or Chinese (on). The second is by radical, but not by traditional radical alone. Also included are variants and near-misses, directing the reader precisely to the right page. The third is by stroke number—if all else fails, count the strokes and track the character down. With a copy of Kodansha’s Essential Kanji Dictionary close at hand—with its definitions, stroke order, Chinese compounds, Japanese compounds, business terminology, and three helpful indices — the life of the typical student of Japanese should take a decided turn for the better.
Previously published as Kodansha’s Compact Kanji Guide.

Features:

  • 1,945 Essential (Jōyō) Kanji
  • 18,000 Common Compounds
  • 2,000 Practical Business Terms
  • Three Indices for Finding Kanji
  • Compact for Handy Reference
  • Functional, Up-to-Date, Timely

 

Vai alla scheda libro e aggiungi al carrello Modalità di acquisto
Pagina 1 di 1.19412345...102030...Ultima »

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002