Libreria ASEQ - Via dei Sediari, 10 • 00186 Roma - Email: info@aseq.it - Tel. 06 6868400

Selezione di volumi Aseq Editrice

Essere Uomini

Essere Uomini

La virilità in un mondo femminilizzato
Autore/i: Risé Claudio
Editore: Red
pp. 136, Como

L’identità dell’uomo occidentale è a rischio. Il simbolo della sua cultura, il Fallo, è ridotto a oggetto da pornoshop. La figura maschile del produttore, inventore e creatore di forme, ha perso prestigio rispetto a quella del devoto e obbediente consumatore. La società del consumo ruota attorno al principio del soddisfacimento del bisogno, che è materno-infantile e per nulla virile. Attraverso quali percorsi può dunque il maschio di oggi evitare di rimanere prigioniero di questo mondo femminilizzato, che gli riserva un futuro da spogliarellista? Nella strada indicata da Claudio Risé l’uomo ritroverà l’identità smarrita tornando a onorare e frequentare, dentro e fuori di sé, le Figure del maschile di sempre: l’Errante, il Guerriero, l’Amante, il Ribelle. Senza disdegnare le energie di personaggi che non a caso oggi tormentano l’immaginario collettivo: il Vampiro, lo Straniero. E valorizzando virtù virili che la cultura dei consumi disprezza, a cominciare dal Segreto. La partita decisiva, però, sarà quella che riguarda la riconsacra_ zione del Fallo, e dell’azione che questo simbolo esprime: il Dono.

E Dio Non Disse

E Dio Non Disse

Ermeneutica della Torah e anti-ermeneutica della natura
Autore/i: Fontana Raniero
Editore: Mimesis
pp. 138, Milano-Udine

Per l’autore, ciò che l’ebraismo denuncia come idolatria non è una realtà estranea o altra rispetto alla sua interpretazione. L’interpretazione di una realtà che l’ebraismo considera esclusivamente alla luce della Torah e della rivelazione. L’idolatria non ha il potere di creare quei mondi che Dio stesso ha prodotto e distrutto prima di questo. La realtà che l’ebraismo proibisce di idolatrare appartiene sempre e solo a questo mondo – il mondo della parola. Idolatrico è insomma il non-silenzio che postula un mondo ancora tutto da dire. Ed è soltanto nel silenzio di una non-parola che l’idolatria stessa scompare.

Golden Universal Tarot

Golden Universal Tarot

Autore/i: De Angelis Roberto
Editore: Lo Scarabeo
edizione multilingue 78 carte con istruzioni, Torino

Il Maestro illustratore italiano Roberto De Angelis si è ispirato alla iconografia descritta da A. E. Waite nelle sue opere per ricreare con uno stile moderno la stessa immediatezza simbolica dei Tarocchi di Pamela Colman Smith.

Molto di quanto è stato scritto sui Tarocchi Waite può allo stesso modo applicarsi ai Tarocchi Universali, ma con alcune sostanziali differenze.
Lo stile più morbido e dinamico di De Angelis ruba qualcosa alla sintesi e alla sobrietà simbolica delle illustrazioni preraffaelite.

In cambio il tratto più moderno e più realistico è più consono alla nostra epoca e più in sintonia con il pensiero dell’uomo contemporaneo. Infatti per leggere i Tarocchi non è sufficiente conoscere il significato della carta.

Occorre entrare in sintonia con l’immagine, lasciare che questa parli alla nostra intuizione e ci suggerisca e ci guidi durante la consultazione.
Questa consapevolezza è stata alla base della scelta di Waite di creare immagini allegoriche anche per gli arcani minori, in modo da fornire una chiave pittorica alla lettura.

Ottocento Stravagante

Ottocento Stravagante

Umorismo, satira e parodia tra Risorgimento e Italia unita
Autore/i: Colombi Roberta
Editore: Aracne
pp. 232, Roma

Il volume indaga i caratteri e la diffusione della prosa umoristica che, negli anni a cavallo dell’Unità d’Italia, si pone in alternativa alle tradizionali forme del racconto e ricostruisce il dibattito critico-letterario che ha favorito la ricezione dell’umorismo d’oltralpe, accolto e funzionalizzato all’interno delle esigenze della società italiana tardo risorgimentale e delle spinte ideologiche in essa presenti.

Il panorama che emerge da questa indagine permette di individuare una concezione della letteratura e una pratica della scrittura che, al di là dei diversi percorsi esistenziali e storico-culturali, accomuna un gruppo di autori, tutti consapevoli del valore innovativo e critico sotteso al loro impegno letterario, la cui disponibilità e capacità propositiva si irradia attraverso un intreccio di rapporti nel contesto post-unitario. L’individuazione di questa tradizione “minore” permette di comprendere meglio la sostanza culturale di quell’epoca di transizione, che nella tipologia della scrittura umoristica intravede la possibilità, o traduce la necessità, di una letteratura d’idee, un’arte riflessiva, seriamente intenzionata ad includere sempre più vaste porzioni di realtà: una letteratura che vuole rappresentare la disarmonia, i contrasti e la complessità della realtà, e che proprio in questi caratteri scorge la sua modernità.

I Giochi Matematici di Luca Pacioli

I Giochi Matematici di Luca Pacioli

Trucchi, enigmi e passatempi di fine Quattrocento
Autore/i: Bressanini Dario; Toniato Silvia
Editore: Dedalo
Presentazione di Elena Ioli pp. 240, Bari

È una nebbiosa serata invernale e con un gruppo di amici volete rilassarvi dopo una dura giornata di lavoro. Che fate? Andate al più vicino centro commerciale con annessa multisala per vedere l’ultimo successo di botteghino? C’è un problema: non esiste un cinema nel vostro paese e, a dirla tutta, in nessun posto sulla Terra. No, non siete in un futuro apocalittico. Voi e i vostri amici siete seduti in una taverna fumosa e poco illuminata, nel 1478, forse a Venezia, forse a Perugia, o magari a Milano. Come passate la serata allora, senza televisione, romanzi o discoteche? Potete giocare! Il capo brigata ha una serie inesauribile di bolzoni – giochi, trucchi, enigmi e passatempi – da proporre: sa bene che, attraverso i giochi, le meraviglie della matematica fanno breccia anche nelle «menti incolte».
Questo libro è la raccolta, tradotta e commentata, dei giochi matematici che Luca Pacioli, figura fondamentale della matematica dei secoli XV-XVI, descrive in un manoscritto del Quattrocento sconosciuto al grande pubblico. Sono giochi antichi e attualissimi, sempre ricchi di fascino, soprattutto se si leggono nel volgare dell’epoca. Il libro solletica inoltre l’interesse del cultore di ricreazioni matematiche, descrivendo come si divertivano e come giocavano gli uomini alla fine del Medioevo.

Hermetic Text in Antiquity – 83/1 Gennaio – Giugno 2017 – SMSR

Hermetic Text in Antiquity – 83/1 Gennaio – Giugno 2017 – SMSR

Studi e Materiali di Storia delle Religioni
Autore/i: AA. VV.
Editore: Università di Roma Sapienza – Morcelliana
pp. 320, Roma

Sommario

SEZIONE MONOGRAFICA / THEME SECTION

l testi ermetici nell’antichità

Creazione, diffusione, rielaborazione e interpretazione degli scritti attribuiti a Ermete Trismegisto nell’Egitto greco-romano e bizantino

Hermetic Texts in Antiquity

Creation, Spread, Reworking, and Interpretation of the Writings Attributed to Hermes Trismegistos in Graeco-Roman and Byzantine Egypt

ALBERTO CAMPLANI, Forward

PAOLO SCARPI, Conflitti religiosi e filologia: heur et malheur dell’ermetismo. Isaac Casaubon contro Ermete Trismegisto

JORGEN PODEMANN SORENSEN, Continuous Creation. An Egyptian Heritage in Hermeticism

TAGE PETERSEN, Why «wonder»? A Discussion of the Anthropology of Poimandres (CH I) and how to read it

CHRISTIAN H. BULL, Monkey Business. Magical Vowels and Cosmic Levels in the Discourse on the Eighth and the Ninth (NHC VI, 6)

ANNA VAN DEN KERCHOVE, Papyrological Hermetica

MICHELA ZAGO, Lessico filosofico e prassi rituale negli Hermetica e nella letteratura magica. Spunti per una comparazione

SAGGI / ESSAYS

LORENZO FABBRI, Angelo De Gubernatis e la mitologia comparata

LUIGI WALT, Paolo, la violenza, il genere. Note sulla questione del velo a Corinto

LUDOVICO BATTISTA, Lo “scarto” della filosofia di Hans Blumenberg. Agostino nell’evoluzione del progetto metaforologico

CONFERENZE/LECTURES

BRYAN RENNIE, The Ethology of Art and Religion

FORUM

Traiettorie di ricerca sulla storia del cristianesimo. Una discussione a partire dall’opera: Storia del Cristianesimo, 4 volumi, Carocci, Roma 2015 direzione scientifica di Emanuela Prinzivalli: I. L’età antica (secoli l-VII), a cura di Emanuela Prinzivalli (489 pp.); II. L’età medievale (secoli VIII-XV), a cura di M. Benedetti (477 pp.); III. L’età moderna (secoli XVI-XVIII), a cura di Vincenzo Lavenia (521 pp.); IV. L’età contemporanea (secoli XIX-XXI), a cura di Giovanni Vian (502 pp.).

MANLIO SIMONETTI – MARCO BARTOLI – SABINA PAVONE – DANIELE MENOZZI

RECENSIONI / REVIEWS

Jean-Marie Durand – Michael Guichard – Thomas Romer (eds.), Tabou et transgressions. Actes du colloque organisé par le Collège de France, Paris, les 11-12 avril 2012 [Valentina D’Alessio], p. 295 – Ugo Bianchi, Religions in Antiquity [Carlo G. Cereti], p. 303 – Ernesto de Martino, Magic: A Theory from the South [Alessandro Testa], p. 306 – Emanuela Fogliadini, L’invenzione dell’immagine sacra. La legittimazione ecclesiale dell’icona al secondo concilio di Nicea [Andrea Annese], p. 309 – Francesca Sbardella, Abitare il silenzio. Un’antropologia in clausura [Giulia Piccaluga], p. 315 – Andrea Annese (ed.), Ecumenismo e cattolicità delle Chiese. Il contributo del metodismo [Maria Fallica], p. 317.

Messia Nero

Messia Nero

Stregoneria, cristianesimo e religioni tradizionali In Costa d’Avorio
Autore/i: Petrarca Valerio
Editore: Viella
pp. 256, ill. b/n f.t., Roma

In Costa d’Avorio, nell’area di Lakota – che è stata definita la regione a più alta intensità profetica del mondo – vive Koudou-Gbahié, la cui fama di veggente e guaritore è ben viva in tutto il paese ed ebbe il culmine a metà degli anni Ottanta, con migliaia di pellegrini che si recavano nel suo villaggio natale per incontrare il “Cristo nero di Lakota”.

In seguito alla morte del fratello, avvenuta in circostanze oscure alla fine degli anni Quaranta, Koudou-Gbahié iniziò la propria crociata contro la stregoneria e la sua attività spesso si è intrecciata – tra convergenze e contrasti – con quella dei missionari cattolici. La sua popolarità come “profeta” lo portò anche a un duro scontro con il potere politico, culminato con il suo arresto e il successivo confino nel suo villaggio, anche se in anni recenti, mutate le condizioni politico-istituzionali del paese, ha ripreso a rivolgersi al mondo esterno.

La vicenda di Koudou-Gbahié è in grado di esemplificare tutti i grandi temi di discussione della storia e dell’antropologia religiosa: poteri straordinari; attesa messianica; efficacia rituale; carisma; codificazione del male e della stregoneria; aspirazione salvifica tra politica e religione; frizione tra i poteri in campo, istituzionali e non istituzionali, religiosi e civili; persecuzione; innovazione mitologica, rituale e cultuale; cosmogonia; genesi di una nuova religione.

Il volume, frutto di una ricerca sul campo, è diviso in due parti. Nella prima si ricostruisce la vicenda profetica all’interno dello scenario sociale e culturale derivante dal contatto tra paganesimo e cristianesimo, fra tradizione e modernità, tra modelli di vita forestali e modelli di vita urbana. Nella seconda parte si offrono i testi della vita e della predicazione del profeta raccolti dalla sua viva voce.

Poesie di Dio

Poesie di Dio

Autore/i: AA. VV.
Editore: Einaudi
introduzione e cura di Enzo Bianchi pp. XVIII-206, Torino

Poeti laici e poeti religiosi, non credenti e uomini di fede, tutti accomunati dal tentativo di afferrare il fondamento supremo e misterioso dell’essere: poiché, come amava ripetere Ungaretti, la poesia «è testimonianza d’Iddio, anche quando essa è una bestemmia».

«La religiosità della poesia non ha che rare coincidenze con la vita inerente a una religione codificata, o ritualizzata» sostiene Mario Luzi. E aggiunge: «La poesia agisce secondo la sua necessaria dinamica, che è quella di distruggere la lettera per ripristinare ed espandere lo spirito». È questa l’idea che sta alla base dell’antologia Poesie di Dio: l’idea che la Bellezza narrata dalla poesia sia una forza spirituale capace di trasformare il cuore degli uomini, grazie a un linguaggio che piú di ogni altro ha la capacità di esprimere la verità e le libertà umane. E cosí nell’antologia si incontrano i grandi del Novecento, da Montale a Quasimodo, da Luzi a Merini, da Mussapi a Pozzi, accanto a poeti meno noti i quali, però, hanno ugualmente raccontato i propri travagli interiori e il proprio anelito alla pace, la ricerca dell’amore, la bellezza terrena e spirituale.

Enzo Bianchi (Castel Boglione, Monferrato, 1943) è fondatore e priore della Comunità Monastica di Bose e autore di numerosi testi sulla spiritualità cristiana e sulla tradizione di dialogo della Chiesa con il mondo contemporaneo. Collabora a «La Stampa», «Avvenire», e in Francia a «La Croix» e «Panorama». Per Einaudi ha curato: Il libro delle preghiere (1997), Poesie di Dio (1999), Regole monastiche d’Occidente (2001), e pubblicato La differenza cristiana (2006), Il pane di ieri (2008 e 2012), Per un’etica condivisa (2009), L’altro siamo noi (2010). Nel 2010 escono, sempre per Einaudi, Ogni cosa alla sua stagione e Insieme, che raccoglie La differenza cristiana , Per un’etica condivisa e L’altro siamo noi; nel 2013, Fede e fiducia.

Idolatria

Idolatria

I falsi dèi del nemico
Autore/i: Vanoli Alessandro
Editore: Salerno
pp. 160, Roma

Idolatra! Con quest’accusa l’infedele può diventare il nemico. Chi difende l’unico dio indica la colpa del proprio avversario: tu adori falsi dèi! In nome di questo peccato si scatenano guerre, vengono anneriti i dipinti, colpite le statue; le rovine di civiltà sepolte vengono distrutte, colpevoli di portare le tracce di idoli fasulli. L’accusa di idolatria è stata usata contro i pagani ma anche nei confronti di ebrei, cristiani o musulmani. È antica quanto il monoteismo eppure non è scomparsa. Questo libro ne ripercorre la storia: dalle prime attestazioni ebraiche, ai padri della chiesa, fino all’avvento dell’Islam; poi il Nuovo Mondo e i suoi simulacri, lo scontro tra protestanti e cattolici, e infine il Settecento dei lumi, quando l’idolatria smise di essere uno strumento per giudicare altre religioni. Almeno per un certo tempo: perché gli anni a noi piú vicini hanno dimostrato che gli dèi son ben piú tenaci di quello che molti storici avevano supposto. E qualcuno ne ha ancora paura.

Lenormand Oracle

Lenormand Oracle

Autore/i: Tuan Laura
Editore: Lo Scarabeo
multilingual edition 36 cards in large size + practical complete book, Torino

Marie Anne Lenormand is famous for being Napoleon Bonaparte’s trusted card reader. Let the Sibilla of the Salons guide you toward self-understanding and insight through this historically-inspired oracle deck. Included is a detailed instruction manual for understanding and working with this unique deck.

The Dhammapada

The Dhammapada

A new translation of the buddhist classic
Autore/i: Fronsdal Gil
Editore: Shambhala
Foreword by Jack Kornfield pp. 110, Boulder (USA)

The Dhammapada is the most widely read Buddhist scripture in existence. Presenting two distinct goals for leading a spiritual life—attaining happiness in this life (and in future lives) and the achievement of absolute peace—this classic text of teaching verses from the earliest period of Buddhism in India conveys the philosophical and practical foundations of the Buddhist tradition. This accessible translation combines Gil Fronsdal’s personal knowledge of the Buddhist path with his rigorous attention to detail in bringing forth the original Pali text for seekers of all levels.

Universal Tarot Premium

Universal Tarot Premium

Autore/i: De Angelis Roberto
Editore: Lo Scarabeo
edizione multilingue 78 carte, Torino

With the best quality cardstock and an elegant metallic foil hardbox, this bestselling tarot deck is now available in a premium professional package. Each deck includes an extended color booklet and is sure to make your next reading one to remember forever. Drawn according to the instructions of the famous occultist Arthur E. Waite, Roberto De Angelis provides the student of Tarot with a useful working deck, appropriate for divination and study. Containing all the elements of traditional Tarot arranged in new and interesting compositions, this deck is perfect for the serious apprentice as well as the seasoned reader. Readers will recognize familiar scenes while being delighted by De Angelis uncluttered adaptations and sophisticated use of color.

Shinrin-Yoku. L’Immersione nei Boschi

Shinrin-Yoku. L’Immersione nei Boschi

Il rituale giapponese per liberarsi dall’ansia e dallo stress
Autore/i: Calloni Williams Selene; Noburu Okuda Dō
Editore: Studio Tesi
pp. 190, nn. ill. a colori, Roma

Il termine Shinrin-Yoku, ovvero “bagno di foresta”, coniato in Giappone negli anni Ottanta dal direttore dell’ente forestale nipponico, fa riferimento all’immergersi nella natura con i cinque sensi.

Il bosco, la selva, sono uno stato della coscienza: la condizione in cui ogni desiderio fluisce senza sforzo verso il proprio compimento.

Lo Shinrin-Yoku oggi è sempre più conosciuto e apprezzato come terapia preventiva. L’immersione nella natura ha effetti terapeutici comprovati anche scientificamente: è in grado di ridurre le concentrazioni dell’ormone dello stress nel corpo, di rinforzare il sistema immunitario, di regolare la pressione arteriosa e il battito cardiaco, di abbassare il colesterolo.

Lo Shinrin-Yoku è un’avventura di profonda comunione con la natura. Si pratica in molti modi, ma quello più tradizionale è la passeggiata e la meditazione nel bosco o nella foresta.

L’immersione nella natura, quindi, può guarire le nostre difficoltà, perché la foresta ci conosce da sempre e nutre la nostra creatività, ed è provato che la creatività è la dote più utile all’uomo per la sua realizzazione nel mondo del lavoro e del denaro, assai più efficace del mero quoziente intellettivo o di altre doti logiche.

In questo libro vi sono le chiavi pratiche della relazione con la foresta che dona creatività. La foresta è un invito ad agire, perciò il modo migliore per comprendere quanto è esposto in questo libro è quello di mettere in pratica i rituali di immersione che esso descrive.

Enneagramma, Biotipologia e Grafologia

Enneagramma, Biotipologia e Grafologia

I 27 sottotipi alla luce del metodo morettiano
Autore/i: Massi Luciano
Editore: Youcanprint
pp. 342, ill. b/n, Tricase (LE)

Il libro approfondisce lo studio dell’enneagramma dei tipi psicologici a partire dall’analisi dei tre istinti principali – conservativo, sessuale e sociale – che improntano il carattere dei 27 sottotipi. L’intuizione dell’autore è che ogni istinto possiede specifiche correlazioni biotipologiche, isomorfismi e forme mentali che riecheggiano la filogenesi dello sviluppo tri-cerebrale umano. Da questa originale impostazione viene poi attuato un approfondito confronto con la grafologia di Girolamo Moretti. Il dialogo tra enneagramma e grafologia è molto importante perché dal ricco mondo dei 27 sottotipi si può giungere, con l’analisi della grafia, alle particolarità di ogni individuo. Viceversa, le sfumature individuali non possono essere comprese adeguatamente se non inquadrando dapprima il nucleo della personalità.

Frontiere della Coscienza Psichedelica

Frontiere della Coscienza Psichedelica

Conversazioni con Hofmann, Grof, Strassman, Narby e altri maestri del movimento psichedelico
Autore/i: Brown David Jay
Editore: Spazio Interiore
traduzione di Silvia Tusi pp. 312, ill. b/n, Roma

Questo libro racchiude una di quelle idee che, nella loro semplicità, si rivelano bellissime e vincenti. Brown ha infatti scelto di radunare in un solo volume tutti gli aspetti della cultura psichedelica – dalla musica alla psicologia, dalla meditazione allo spionaggio americano, dalla chimica alla botanica – per consentire al lettore una vera immersione in questo mondo, di cui tanto si parla e poco si conosce. Tra il 2006 e il 2014, ha incontrato e intervistato i grandi protagonisti della storia della psichedelia, da Hofmann (inventore dell’lsd) a Posford (noto musicista psy-trance), passando per personaggi del calibro di Grof, Narby e Strassman, ciascuno dei quali ha aperto il suo armadio dei ricordi e condiviso un sapere prezioso. Nello sfogliare questo libro ci si ritrova catapultati in un universo fatto di ricerche, sperimentazioni, esplorazione delle potenzialità e dei rischi delle sostanze psicotrope, impedimenti legali, blocchi governativi e perfino indagini della cia.

Visualizza indice

Ringraziamenti

Introduzione di David Jay Brown

Capitolo 1
LSD, SCIENZA, COSCIENZA E MISTICISMO Intervista con Albert Hofrnann

Capitolo 2
LA MENTE NON-ORDINARIA, PSICHEDELICI E PSICOLOGIA Intervista con Stanislav Grof

Capitolo 3
CREATIVITÀ, RISOLUZIONE DEI PROBLEMI E SOSTANZE PSICHEDELICHE Intervista con Jarnes Fadiman

Capitolo 4
ESPLORAZIONE DI ESPERIENZE NON ORDINARIE Intervista con Stanley Krippner

Capitolo 5
ALCHIMIA, ECOLOGIA E PSICHEDELICI Intervista con Ralph Metzner

Capitolo 6
ESPLORANDO LA DIMENSIONE DELLA TRIPTAMINA Intervista con Dennis McKenna

Capitolo 7
AYAHUASCA, DNA E LA SCOPERTA DEL SERPENTE COSMICO Intervista con Jeremy Narby

Capitolo 8
RICERCHE SULLA DMT E CONTATTI CON ENTITÀ NON UMANE Intervista con Rick Strassman

Capitolo 9
GUERRA PSICHEDELICA? IL POTENZIALE DELLE ARMI PSICOATTIVE Intervista con James Ketchum

Capitolo 10
COLTIVARE LA COMPASSIONE E IL CORAGGIO IN PRESENZA DELLA MORTE Intervista con Roshi Joan Halifax

Capitolo 11
ESPERIENZE DI PRE-MORTE, PARAPSICOLOGIA E PSICHEDELICI Intervista con Charles Tart

Capitolo 12
I SACRI SEGRETI DELLA SALVIA DIVINORUM Intervista con Daniel Siebert

Capitolo 13
IL FUTURO DELLA RICERCA MEDICA SULLE SOSTANZE PSICHEDELICHE Intervista con Rick Doblin

Capitolo 14
STUDI SULLA PSILOCIBINA ED ESPERIENZE RELIGIOSE Intervista con Roland Griffiths

Capitolo 15
MUSICA, CREATIVITÀ, SHPONGLE E PSICHEDELICI Intervista con Simon Posford

Le Mattane

Le Mattane

Autore/i: Povero Niccolò
Editore: Salerno
A cura di Vittorio Celotto pp. 96, Roma

Il nome di Niccolò Povero compare in una curiosa silloge quattrocentesca, che riporta, insieme ad altri testi giullareschi e canterini, due lunghi capitoli in terza rima denominati mattane (voce di area toscana che significa ’stramberie’, ’assurdità’). Non si hanno notizie certe sull’identità dell’autore, ma i due componimenti sono una testimonianza importante nella tradizione della poesia comica fiorentina della seconda metà del XIV secolo. Le mattane infatti esibiscono una struttura compositiva improntata allo stile e alla retorica del nonsense, che ne fa un tassello imprescindibile nel mosaico culturale che più tardi darà origine alla poesia del Burchiello. La prima mattana presenta una raccolta di immagini bizzarre e visioni fantastiche contenute in una piccola cesta da frutta; la seconda si risolve in un elenco di ricette paradossali esposte da un medico ciarlatano apparso in sogno al poeta. Entro queste scarne cornici, si dipana la strumentazione tipica della tecnica burchiellesca: il ricorso oltranzistico a un lessico idiomatico o gergale, il gusto per l’accumulazione seriale, l’associazione di referti di realtà svincolati dal senso comune e tesi a illustrare una realtà “altra”, parallela, del tutto fantasiosa. Il volume, avvalendosi del recupero di nuove testimonianze manoscritte e a stampa, offre per la prima volta un’edizione critica e annotata dei due componimenti; il puntuale commento linguistico ne chiarisce la lettera, spesso di difficile interpretazione, e individua i piú rilevanti rapporti che essi intrattengono sia con la poesia burchiellesca, sia con la tradizione comica e giullaresca due-trecentesca. L’edizione è corredata da un’ampia introduzione, tesa a illustrare le principali strategie retoriche e stilistiche e a ricostruire la tradizione e la fortuna di questa particolare tipologia testuale; e da una nota filologica, in cui sono indagati i rapporti genealogici tra tutti i testimoni, alla base della costituzione dei testi.

Universal Tarot Professional Edition

Universal Tarot Professional Edition

Autore/i: De Angelis Roberto
Editore: Lo Scarabeo
edizione multilingue 78 carte, Torino

Il Maestro illustratore italiano Roberto De Angelis si è ispirato alla iconografia descritta da A. E. Waite nelle sue opere per ricreare con uno stile moderno la stessa immediatezza simbolica dei Tarocchi di Pamela Coiman Smith.

Molto di quanto è stato scritto sui Tarocchi Waite può allo stesso modo applicarsi ai Tarocchi Universali, ma con alcune sostanziali differenze.
Lo stile più morbido e dinamico di De Angelis ruba qualcosa alla sintesi e alla sobrietà simbolica delle illustrazioni dei preraffaelliti.
In cambio il tratto più moderno e più realistico è più consono alla nostra epoca e più in sintonia con il pensiero dell’uomo contemporaneo.

Infatti per leggere i Tarocchi non è sufficiente conoscere il significato della carta.
Occorre entrare in sintonia con l’immagine, lasciare che questa parli alla nostra intuizione e ci suggerisca la risposta.

Stampati in grande formato e su carta di alta qualità con grande attenzione alla verniciatura e alla durabilità delle carte.

La Regola del Crepuscolo. La Regola dell’Alba.

La Regola del Crepuscolo.
La Regola dell’Alba.

Il monachesimo cristiano da Agostino a Benedetto
Autore/i: AA. VV.
Editore: Marco Valerio
Introduzione di Marco Civra pp. 144, Cercenasco (TO)

Tra la data di morte di Sant’Agostino (Tagaste 354 – Ippona 430) e la nascita di San Benedetto (Norcia 480 circa – Montecassino 547) si consuma la crisi della civiltà antica. In mezzo, l’invasione dei Goti in Italia, la conversione dei Franchi al cattolicesimo, l’opera di Giustiano a Bisanzio. In meno di un secolo, la Cristianità perde un impero, vede nascere le basi dell’Europa divisa in nazioni e si prepara a un Medioevo nel quale la contrapposizione con i musulmani sarà vita e lotta quotidiana non solo dei Re ma anche del popolo. Agostino preconizzò la notte della civiltà ed ebbe il tempo di vedere il crepuscolo avanzare. Benedetto, nel pieno del buio, vide la luce dell’alba, ancora lontana. Ripartì dalle cose più semplici: la terra e i suoi frutti, l’olio, il pane. In una penisola devastata dalle violenze, dalle alluvioni, dall’abbandono delle campagne, segnò una strada fatta di gesti semplici, di regole umili e quotidiane. Le Regole monastiche scritte dai due santi assumono, oggi, un’attualità sorprendente e persino inquietante.

Tarot Art Nouveau Premium

Tarot Art Nouveau Premium

Autore/i: AA. VV.
Editore: Lo Scarabeo
edizione multilingue 78 carte, Torino

Stili e immagini vanno ad aggiungersi a quelli del nostro immaginario, facendo rivivere lo spirito del nascente ventesimo secolo ed evocando colorate atmosfere primaverili.

La Mia Siria

La Mia Siria

L’umanità che resiste
Autore/i: Sirignano Rosanna
Editore: Villaggio Maori
pp. 142, Catania

Le interviste raccolte in questo libro danno voce a chi ha conosciuto e vissuto la Siria prima e dopo il conflitto, e sono in grado di raccontarla da un punto di vista autentico: quello umano, restituendo colore e togliendo ogni filtro ad un tema ormai fin troppo mediatico e banalizzato.
«Non un saggio, non un romanzo, ma una fotografia a colori che mostra le infinite sfumature di una guerra che sembra non voler finire, di una tragedia umana inimmaginabile, dalle proporzioni immani, dove i colpevoli restano saldi al loro posto e dove i civili inermi pagano un prezzo troppo alto. Il dolore della perdita dei propri cari, della lontananza forzata, del sentirsi impotenti di fronte alla distruzione di monumenti e luoghi simbolo della loro storia e della loro stessa identità».

Il Caso della Signora B

Il Caso della Signora B

Dialoghi adleriani
Autore/i: Pagani Pier Luigi
Editore: Quaderni della Rivista di Psicologia Individuale
pp. 126, Milano

Il libro, che descrive il caso clinico della signora B trattato secondo la metodologia e le tecniche della Psicologia Individuale, fa rivivere al lettore i momenti dinamicamente più significativi del rapporto analitico, che viene ripercorso nelle varie tappe attraverso la trascrizione dei colloqui realmente avvenuti fra paziente e terapeuta, fedelmente riportati sia nello stile che nel tono e seguiti regolarmente da un commento critico. Emergono i principi basilari della dottrina adleriana e del particolare setting che si sviluppa all’interno della relazione terapeutica, man mano che l’Autore, dopo aver illustrato il “primo colloquio” e l’ ’’accordo analitico”, passa all’analisi della “costellazione familiare”, dei “primi ricordi infantili”, dei “tre compiti vitali” (amore, lavoro, amicizia), per ricostruire, infine, il “mito personale” e, quindi, lo stile di vita unico e irripetibile della paziente.

Così, mentre Eliana “si racconta” sul filo della memoria attraverso sogni o fantasie, che ci riportano ad avvenimenti dell’infanzia, della giovinezza, del “presente” vivo e palpitante o ai sottili finalismi di un’inconscia progettualità, Pier Luigi Pagani può analizzare, con un linguaggio tipicamente adleriano, volutamente essenziale e privo di neologismi, le basi teoriche della Psicologia Individuale, soffermandosi particolarmente sui concetti di finalismo causale, finzione, volontà di potenza, sentimento di inferiorità, compensazione, processo di incoraggiamento, stile di vita, Sé creativo.

Didactica Magna e Pansophia

Didactica Magna e Pansophia

Autore/i: Comenio Jan Amos
Editore: La Nuova Italia
Introduzione di Amelia Capodacqua.
A cura di Antonio Corsano e Amelia Capodacqua. pp. XXVI-112, Firenze

Estratto dalla Introduzione

[…] Nella scuola comeniana si fa appello alla innata brama di sapere dei giovanetti, alla loro curiosità, al loro spirito d’iniziativa, poichè l’insegnamento è basato sulla plastica evidenza, sulla bellezza, bontà e utilità dell’oggetto di studio.

Si fa appello non al timore che rende gli spiriti passivi o al piu ipocriti, ma all’amore, all’ascendente spirituale che lega indissolubilmente maestro e scolaro. Nella scuola comeniana, il maestro sa infondere fiducia e confidenza nei suoi allievi che eleverà al rango di collaboratori nell’interesse della scuola, ne incoraggia le tendenze, ne lusinga con premi e lodi l’emulazione.

La stanza è gaia e luminosa, rallegrata da pitture, tabelloni rappresentanti gli oggetti dello studio, carte geografiche, bassorilievi. Sappiamo che il Comenio, in ausilio del maestro e ai fini dell’insegnamento intuitivo, pubblicò quell’Orbis rerum sensualium pictus che è il primo libro illustrato per fanciulli che abbia visto la luce. Non per nulla Iddio abbellì questo gran teatro del mondo di pitture, sculture e immagini attraverso le quali si mostra all’uomo: il primo vero ammaestramento lo riceviamo dalle querce e dai faggi.

La Giustizia di Afrodite – Aphrodite’s Justice

La Giustizia di Afrodite – Aphrodite’s Justice

Autore/i: Hillman James
Editore: La Conchiglia
Tradotto e annotato da Silvia Ronchey con il soccorso di Eros Asklepios pp. 86, ill. b/n, Capri (Napoli)

Anche se gli antichi greci la chiamavano la Dorata e la Sorridente, Venere è in primo luogo «portatrice di tentazioni che trasgrediscono l’ordine etico e prescindono dalla giustizia», spiega Hillman in questo saggio profondo, pieno di sorprese, illuminato da un ininterrotto fuoco di immagini e intuizioni. I seguaci di Afrodite, coloro che le fanno da seguito e portano i suoi doni, che «imprimono a ogni momento della giornata il segno di Venere nel loro modo di fare, parlare, vestire», sono stati relegati troppo a lungo, nella nostra civiltà, «a un rango inferiore e banale, né serio né morale». Ma chi si consacra ad Afrodite può anche diventare completamente pazzo, bugiardo, maniacale e crudele. Per questo, Hillman l’ha voluta «invitare nella psicologia». Ha voluto «immaginare una psicologia che sviluppi idee e prassi in modo a lei più affine». Si tratta anzitutto di capire «dov’è la bellezza nella psicologia». Perché finora «nelle sue teorie, nella formazione degli psicoterapeuti, nel linguaggio che parlano e scrivono, perfino nei loro vestiti, il loro disprezzo per l’apparenza insulta Afrodite restringendo l’idea di anima alla sola invisibile interiorità degli esseri umani. La psicologia esplora il cuore umano ignorando che il desiderio essenziale del cuore non è solo quello dell’amore, ma anche quello della bellezza». Perché quest’infelice rapporto tra psicologia e bellezza? Il fatto è che Venere, spiega Hillman, «è rimasta intrappolata nel dilemma fondamentale del cristianesimo, che divide la bellezza dalla bontà e dalla verità spaccando in due il concetto classico di kalokagathon – bellezza e bontà saldate in una sola parola». La lunga storia della filosofia cristianizzata «ha separato l’etica dall’estetica, la Giustizia dalla Bellezza, così che generalmente non crediamo si possa essere insieme buoni e belli, morali e attraenti, né che i piaceri dei sensi siano una via verso la verità».

La Mitologia Greca e Romana

La Mitologia Greca e Romana

Autore/i: Pescatori Costantino
Editore: Tipografia della Gazzetta d’Italia
Due volumi in un unico tomo Vol. I pp. 256, vol. II pp. 276, Firenze

Estratto dalla Introduzione

La Mitologia è la Teologia dei Pagani. Avanti l’origine del Cristianesimo tutti i popoli conosciuti, tranne gl’Israeliti, erano politeisti, cioè adoravano molti Dei; e di questi raccontavano la genealogia e i pretesi miracoli. Tali favole o miracolose supposizioni di cui son piene tutte le antiche istorie, specialmente nelle loro origini, non esclusa quella di Roma, furon dette con greco vocabolo miti; quindi, Mitologia significa etimologicamente racconto dei miti, ossia delle favole delle antiche religioni dei Politeisti o Idolatri. Il titolo poi d’ Idolatri (esso pure di greca origine, e che significa adoratori delle immagini sculte o dipinte) era dato ai Pagani, perchè rappresentavano e adoravano i loro Dei sotto forme materiali di uomini e di bruti. E quantunque il termine di Mitologia in senso lato sia riferibile a tutte le religioni pagane, è per altro più specialmente applicabile a quella dei Greci e dei Romani, le cui classiche lingue e letterature tanto contribuirono e contribuiscono a dar pregio e vigore alla lingua e alla letteratura italiana.

I Segreti dell’Ipnotismo

I Segreti dell’Ipnotismo

Autore/i: Simioni Corrado
Editore: Centro Von Tobel
pp. 206, Sondrio

Estratto dal testo.

[…] L’ipnotismo è la scienza che studia tutti i fenomeni concernenti la suggestione cosciente e incosciente. La parola «ipnotismo» significa perciò «studio dei fenomeni di suggestione» e non, come spesso si crede, quegli stessi fenomeni. La parola «ipnosi» deriva dal greco hypnos, cioè sonno; e infatti quasi tutti i fenomeni che vengono considerati come ipnotici avvengono in uno stato psicofisico molto simile a quello del sonno.

Non ci soffermeremo per ora sulla differenza fra la suggestione prodotta in stato di veglia e quella prodotta in condizioni ipnotiche, perché anche nel primo caso, cioè in quel fenomeno che si chiama esattamente «suggestione di veglia», l’anima e la vita dello spirito si trovano in uno stato di dormiveglia, e l’attività cerebrale si svolge in condizioni egualmente straordinarie.

Questi chiarimenti preliminari riguardano l’oggetto, la persona ipnotizzata. Esaminiamo ora l’attività del soggetto.

Il soggetto provoca in un’altra persona una condizione spirituale straordinaria, somministrandogli una serie di rappresentazioni e di sentimenti. «Suggerire» (questo il termine più esatto) rappresentazioni e sentimenti a un’altra persona significa persuaderla che la sua mente è occupata da quelle rappresentazioni e da quei sentimenti, in modo da ottenere ch’ella compia i gesti e le azioni che normalmente derivano in lei da quei contenuti psichici. Questo suggerimento si chiama «suggestione».

L’ipnotizzatore produce la suggestione, l’ipnotizzato accetta, si assoggetta alla suggestione….

La Carne Impassibile

La Carne Impassibile

Autore/i: Camporesi Piero
Editore: Il Saggiatore
pp. 300, ill. b/n, Milano

Che cosa ha rappresentato il corpo in quel lungo medioevo mentale, magico-religioso, che fu la cultura «carnevalesca» delle società agrarie? Deformato da malattie, ferite, piaghe, vecchiaia, partecipe dello sfacelo che travaglia un universo inquinato, corrotto e immondo; oggetto di esorcismi, purificazioni, cerimoniali terapeutici; centro ossessivo dell’immaginario collettivo anche e soprattutto nel suo sogno di purezza e di felicità edenica: La carne impassibile ricostruisce questa millenaria esperienza del corpo, attraverso le tracce e i documenti che ancora alle soglie dell’età moderna ne testimoniano il vigore. Un viaggio inquietante in un vero e proprio labirinto onirico, dove cucina e chirurgia, occultismo alchemico e teologia parlano lo stesso linguaggio, e l’abiezione si scambia le parti con la santità. Forse era fatale che, una volta sommersa
e dimenticata questa esperienza, l’uomo dovesse scoprire di avere un inconscio.

Lo Spiritismo

Lo Spiritismo

Autore/i: Gramaglia Pier Angelo
Editore: Piemme
pp. 300, Casale Monferrato (AL)

«Mi sono trovato di fronte al fenomeno dello spiritismo, riesploso in Italia in questi ultimi venti anni, e ho voluto verificare la mia fede cristiana di fronte all’ assalto ideologico di occultisti e di medium contro di essa. A sentir molti di costoro il cristianesimo storico pare l’ultima feccia rimasta sulla faccia della terra. Ho provato pertanto ad esaminare se davvero lo spiritismo porta doni migliori».

Pier Angelo Gramaglia propone una rilettura dello spiritismo attraverso un documentato excursus storico e prende quindi in considerazione i fenomeni più strettamente ad esso legati: tavoli mobili, levitazione, raps, telepatia e xenoglossia,
scrittura automatica, ecc.

Una parte del volume è dedicata alla parapsicologia (chiaroveggenza, rabdomanzia, precognizione, poltergeist, ecc.), mentre il volume si conclude con capitoli su «La medianità», «Rituale e religiosità spiritica» e «Psicopatologia dello spiritismo».

Rituale Romanum

Rituale Romanum

Autore/i: AA. VV.
Editore: Desclée & C.
pp. 1000, Paris (Francia)

Edizione in lingua latina approvata da Papa Pio XII; conforme al Rituale Romanum risalente a Papa Paolo V.

Contiene, tra l’altro, il rituale del battesimo degli adulti, i sette Salmi penitenziali e, in particolare, il rituale dell’esoricismo.

Elixir – Vol. 14

Elixir – Vol. 14

Scritti della via Iniziatica, magica e arcana
Autore/i: AA. VV.
Editore: Rebis
pp. 184, ill. a colori, Viareggio (LU)

È con particolare piacere che annunciamo la pubblicazione di questo nuovo numero di Elixir, la prestigiosa rivista delle Edizioni Rebis che, come sempre, si presenta in un’eccellente veste di stampa curata in ogni particolare e ricca di articoli di notevole livello qualitativo, per condurci in una nuova meravigliosa avventura nella suggestiva dimensione dell’autentico esoterismo. Un numero speciale di ben 184 pagine interamente a colori, nel quale sono proposti argomenti originali e tematiche di estremo interesse, corredati da magnifiche immagini di raro richiamo evocativo.

Sommario:

Lettera di un ermetista al proprio figlio nel Celeste Impero”, di Luca Valentini

La Fonte Perenne della Vita”, di Roberto Luporini

Il Senso Arcano della Felicità”, di Claudio Arrigoni

L’Etica della Felicità”, di Denise De Giulio

Roma Arcana Mundi”, di Stefano Mayorca

Psiche e Zodiaco”, di Giuseppe M.S. Ierace

S…considerazioni sulla Via Iniziatica – Eudaimonia ed Hermetismo”, di Pier Luca Pierini R.

I Versi Aurei di Pitagora nel commento di Giustiniano Lebano”, di Giuseppe Maddalena-Capiferro

L’Aureo Riflesso”, di Stefano Mayorca

Roma Occulta”, di Giuseppe M.S. Ierace

Un commento ermetico alle Lamine d’Oro Orfiche”, di Luca Valentini

Oltre la Coscienza – Viaggio ai confini del tempo”, di Stefano Mayorca

Il Quattordicesimo Cavaliere, tra la Morte e il Diavolo“, di Giuseppe M.S. Ierace

La Bibliotheca Arcana”, di Pier Luca Pierini R.

Il Popolo delle Nebbie“, di Stefano Mayorca

Chi era Dioniso”, di Gilberto Camilla

La religione degli Etruschi”, di Giuseppe M.S. Ierace

Giuliano Kremmerz descritto da una contemporanea – Isabella Grassi incontra il mago di Portici (gennaio 1921)”, di Cristian Guzzo

Note sulla Sapienza Ermetica”, di Riccardo Donato

Recensioni

Demonologia e Psicologia

Demonologia e Psicologia

Temi speciali di prassi esorcistica e ausilio psicoterapeutico
Autore/i: Lanza Marcello; Martone Anna
Editore: Edb
Prefazione del vescovo Angelo Spinillo pp. 222, Bologna

Due impostazioni – una teologico-pastorale e una psicologica – diverse, ma complementari, si incontrano nelle pagine di questo volume, scritto a quattro mani da un prete esorcista e da una psicologa e psicoterapeuta. L’intento è di trasmettere, con un linguaggio semplice, temi speciali, cioè particolari, della riflessione teologica sulla demonologia, dell’esperienza tipica del ministero di esorcista diocesano e della riflessione scientifica.

1 di 91112345...1020304050...Ultima »

Libreria ASEQ s.r.l. - Via dei Sediari, 10 - 00186 Roma - Tel. 06 6868400 - Partita IVA 08443041002